mercoledì, marzo 14, 2007

NEW YORK, 14 marzo 2007 - Le vie del Signore, si sa, sono infinite. E possono perfino condurre uno come Don King, il discusso manager di boxe con un passato da allibratore e due omicidi alle spalle (il primo fu legittima difesa, mentre il secondo venne derubricato a omicidio colposo e se la cavò con 4 anni di carcere), al cospetto nientemeno che di Papa Benedetto XVI per un’udienza il 21 marzo in Vaticano.

Egrego santo padre/lieber heilige vater:
Mi permetto di lamentare una certa disparità di trattamento nei confronti delle celebrità: lei non ha ancora concesso udienza a Riina Totò e Moggi Luciano,

La questione è: Don King bacerà l'anello papale, o gliene presterà una dozzina lui da mettere al dito durante tale cerimonia?

Certo, tra gente che naviga nell'oro c'è un certo feeling.

4 commenti:

Selene ha detto...

Vista la fedina penale di King, mi aspetterei una sostituzione con un anello falso durante il baciamano...

E l'Omino Bianco se lo meriterebbe davvero!

Ciao Messia

Il Messia ha detto...

benritrovata! servono nuove ricette, quelle vecchie le ho segnate tutte :D

Darkaillean ha detto...

Secondo me l'anello glielo sfila coi denti...

hihihihi!

Mannò, Messia!
Conosciamo tutti la profonda clemenza, la pietà cristiana e soprattutto la comprensività dei Benny!!!!

Sta solo cercando di fare la parte del buon pastore che perdona.

Hmmmm.... Ripensando ai trascorsi del nostro però....

Mi sa che sarà Benny a togliere gli anelli al malcapitato. Con le dita. Le sue!

Selene ha detto...

Farò il possibile per tornare presto a postare, forse già dal prossimo mese (sempre che nella nuova casa si possa avere un collegamento a internet: cosa che, per ora, è fantascienza!).

Forse inserirò anche qualche video-ricetta!

Nel frattempo, mi do al lurking occasionale!!!