mercoledì, agosto 30, 2006

[12]Giacobbe rivelò a Rachele che egli era parente del padre di lei, perché figlio di Rebecca. Allora essa corse a riferirlo al padre. [13]Quando Làbano seppe che era Giacobbe, il figlio di sua sorella, gli corse incontro, lo abbracciò, lo baciò e lo condusse nella sua casa. Ed egli raccontò a Làbano tutte le sue vicende. [14]Allora Làbano gli disse: «Davvero tu sei mio osso e mia carne!». Così dimorò presso di lui per un mese.

Eh vivaddio, così non vale! Uno si fa un mazzo così per organizzarsi le vacanze di una settimana in un ostello che cade a pezzi, e questo ottiene un mese di soggiorno gratuito dicendo "ehi ciao, sono un tuo parente, ecco la mia storia!"

[15]Poi Làbano disse a Giacobbe: «Poiché sei mio parente, mi dovrai forse servire gratuitamente? Indicami quale deve essere il tuo salario»

eh i rapporti tra datore e dipendente sono un po' cambiati nel frattempo...

[16]Ora Làbano aveva due figlie; la maggiore si chiamava Lia e la più piccola si chiamava Rachele. [17]Lia aveva gli occhi smorti, mentre Rachele era bella di forme e avvenente di aspetto, [18]perciò Giacobbe amava Rachele. Disse dunque: «Io ti servirò sette anni per Rachele, tua figlia minore». [19]Rispose Làbano: «Preferisco darla a te piuttosto che a un estraneo. Rimani con me».

Vediamo un po', 7 anni sono 84 mensilità. Facendo finta che la paga sia quella di un buon operaio attuale, attorno agli 800 euro, risulta che Rachele ne sia costati 67.200.
Non solo: se Giacobbe li avesse debitamente investiti, a un tasso d'interesse normale del 2%, si sarebbe trovato dopo 7 anni con in tasca l'equivalente di più di 70.000 euro, con cui poteva comprarsi Rachele e tenersi da parte qualche spicciolo per sè. Poco furbo, il ragazzo. Indegno di un ebreo, oserei dire!

[20]Così Giacobbe servì sette anni per Rachele: gli sembrarono pochi giorni tanto era il suo amore per lei. [21]Poi Giacobbe disse a Làbano: «Dammi la mia sposa, perché il mio tempo è compiuto e voglio unirmi a lei».

"Ah, perchè" rispose Labano "vuoi dire che finora non l'hai fatto? Non hai trovato un momento in cui non c'ero per approfittarne? In tutto questo tempo?"
"Se me l'avesse già data, ti pare che resistevo 7 anni?"

La spiegazione di Giacobbe fu molto esauriente.

[22]Allora Làbano radunò tutti gli uomini del luogo e diede un banchetto. [23]Ma quando fu sera, egli prese la figlia Lia e la condusse da lui ed egli si unì a lei.

Dunque, gli danno la figlia sbagliata. Giacobbe, per buona misura, "si unisce" lo stesso. Anche se la voce era quella di Lia (ammesso che fosse talmente tanto buio da non riconoscerla, anche solo come corporatura), vai con l'unione, che dopo 7 anni uno avrà anche un po' di voglia...

[24]Làbano diede la propria schiava Zilpa alla figlia, come schiava. [25]Quando fu mattina... ecco era Lia!

Bello, bravo, ottima recita. Hai vissuto con quella famiglia per 7 anni e vuoi far finta di non aver riconosciuto una figlia dall'altra?
In realtà le cose andarono così:
"Ehi ma mi ha sposato con te! Io volevo quell'altra..... evabbè senti, io qui altri 7 anni non sto ad aspettarli! Vieni qua! Poi domani porto a Labano lo scontrino e vediamo se me la cambia!"

7 commenti:

seraphsephirot ha detto...

e il trucco questa volta è avvenuto senza che si dovessero usare animali per simulare peli XP

Firewoman ha detto...

noooooo ma dai le telenovele al confronto non sono niente!!!
maccheccavolo ma chi l'ha scritta la bibbia, i fratelli Grimm? "La strega non ci vedeva bene e tastava le dita ad Hansel per capire se era ingrassato, ed Hansel le porgeva l'ossicino di un pollo e lei credeva che fosse sempre magro"... dai, il tenore è lo stesso!!!

Sulu ha detto...

Io mi chiedo: ma in tutto questo dai e nascondi, Rachele e Lia (parti in causa) posson dire il loro punto di vista?
O c'è una lotta sotterranea tra le due perchè entrambe voglion il cugino?
E la schiava, che ch'azzecca?!

Selene ha detto...

LOL!!!

p.s.: ho segnalato il tuo blog nel mio post sul "Blog Day".
Ciao ciao.

Filosofo ha detto...

"16]Ora Làbano aveva due figlie; la maggiore si chiamava Lia e la più piccola si chiamava Rachele. [17]Lia aveva gli occhi smorti, mentre Rachele era bella di forme e avvenente di aspetto, [18]perciò Giacobbe amava Rachele. Disse dunque: «Io ti servirò sette anni per Rachele, tua figlia minore»."

Ma và! E io che pensavo che di sua volontà avrebbe scelto quella con gli occhi smorti...

Cmq dopo sette anni probabilmente gli sarebbe andato bene qualsiasi cosa... insomma.. "Basta che respiri".. ;)

francesca ha detto...

ahahahaah! guardate questa foto http://www.stuffonmycat.com/media/2/20060901-THEGIMP.jpg

Le Diable Saint ha detto...

Grande Blog! Bravo Messia: il Diavolo Santo appalude ;-)