lunedì, gennaio 11, 2010

Bible Prime Time!!

[14]Allora la collera del Signore si accese contro Mosè e gli disse: «Non vi è forse il tuo fratello Aronne, il levita? Io so che lui sa parlar bene. Anzi sta venendoti incontro. Ti vedrà e gioirà in cuor suo. [15]Tu gli parlerai e metterai sulla sua bocca le parole da dire e io sarò con te e con lui mentre parlate e vi suggerirò quello che dovrete fare.

Quindi dio suggerisce a Mosè, e Mosè suggerisce ad Aronne. Il quale suggerirà il da farsi al faraone, che passerà l'ordine ai suoi ufficiali. Gli ufficiali si rivolgeranno quindi alle guardie, che diranno agli ebrei di andarsene.
Questo in teoria. Se tuttavia avete mai giocato, da piccoli, al telefono senza fili, capirete la situazione: dio suggerisce a Mosè "Gli ebrei devono essere liberati", alla fine questi si sentono dire "gli ebbri debono essere livellati", e allarmati iniziano a spargere la voce "occhio, non bisogna più ubriacarsi che se no ci prendono a piallate!"


[16]Parlerà lui al popolo per te: allora egli sarà per te come bocca e tu farai per lui le veci di Dio.[17]Terrai in mano questo bastone, con il quale tu compirai i prodigi».

"Prodigi? Tipo magie?"
"No. Semplicemente, se il faraone non ti ascolta usa il bastone e picchialo"


[18]Mosè partì, tornò da Ietro suo suocero e gli disse: «Lascia che io parta e torni dai miei fratelli che sono in Egitto, per vedere se sono ancora vivi!». Ietro disse a Mosè: «Và pure in pace!». [19]Il Signore disse a Mosè in Madian: «Và, torna in Egitto, perché sono morti quanti insidiavano la tua vita!». [20]Mosè prese la moglie e i figli, li fece salire sull'asino e tornò nel paese di Egitto. Mosè prese in mano anche il bastone di Dio.

"Sono morti? E come? Ma non dicevi che amavi tutti i tuoi figli alla stessa maniera?"
"Li ho riempiti di amore finchè sono esplosi. Ora piantala di fare domande e non rompere."

[21]Il Signore disse a Mosè: «Mentre tu parti per tornare in Egitto, sappi che tu compirai alla presenza del faraone tutti i prodigi che ti ho messi in mano; ma io indurirò il suo cuore ed egli non lascerà partire il mio popolo. [22]Allora tu dirai al faraone: Dice il Signore: Israele è il mio figlio primogenito. [23]Io ti avevo detto: lascia partire il mio figlio perché mi serva! Ma tu hai rifiutato di lasciarlo partire. Ecco io faccio morire il tuo figlio primogenito!».

Questa è una delle più importanti frecce nella faretra di ogni critico nei confronti della religione. Ricapitoliamo:
- Dio dice di voler liberare il suo popolo (sì insomma, fa preferenze)
- Dio, che è capace di far piovere meteore o scatenare diluvi, non può liberare il suo popolo da solo e si rivolge a Mosè
- Gli fornisce le istruzioni e il bastone per convincere il faraone.... ma è lui stesso a far sì che il faraone non si faccia convincere, per sua stessa ammissione
- Lo scopo di tutto questo è uccidere un bambino. Dio dichiara in sintesi "farò sì che il faraone non ti ascolti e che tu debba uccidere suo figlio".
- Potrebbe "ammorbidire" il cuore del faraone (così come lo indurisce) e si risolverebbe tutto senza spargimento di sangue. E invece no, dio vuole divertirsi.

E questo è il libro da cui la nostra cultura avrebbe tratto tanta saggezza!

3 commenti:

longinous ha detto...

Rieccoti!!!
Buon anno!

Zer0 ha detto...

E' sempre un avvento il tuo ritorno :D

"Sono morti? E come? Ma non dicevi che amavi tutti i tuoi figli alla stessa maniera?"
"Li ho riempiti di amore finchè sono esplosi. Ora piantala di fare domande e non rompere."


UHAhuahuagaahAhahuaA XDD

manu ha detto...

Ehilà! :)
Bentornato!