martedì, agosto 01, 2006

[34]Quando Esaù ebbe quarant'anni, prese in moglie Giudit, figlia di Beeri l'Hittita, e Basemat, figlia di Elon l'Hittita. [35]Esse furono causa d'intima amarezza per Isacco e per Rebecca.

Oh andiamo, non vorremo metterci a fare i razzisti adesso...

[1]Isacco era vecchio e gli occhi gli si erano così indeboliti che non ci vedeva più. Chiamò il figlio maggiore, Esaù, e gli disse: «Figlio mio». Gli rispose: «Eccomi». [2]Riprese: «Vedi, io sono vecchio e ignoro il giorno della mia morte.

"ah ma se vuoi te lo dico io il giorno della tua morte, vecchio! sgancia la grana che poi ci penso io" pensò prontamente Esaù

[3]Ebbene, prendi le tue armi, la tua farètra e il tuo arco, esci in campagna e prendi per me della selvaggina. [4]Poi preparami un piatto di mio gusto e portami da mangiare, perché io ti benedica prima di morire».

Ti dirò, Esaù poteva anche svuotare qualche simmenthal nel piatto, tanto Isacco era cieco!

[5]Ora Rebecca ascoltava, mentre Isacco parlava al figlio Esaù. Andò dunque Esaù in campagna a caccia di selvaggina da portare a casa. [6]Rebecca disse al figlio Giacobbe: «Ecco, ho sentito tuo padre dire a tuo fratello Esaù: [7]Portami la selvaggina e preparami un piatto, così mangerò e poi ti benedirò davanti al Signore prima della morte.

"Ah tranquilla mamma, non sa neanche cucinare un uovo, tanto che quando ha visto un piatto di lenticchie..."

[8]Ora, figlio mio, obbedisci al mio ordine: [9]Và subito al gregge e prendimi di là due bei capretti; io ne farò un piatto per tuo padre, secondo il suo gusto. [10]Così tu lo porterai a tuo padre che ne mangerà, perché ti benedica prima della sua morte».

dio bono, 2 capretti per un piatto... 'sto isacco sarà anche stato vecchio, ma mangiava ancora come un'idrovora!

[11]Rispose Giacobbe a Rebecca sua madre: «Sai che mio fratello Esaù è peloso, mentre io ho la pelle liscia. [12]Forse mio padre mi palperà e si accorgerà che mi prendo gioco di lui e attirerò sopra di me una maledizione invece di una benedizione».

Certo, e chi è che non palpa il proprio interlocutore quando parla?

[13]Ma sua madre gli disse: «Ricada su di me la tua maledizione, figlio mio! Tu obbedisci soltanto e vammi a prendere i capretti».

Beh, almeno se la maledizione è l'impotenza, Rebecca e Giacobbe fanno l'affare!


10 commenti:

seraphsephirot ha detto...

Rispose Giacobbe a Rebecca sua madre: «Sai che mio fratello Esaù è peloso, mentre io ho la pelle liscia.


ma giacobbe che era? 'na specie di yeti?

Firewoman ha detto...

comunque non mi stupisco che Isacco mangi tanto... con tutta l'attività sessuale che faceva... ma c'è una cosa che non capisco, da quel che si racconta Isacco non dovrebbe essere ancora molto vecchio (non se confrontiamo con la longevità di Abramo) di che si preoccupa?

Z3RØ ha detto...

HAHAHAHA!!! Già mi immagino la scena...

Isacco "Gnam...Gnam...Proprio buono questo piatto Esaù, sei stato proprio bravo."

Giacobbe "Eh già..hehe...sono stato proprio bravo, io, che sono Esaù, io"

Isacco "Ma cos'hai Esaù? La tua voce mi sembra strana?"

Giacobbe "Ah...beh...hem..avrò preso freddo cacciando, sai io sono glabro, mica come quel fusto peloso di mio fratello Giacobbe, quello schifo d'uomo."

Isacco "Giusto, sarà successo così. Ma ora, prima di benedirti, vorrei darti un abbraccio, figlio mio"

Giacobbe "Ma certo padre, vieni, abbracciami!"

E fu così che Isacco abbracciò un quarto di bue appositamente appeso nella tenda.

Firewoman ha detto...

eh eh...
ma non era giacobbe quello glabro?

Z3RØ ha detto...

Ops O_O

Stupida Bibbia e i suoi personaggi che si confondono XD !!!

Z3RØ ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Z3RØ ha detto...

Battuta di prima, versione corretta

Isacco "Gnam...Gnam...Proprio buono questo piatto Esaù, sei stato proprio bravo."

Giacobbe "Eh già..hehe...sono stato proprio bravo, io, che sono Esaù, io"

Isacco "Ma cos'hai Esaù? La tua voce mi sembra strana?"

Giacobbe "Ah...beh...hem..avrò preso freddo cacciando, sai ho...ho deciso di depilarmi, si. Perchè vedendo mio fratello Giacobbe, sempre pieno di donne, bello col petto liscio, ho pensato: perchè non farlo?"

Isacco "Ti sei depilato? Ma a me piaceva tanto palparti e rimanere impigliato nel tuo pelo ispido"

Giacobbe "Eh si, ricordo padre...Ma non ti preoccupare. I Peli ricresceranno in quantità, e tale sarà anche la mia discendenza"

Isacco "Parole sante Esaù. Parole sante. Ma ora vieni, figlio mio. Fatti palpare lo stesso prima che ti benedica..."

Da qui nacque il detto: Anche se Esaù perde il pelo, Isacco non perde il vizio.

Giacobbe "Si ma la palpata me la sono beccata io...mannaggia a mamma e alle sue trovate..."

fallenangel ha detto...

questi due si rubano anche le benedizioni...
sempre meglio questo proto-beatiful...

Firewoman ha detto...

AHAHAHAHAHAH bellissima l'idea della depilazione.
Tra l'altro, avete letto sull'hereticus la spiegazione del giuramento con la mano sotto la coscia? Non propriamente di coscia si trattava...

Sulu ha detto...

Uah uah! Questa scena è la premessa di un'altra ancora più bella!!
Vai avanti, o Messia, che noi ce la ridiamo!