venerdì, luglio 11, 2008

Sarò così banale da commentare l'ennesima polemica sull'eutanasia, o in questo caso pseudo-tale?

Stavolta direi di no, o meglio non serve fare un discorso tanto lungo; cosa c'è da dire, uno si fa i fatti suoi e prende una decisione in base a quanto espresso dalla "vittima" e la santa sede interviene. Un po' come se la mattina pasteggiassi a uova e pancetta e intervenisse un imam a dissuadermi. Non è un discorso etico o quant'altro, si riduce solo a rispettare il modus vivendi altrui. In volgo, farsi i c***i propri.
Giustappunto, se volete essere liberi di farveli, emigrate.
Se l'unico scontro di civiltà che concepite è il gyros greco contro il kebab turco, emigrate. Il gyros è più buono, tra l'altro.

Qui in Italia se 4000 persone vogliono un luogo di culto la gente dice "no no che vadano a pregare a casa loro". Però se in Marocco per qualche migliaio di cristiani esistono una ventina di chiese anche piuttosto grandi, quello va bene. Ma guai che si sappia, cadrebbe il cavallo di battaglia, non si potrebbe più dire "eh ma lì non fanno costruire chiese".

Siamo nel paese in cui si parla per anni dello stesso, inutile, processo di cronaca nera, ma che lascia in silenzio che un criminale pluriomicida venga seppellito in una cattedrale (e neanche poco importante) per evitargli l'autopsia -dicasi, insabbiare-, e che se in un famoso rapimento emerge il nome di un cattolico si scandalizza con gli accusatori. Del resto, quando c'è di mezzo una banca in fallimento, gesù sa chiudere un occhio.

Poi sotto sotto scopriamo che in fondo abbiamo quello che meritiamo, se l'unica critica al papa arriva in piazza da dei comici, che infangano e sviliscono una battaglia di civiltà con battute da caserma che inevitabilmente appesantiscono la faretra dei media in favore del vaticano, che nel fare la vittima si è ormai specializzato, come un calciatore che dopo un suo intervento da codice penale si butta a terra urlando e fa ammonire l'avversario al posto suo.

Emigrare, si diceva. Magari in USA, dove si è da poco tenuto l'equivalente cristiano di Woodstock. Giorni di castità, preghiera, creazionismo e rock'n'roll. Anzichè Jimi Hendrix e la sua nebbia viola, c'è un tale sul palco, il quale urla che gesù è la risposta. Resta da capire qual'era la domanda, comincio a chiedermelo seriamente. Gesù salva, ripetono. Se premo Ctr+S posso salvare anch'io! E in più posso anche caricare, copiare e incollare. Gesù forse sa incollare? Windows 1 Gesù 0!

5 commenti:

Iscariota Tersicoreo ha detto...

Grazie a Gesù sei tornato! E poi dicono che i laici non hanno santi in paradiso.

Zer0 ha detto...

d'altra parte viviamo in un Italia dove ormai la politica fa ridere e i comici fanno politica...

sberla54 ha detto...

Aahahah sei il migliore..io ti voglio bene sappilo!
Ben tornato :)

Uyulala ha detto...

Bene, finalmente! Mi sei mancato... mi HANNO mancato i tuoi post :-D

Anonimo ha detto...

Bentornato!
Era ora che qualcuno tornasse a dire le cose come stanno.
Miky