mercoledì, aprile 08, 2009

In momenti di tragedia ognuno fa la sua parte. I rugbisti portano fuori gente dalle macerie a forza di braccia, le istituzioni per una volta ci sono e si vedono, l'Ucoii offre le moschee vicine per ospitare sfollati, contributi dagli alpini, dai gay, incassi presumibilmente oltre i tre milioni devoluti da alcune squadre di calcio... il papa prega. E la chiesa apre sottoscrizioni per donare i soldi degli altri, ci si augura vivamente che qualcosina di tasca sua ci metta pure, fino ad ora non è arrivata una notizia in quel senso, ma nel marasma generale non è detto che tutte le notizie filtrino. Quello che è certo è che, per quanto ridicolo ci possa sembrare chi sintetizza il suo contributo con "prego per voi", per molta gente credente questo individuo rappresenti qualcosa. E allora non sarebbe il caso di andare in mezzo a queste persone? Il papa dichiara "andrò all'Aquila non appena potrò". Comodo. La gente che ha perso tutto è sconfortata ADESSO, avrebbe bisogno di sostegno ADESSO. Tra una settimana lo shock sarà alle spalle, si penserà alla ricostruzione casomai.
Secondo google maps, da Città del Vaticano fino a Onna ci sono 131km, percorribili in 1 ora e 31. Magari qualcosa di più per uscire da Roma. Dedicare 2 ore per far visita a qualche tendopoli richiederebbe più o meno un pomeriggio. Parti a mezzogiorno, torni alle 18. Che impegno così gravoso può essere più importante? Il criticatissimo (a ragione o a torto non sto qui a dirlo, mi tengo alla larga da queste beghe) premier italiano aveva un impegno diplomatico programmato in Russia, che è stato immediatamente cancellato per recarsi in loco. Che impegni ha il papa tanto più urgenti di una visita di stato? E soprattutto, i suoi prossimi giorni sono talmente densi di impegni più importanti di questo da non consentirgli di trovare 6 ore per sollevare il morale di chi, de gustibus, crede in lui?



Intanto ci pensa il direttore di radio maria a dare una mano! Fornisce conforto ai fedeli, ricordando che "il signore ha voluto che questa gente condividesse la sofferenza nella settimana della passione. Se il signore fa condividere le sofferenze lo fa per far condividere la sua resurrezione"

Ok, questa gente ha perso tutto perchè il signore voleva condividere le sue sofferenze. Si sentiva solo, poverino. Il commento verrebbe spontaneo, la prossima volta dio può farsi i c...fatti propri, o in alternativa che faccia partecipare alla sua sofferenza gente un po' più vicina a lui, se davvero ha questa libertà di scelta.

O più semplicemente, è successo quello che è successo perchè i terremoti accadono; di paragonabili a quello de l'Aquila ce ne sono circa 100 all'anno in tutto il mondo. Se davvero è dio a volerli tutti, dev'essere davvero indaffarato. Ma la spiegazione più plausibile è che questi vengano causati dal movimento delle placche terrestri, forse a radio maria ancora non lo sanno.

7 commenti:

Superninjaz ha detto...

Telegiornale di La7 di oggi.
"Classico" giro di interviste ai terremotati.

Una signora dice:"Forse è un castigo perchè non ci accontentiamo più".

:-O

Questo è il risultato di 2000 anni di indottrinamento (cfr. controllo mentale/delle masse): se tira un terremoto che ti rade al suolo la vita non è una catastrofe naturale, è un castigo divino.

Sono senza parole...

Luca

tafkad75 ha detto...

sottoscrivo parola per parola...ieri poi che dopo le foto degli studenti morti hanno fatto vedere quel deficiente di ratzinger che lavava i piedi ai cardinali belli seduti col loro culo flaccido ,,,mi è venuto il vomito!
(www.lajey.splinder.com)
ciao tafkad75

Il Messia ha detto...

e durante l'omelia di stamattina "ricordiamo le vittime di questo sisma... che è stato sentito anche in Vaticano".

Io propongo una raccolta fondi anche per loro, poverini

Fred ha detto...

Ma forse il papa prega proprio per avere un terremoto in Vaticano... cavolo, quello è capace di non dormirci la notte pensando che la cupola di san Pietro l'ha progettata un gay...

LordMax ha detto...

Faccio notare che esiste un solo motivo per cui il papa non va a l'Aquila.
Il papa si muove SOLO se pagato.

Il Messia ha detto...

upgrade: il papa non ci va più questa settimana. Che bello mantenere le parole

Cleo ha detto...

che dire, parole ehm....sante! :D ma oh vuoi mettere, non ci può andare a l'aquila, ha da pregare il vecchio, scusa! come facciamo a non capirlo? durante le celebrazioni di pasqua...! ma stai scherzando? ci sono cose ben più importanti nella vita (es. la lavanda dei piedi fetish style!) che qualche scossetta, su...!

bentornato in ogni caso, era da parecchio che non aggiornavi, mi fa un gran piacere rileggerti! ^^ come sempre mi togli le parole di bocca.....