venerdì, agosto 24, 2007

21 Così fecero i figli di Israele. Giuseppe diede loro carri secondo l'ordine del faraone e diede loro una provvista per il viaggio. 22 Diede a tutti una muta di abiti per ciascuno, ma a Beniamino diede trecento sicli d'argento e cinque mute di abiti.

A uno dei fratelli, evidentemente insofferente da sempre verso i favoritismi, venne la bizzarra idea di scaraventare Beniamino su un pozzo e di venderlo come schiavo. Ma considerato quello che era successo l'ultima volta che l'aveva fatto, fu costretto a desistere.

23 Allo stesso modo mandò al padre dieci asini carichi dei migliori prodotti dell'Egitto e dieci asine cariche di grano, pane e viveri per il viaggio del padre.

Quando l'affamato Giacobbe vide gli asini non perdette tempo e ne fece sfilacci. Solo in seguito i figli gli dissero che servivano per raggiungere l'Egitto.

24 Poi congedò i fratelli e, mentre partivano, disse loro: «Non litigate durante il viaggio!».

"e non partite se avete bevuto, che adesso ai controlli pestano! E andate piano, mi raccomando! E non accettate le caramelle dagli sconosciuti per strada perchè hanno il veleno!"
Per una curiosa coincidenza, i fratelli di Giuseppe iniziarono a studiare il suo assassinio contemporaneamente, l'uno all'insaputa dell'altro.

25 Così essi ritornarono dall'Egitto e arrivarono nel paese di Canaan, dal loro padre Giacobbe 26 e subito gli riferirono: «Giuseppe è ancora vivo, anzi governa tutto il paese d'Egitto!».

"Ma non era stato sbranato da una bestia?"
"Beh sì ci avevano riferito che era stato sbranato da una faraona, evidentemente hanno sbagliato a pronunciare "faraone" e hanno detto "sbranato" anzichè "ricoperto d'oro... può succedere di confondersi". **segue sorrisetto idiota**
"Quindi voi pensiate che mi sia già rincoglionito al punto da credere a questa storia, nonostante aveste giorni e giorni per pensarne a una migliore. Fammi capire, sei tu più stupido di un emù, o prendi le pillole per diventarlo?"

Ma il suo cuore rimase freddo, perché non poteva credere loro. 27 Quando però essi gli riferirono tutte le parole che Giuseppe aveva detto loro ed egli vide i carri che Giuseppe gli aveva mandati per trasportarlo, allora lo spirito del loro padre Giacobbe si rianimò.

"I carri! I carri! Che bello, l'ultimo modello di station wagon! Avete detto che sono di Giuseppe? Vabbè può anche essere lo spirito santo a questo punto, finchè fornisce carri lo considererò mio figlio!"





10 commenti:

Iscariota Tersicoreo ha detto...

Sai che potrebbe venirne una sit-com niente male? I Jakobson! Certo, Bill Cosby non andrebbe bene nella parte del padre... però ci sarebbe comunque una marea di figli e le trame risulterebbero decisamente meno stucchevoli.

la_maddalena ha detto...

Nella parte del padre forse possiamo metterci quello che ha interpretato Saruman

Firewoman ha detto...

Caro messia,
dura ancora molto questa telenovela su Giuseppe?

Il Messia ha detto...

non prendetevela con me! Io la bibbia l'avrei scritta in un altro modo!

la_maddalena ha detto...

In effetti...Comunque, se non ricordo male il film della Disney, dovremmo esserci quasi alla fine.
Che poi il padre inizia ad avere una discreta età, quanto potrà durare?

Iscariota Tersicoreo ha detto...

Sì, ma qui ancora nessuno ha cantato, e non s'è ancora visto un'animale parlante, ho paura che siamo ancora in alto mare. E poi quand'è che Giuseppe incontra la principessa dalle trecce dorate che dorme in una bara di cristallo protetta da un drago sulla torre più alta del castello? Che poi dicono "fatevi le mele, non fatevi le pere"... Biancaneve c'ha quasi rimesso la buccia per una mela. MAH!

Segretario ha detto...

Complimenti Messia, bellissimo blog, davvero, se non l'hai mai fatto ti consiglio di leggere il Libro del Cascioli "la favola di Cristo"

longinous ha detto...

"Proprio oggi, il quotidiano dei vescovi Avvenire pubblicava un intervento di mons. Giuseppe Betori, il segretario della Cei. "L'esenzione dall'Ici - scrive Betori - si applica alle sole attività religiose e di rilevanza sociale ed è del tutto uguale a quella di cui si giovano gli altri enti non commerciali, in particolare il terzo settore. Chi contesta un tale atteggiamento dello Stato manifesta una sostanziale sfiducia nei confronti di molteplici soggetti sociali di diversa ispirazione, particolarmente attivi nel contestare il disagio e la povertà"."

Solo a me sembra che abbia detto cose non vere e tentato di giustificarsi dicendo che "tanto lo fanno tutti"?

http://www.repubblica.it/2007/08/sezioni/economia/ue-chiesa-vantaggi/ue-chiesa-vantaggi/ue-chiesa-vantaggi.html

longinous ha detto...

L'articolo, visto che non tutti sanno prendere il pezzo di link completo.

Ciao.

fragoluzza ha detto...

qui è tutto meraviglioso... :D
ti linko e ti segnalo, appena sarò lucida... ;)