sabato, dicembre 01, 2007

Sarò così banale da fare un post sull'enciclica? Chiaramente e definitivamente sì.

Non si può rimanere insensibili dinnanzi a cotanta saggezza, perspicacia e lucidità.
Il papa definisce l'immagine dell'umanità odierna: l'uomo cerca il paradiso perduto attraverso scienza e tecnica, punta tutto sul regno dell'uomo. E chiamalo stupido, l'uomo... il regno dell'ornitorinco suscitava non poche perplessità.

I due mali dell'uomo sono stati l'illuminismo e il marxismo, di cui il papa ne elenca i motivi del fallimento. Dunque, il comunismo è fallito perchè troppo materialista! Non per il sangue, non per la fame, non per l'insostenibilità dell'economia. No, per il materialismo. Insomma, pensate a uno Stalin che va a messa ogni domenica: bastava così poco, e l'URSS stava ancora là. Se Krushev avesse letto il suo vangelo di tanto in tanto, se Pol Pot avesse recitato giusto qualche rosario...
E l'illuminismo! La prima vera rivoluzione culturale, secoli di dominio religioso lasciati alle spalle, una spinta per tutte le scienze senza precedenti, come i due secoli successivi dimostreranno: no, sbagliatissimo. Anzi, mettiamolo nello stesso calderone del marxismo, giusto perchè siamo espertissimi di storia!

Con cosa dobbiamo sostituire quindi scienza e tecnica? Ma con la speranza naturalmente. Ti ammali di tubercolosi? Ti attacchi, ma soprattutto speri. Crepi, ma crepi sperando.
E' la speranza, afferma papa Ratzinger, che permette a tanti cristiani di affrontare le persecuzioni e il martirio opponendosi ''allo strapotere dell'ideologia e dei suoi organi d'informazione'' rendendoli così capaci di rinnovare il mondo.

Aaah, lo strapotere dei mezzi di informazione atei! Sul TG5 vengono sentite due opinioni autorevoli... entrambe favorevoli al papa in modo talmente disgustoso da concorrere per la più grande leccata di posteriore dell'età moderna. Contraddittorio ateo... sì vabbè. Non va meglio negli altri notiziari, in cui si parla di enciclica di cui si parlerà per mesi/anni. La domanda è: i mezzi di informazione atei dove sono? Serve pagare un canone? Dove posso pagarlo?

E naturalmente la questione sempre aperta: il progresso ha relegato Cristo e la fede in un ambito individuale. Da una parte abbiamo i laici, che garantiscono libertà di religione ma pretendono il rispetto della loro, ovvero non vogliono che la loro vita sia influenzata, tramite le leggi, da alcuna religione. Dall'altra i cristiani, che non vogliono una religione a carattere privato, vogliono fare proselitismo e influenzare la vita pubblica, anche di chi non crede.
Ebbene, due posizioni contrapposte, e soprattutto inconciliabili, perchè contrarie. Compromesso? Impossibile, non c'è via di mezzo tra spiritualità personale e ingerenza religiosa nelle decisioni politiche, è semplicemente o sì o no.
E qual'è il commento per tale dichiarazione di guerra all'intelligenza?

La nuova enciclica del Papa, afferma Padre Federico Lombardi in una nota diffusa oggi dalla Sala stampa vaticana, si pone ''ancora una volta in una prospettiva di dialogo, di aiuto reciproco fra ragione e fede''
Ricapitoliamo: la scienza ha fallito, la ragione ha fallito: uomo, il tuo illuminismo non ha fatto un cazzo. Ora è tempo che ti convinci che avevamo ragione noi. Questo è il dialogo e aiuto reciproco tra fede e ragione, secondo la SS. Sede (da leggere esseesse). Voi torto, noi ragione. Gran bella cosa il dialogo. Credo che andrò da qualcuno a dirgli "Sei un fallimento totale", perchè in fondo mi piace dialogare e aiutare.

Insomma, l'uomo ha bisogno di Dio, altrimenti resta privo di speranza. Come dire, miliardi di persone che vivono secondo religioni/filosofie non gnostiche (buddhisti, confuciani, taoisti, shintoisti....) sono proprio da buttare! Chi non crede non ha speranza. Verissimo. Infatti io di speranza non ne ho: se voglio qualcosa, me la vado a prendere, se ho un problema lo risolvo. Sperare? Mi spiace per chi ne ha bisogno, è un surrogato di azione, una maschera del far niente. Smettila di sperare e alzati da quella poltrona, come recita lo spot durante le partite di Champions League!

16 commenti:

Solomon ha detto...

Il problema non è tanto quello che blatera papa Nazinger, ma è la gente che pende, ebbra di idiozia e ignoranza, dalle sue sante e benedette labbra! E' spaventoso come il suo "ipse dixit" divenga dogma categorico...vicario di Cristo un cazzo! Cristo non era un fottuto megalomane con problemi di senilità avanzata...

Alex ha detto...

Grande Messia. mi sono letto tutti gli interventi che hai fatto. Sono completamente d'accordo con te in tutto, continua così!

Simone Scardapane ha detto...

Lo ammetto: ho applaudito come un deficiente in mezzo alla mia stanza...

Ste ha detto...

For president!!

Ma vogliamo parlare anche di Milano, che ha rifiutato l'incontro col Dalai Lama perchè "la Cina non vuole", e la Cina ha un voto importante per l'Expo di Milano....
Dov'è la Chiesa quelle poche volte che dovrebbe dire qualcosa?

Ste

Pippo ha detto...

Boia come non capisci nulla... non sai neanche quello che leggi

Il Messia ha detto...

Eh, considera che c'è chi non sa neanche quello che scrive...

Iscariota Tersicoreo ha detto...

Sono tornato ieri da Monaco, dove tra le altre cose c'era un merchandising niente male di Benny16 (dalle cartoline alle magliette fino alle borse e ai boccali da birra), magari il Grande Vecchio non lo sa ma è già una griffe. Sempre parlando di capitalismo, eh...

Ah, e se Papa Palpatine XVI mi spiega (in modo convincente) dov'è che l'illuminismo avrebbe toppato, giuro che mi compro il suo berretto.

aNdRe ha detto...

sedicieurodiammenda.blogspot.com

in generale questo blog non me lo cago e quello che scrive mi puzza vagamente di profanazione e blasfemia..ma questo post è di una chiarezza lampante e mi sento di lasciare un commento : secondo me chi vive nella chiesa,vede la speranza che Dio metta un freno al male come in una cosmica battaglia tra bene e male.Ma xke non lasciare che ognuno creda e viva a modo proprio? xke offendere e declassare qualsiasi tentativo di crescita interiore dell'uomo?..mi viene da pensare che la chiesa abbia paura dell'anticonformismo e dell'amor proprio..preferisce tanti piccoli soldati in fila..come i peggiori totalitarismi..

aNdRe ha detto...

messia t va uno scambio di link col nostro blog SEDICIEURODIAMMENDA?ciao

Il Messia ha detto...

ho paura che il link renderebbe il vs. blog profano e blasfemo...

Dema ha detto...

per quanto apprezzi la lettura della bibbia, devo ammettere che questi post mi mancavano..mi riempiono di euforia eheh.

nonostante la chiesa influenzi notevolmente la società moderna italiana, ciò di cui risente il papa è la mancanza dei bei tempi passati in cui la chiesa controllava ogni cosa e metteva in riga chiunque, dal contadino al sovrano, attraverso la paura di potenziali "risvolti negativi" dopo la morte: è per questo motivo che il papa disdegna la ragione, perchè la vede come la rovina del loro business.

bisogna dire inoltre che il comunismo, come lo vedeva marx, non era affatto sbagliato, prevedeva infatti per ogni essere umano esistente l'egualità di diritti e risorse; la realtà però ha dimostrato che il suo era un progetto realizzabile solo in una società utopica, ovvero in una società composta da persone oneste. ne risulta quindi che non è il comunismo la rovina dell'uomo, bensì l'uomo è la rovina del comunismo.

Il Messia ha detto...

hmmm no, più che uomini onesti servivano dei robot che non avessero nè ambizioni nè aspirazioni! Sapere che qualunque cosa farai comunque non potrai ambire ad avere di più di quello che ti spetta spinge a fregarsene altamente e fare semplicemente il compitino, cosa puntualmente successa. Oltre ovviamente al fatto che un'economia che soddisfa bisogni anzichè creare valore può sembrare eticamente preferibile, ma non può sopravvivere a lungo.

Anonimo ha detto...

mha ho letto tutto ho cominciato lunedì scorso e ho finito oggi

sono rimasto davvero scioccato da alcune cose peraltro verificate poi personalmente

è invero fastidiosa la continua ingerenza di chi dovrebbe essere mera guida spirituale in quello che è il potere temporale

per quanto riguarda le critiche di coerenza sui testi sacri rammentiamo che erano in origine una tradizione orale di un popolo nomade passata innumerevoli volte di bocca in bocca prima della scrittura poi tradotta un infinità di volte ed alterata dai sacerdoti di turno per favorire i propri fini
se e dico SE vi era un messaggio divino alla base quanto ne è rimasto? quanto è stato aggiunto e quanto tolto? molti sono i dubbi che mi sovvengono nel mio essere si credente ma ormai da lungo tempo non praticante

Anonimo ha detto...

la teodicita, forse ti interessa.

francescaperna ha detto...

Bellissimo post, interessante il blog. Complimenti.

Albe ha detto...

arrivato qui dal blog di mist...posso solo fare i complimenti...bellissimo blog...tu 6 il vero genio di familia ;)