mercoledì, maggio 02, 2007

Guerrieri, alle armi!!

Secondo l’osservatore romano, chi fa battute sulla chiesa è un terrorista.

Io grazie alle battute sulla chiesa ho guadagnato euro 78.13. Ergo non sono solo un terrorista, ma sono l’equivalente di un luogotenente di Al Qaeda.

Tanto vale allora adeguarmi.
Dunque, chi volesse farsi saltare contro una chiesa (da civile la trovavo una pratica stupida, ma quando diventi terrorista cambi idea un po’ su tutto), può scrivermi per l’occorrente. Per le missioni kamikaze è inoltre prevista una polizza assicurativa sulla vita (facoltativa). Non fate come quando prendete i voli low cost, in questo caso l’assicurazione ve la consiglio!

In alternativa potete iscrivervi a uno dei numerosi campi di addestramento di terroristi disseminati nella provincia di Rovigo (non chiedete perchè: sappiate solo che lì non li troveranno mai), in cui ci si allena a farsi esplodere (stiamo lavorando per aumentare il numero di sopravvissuti dopo il primo esercizio).

Ancora, potete passare per i campi di addestramento ed imparare a maneggiare un AK47 con cui normalmente si spara sulla folla. Non potendo competere con la potenza di fuoco del vaticano, ci adatteremo a tecniche di guerriglia e brigantaggio.

Incluso nel prezzo un corso rapido di video-editing per imparare a fare i video di Bin Laden, e il pratico "Pruhtty", il coltello tagliagole dell’Ikea, con garanzia fino a 10 infedeli sgozzati.

Ci sono momenti in cui rimpiango la mia vita da civile. Ma diventare terrorista è stata più di una scelta. E’ stato il destino. Un cambiamento talmente impercettibile che me ne sono accorto solo oggi, grazie all’Osservatore.

65 commenti:

Anonimo ha detto...

Mi ricordo i bei vecchi tempi quando la Chiesa si scagliò contro i Pokémon e Harry Potter definendoli come istigatori al satanismo. Ve lo ricordate?

Il Messia ha detto...

nel 2006 Ruini si è scagliato contro 12 diverse cose, se vi ricordate il post profetico

Gabriele ha detto...

Il problema maggiore è che purtroppo c'è gente che li ascolta (anche se in realtà non sente nulla ma fa sì col capo)!

Era l'ora che tornassi! Dov'eri finito? Mi mancavano i post del tuo blog!

Il Messia ha detto...

posto sporadicamente quando ho qualcosa sa scrivere, non è un vero ritorno

Anonimo ha detto...

Anch'io sono rimasto scioccato alla definizione del comico come terrorista... cavolo devo stare attento a non fare un incidente con l'auto sennò altro che terrorista... sarò un nuovo bin laden!

Coi tempi che corrono rischi pure la censura.

Anonimo ha detto...

Vergognatevi, di queste cose non si scherza.
Che nostro Signore Gesù Cristo abbia pietà delle vostre anime perdute.

Anonimo ha detto...

[quote]

Vergognatevi, di queste cose non si scherza.
Che nostro Signore Gesù Cristo abbia pietà delle vostre anime perdute.

[/quote]

Spero che tu stia scherzando, perchè altrimenti non mi ha fatto ridere... :-/

Luca

Teufer ha detto...

[quote]Vergognatevi, di queste cose non si scherza.
Che nostro Signore Gesù Cristo abbia pietà delle vostre anime perdute.[/quote]

Battuta scadente....
Messia ritorna!

la_maddalena ha detto...

Messia, innanzitutto grazie per avermi dato della terrorista ieri...sono stata la prima a cui hai fatto l'onore!! Sono commossa! E fierissima di cotanto terrorismo!

Anonimo ha detto...

io vorrei chiedere:
se io che faccio battute sulla chiesa sono un terrorista, quelli che si fanno esplodere nei mercati come li chiami?
seguaci di willy coyote?

Zer0 ha detto...

Anche io voglio essere un terrorista!!!

Spetta...vediamo...mmm....

"Cosa fa un prete in Germania? Il pastore tedesco!"

...
...

Ok...passatemi la dinamite e finiamola qui.

Anonimo ha detto...

mmm.... sarà il caso nella situazione in cui ci troviamo oggi (mi riferisco a tensioni, xenofobie, ecc) di inasprire le divergenze di opinioni?
e libertà di parola significa libertà di insultare? perchè penso che un cattolico si possa sentire insultato da certe parole se dette per infangare ciò in cui crede, simbolicamente anche davanti alla cattedrale più importante della Chiesa.

e tutto questo perchè, condivisibile o no, a volte dogmaticamente a volte lasciando la libertà di coscienza, la Chiesa prende posizioni scomode invece di stare zitta o di ripete a pappagallo quello che va di moda dire o quello che c'è scritto sui muri.

pensare che tutto questo è nato perchè andrea rivera non è riuscito a esprimere il suo sacrosanto e inviolabile disaccordo in maniera civile...

però forse è giusto, dopo tutto ciò che Chiesa e clero hanno fatto nei secoli, fargliela pagare no? ad esempio hanno costretto all'abiura galileo galilei, perciò forse si meritano di sentirsi dare degli stupidi e dei bigotti. loro e tutti quelli che gli vanno dietro, no? perchè è questa la moda, no?
ora che ci penso, davano pure fuoco agli eretici, questa come bisognerebbe fargliela pagare?

più passa il tempo più si comincia a dover essere coraggiosi per dire in giro di essere cattolici.

Il Messia ha detto...

La penna ferisce più della spada, ma ancora di più ferisce la risata.
Ergo, libertà di parola significa libertà di satira. Satira, che è diverso da insulto. Insultare significa offendere, per esempio se mi dicessero "terrorista", ovvero una cosa gratuita, infantile e fine a se stessa.

Insultare la chiesa vorrebbe dire "tutti i preti sono **inserire aggettivo negativo**".

Fare satira vuol dire giocare su fatti assodati e usarli per far ridere.
I fatti in questo caso sono:
- il papa è contro l'evoluzionismo (non ci piove)
- la chiesa si ispira a una dottrina vecchia di millenni (non ci piove)
- negati i funerali a un poveretto che ha avuto la colpa di combattere mediaticamente un dogma, concessi a chi ha ucciso migliaia di persone (non ci piove)

dove sta l'insulto? Nel fatto che stavano vicini a una cattedrale? Bell'affare, fino a prova contraria Roma fa parte dell'Italia, non è un fondale di una cattedrale.



Allora, quando un vescovo prende una posizione politica ci si richiama alla libertà di parola. Quando una persona qualunque prende una posizione pubblica contro la chiesa, allora bisogna censurare? Simpatica questa libertà a senso unico. Io posso dire quello che mi pare, ma tu non puoi dire quello che ti pare su di me. Non male davvero.

Le divergenze di opinione possono essere inasprite. Anzi devono. Una società civile non mira a controllare le idee del popolo, quello succede su 1984. Le differenze vanno promosse, è lo scontro oltre il lecito che va evitato. Ma la chiesa non ritiene che esista un "lecito" per lei, visto che l'unica legge che riconosce è quella che essa stessa dice di rappresentare.


sono a conoscenza che ora la linea difensiva ufficiale è "siamo circondati, la gente ci critica perchè va di moda, ma noi resistiamo". Autoconvincimento di essere martiri. Ha funzionato in passato, perchè non ora?
Ovvero "voi che la pensate diversamente da noi, in realtà è perchè seguite una moda, se poteste pensare da soli concordereste con noi". Dicevamo del concetto di insulto?


Concedo però che dire "piuttosto di usare contraccettivi prenditi l'aids" o "tu che stai morendo, continua a soffrire" sono posizioni scomode. Per chi le subisce, s'intende. Per chi le rende pubbliche sono enormemente comode.


By the way, qual'è la differenza tra un cattolico che si sente "offeso" da una battuta (fondata su fatti veri, oltretutto) e un musulmano che si sente oltraggiato da una vignetta? Stessa pasta, evidentemente cotta in modo diverso.

Counter ha detto...

[quote]e libertà di parola significa libertà di insultare?[/quote]
ma le parole di andrea rivera, le hai sentite?
non mi sembra che abbia detto "i chiesaioli sono dei pezzi di merda perchè hanno negato i funerali a welby mentre li hanno concessi a pinochet", ha detto "non mi va giù che la chiesa non abbia concesso i funerali a welby mentre li abbia concessi a pinochet".
l'unico motivo per cui si è scatenato il polverone, secondo me, è proprio questa citazione di personaggi come pinochet e franco: il popolo dei credenti molto spesso si scorda della foto che un sorridente giovanni paolo secondo fece stringendo la mano a quel porco di pinochet, e la chiesa, sentendosi accostata a questi nomi, diciamo che si è sentita bruciare...

la_maddalena ha detto...

Bella Messia e Counter! Concordo e sottoscrivo!

ulbabrap ha detto...

grande messia!

[quote]
tutto questo perchè, condivisibile o no, a volte dogmaticamente a volte lasciando la libertà di coscienza, la Chiesa prende posizioni scomode
[/quote]

quando la chiesa lascia la libertà di coscienza? quando vieta l'eutanasia, lasciando liberi di sentirsi costretti a soffrire fino all'ultimo?
o quando ti dà la libertà di non avere figli vietando l'inseminazione artificiale?

coooooomunque...
io fossi in andrea rivera querelerei l'osservatore romano per diffamazione...

e poi un'ultima cosa? ma l'etimologia delle parole, 'sti qua la conoscono???
terrorista, palesemente, significa colui che provoca terrore... stanno cercando di dirci che sono terrorizzati da un comico???

quello di prima ha detto...

@ il messia:
è fuori di dubbio che la satira ci può stare, è un diritto inalienabile. non so se ve lo ricordate, ma un po' di tempo fa sono state "sconsigliate" iniziative tipo l'imitazione che crozza faceva del papa. beh, quello sì che mi è sembrato esagerato (la cancellazione delle imitazioni, intendo).

ma fin dove ci si può spingere? è giusto dire tutto ciò che mi passa per la testa, senza curarsi delle reazioni che potrebbero avere gli altri? se degli amici mi invitano a cena e non mi piace quello che mi offrono non gli rido in faccia dicendo "peccato che non ho portato fido, forse a lui sarebbe piaciuta 'sta roba" solo perchè lo penso.

"non trovo che il fatto che i vestiti degli alti prelati costino migliaia di euro sia coerente con il messaggio di dono e povertà che gli stessi prelati diffondono a parole". questo non è un insulto, è una critica legittima.

«Il Papa ha detto che non crede nell'evoluzionismo. Sono d'accordo, infatti la Chiesa non si è mai evoluta» non è fare una battuta, è offendere, non negatelo. (tra parentesi non mi pare che il papa creda che siamo nati così e che i dinosauri non siano mai esistiti. almeno non è quello che mi pare dica in discorsi come ad esempio http://www.vatican.va/holy_father/benedict_xvi/speeches/2006/november/documents/hf_ben-xvi_spe_20061106_academy-sciences_it.html
a proposito di fatti veri...)

«Non sopporto che il Vaticano abbia rifiutato i funerali di Welby. Invece non è stato così per Pinochet, a Franco e per uno della banda della Magliana. È giusto così. Assieme a Gesù Cristo non c'erano due malati di Sla, ma c'erano due ladroni». anche questa è una battuta? o è solamente una persona al di fuori di una organizzazione che si mette a sindacare (potendo avere nel merito sia torto che ragione) su come questa organizzazione opera al suo interno, con toni di superiorità da gran teologo?

questo è rispetto per le differenze?

per quanto riguarda i toni di una discussione, aspetta un attimo. sono d'accordo con te che certi dibattiti non si fanno davanti ad un the coi biscottini, ma non si deve cercare per forza di fomentare lo scontro tra persone quando questo diventa più appetibile dello scontro tra idee. è così che nascono spesso scenari di violenza di singoli e masse, senza peraltro che la discussione, quella importante, quella delle idee, sia andata avanti.

per l'accenno alla cattedrale (marginale del resto) non mi stavo riferendo a san giovanni come colonia del vaticano. dicevo che se devi ferire una persona, lo vai a fare anche a casa sua? non che farlo a milano fosse diverso, era solo una mancanza di opportunità che avevo notato.

poi, non penso che chiunque sia dotato di ragione sia cattolico. ho amici che stimo intellettualmente che non lo sono. dicevo solo che la maggior parte delle tesi anticattoliche sono in realtà le solite 2 o 3 che sentivo al liceo, che sento ripetere in tv, che mi sembrano una moda. se ho fatto capire che le tue tesi le hai copiate chissà dove e che non ti ritengo personalemente responsabile e artefice di ciò che dici, beh non era quello che intendevo. colpa mia.

vogliamo parlare di preservativi e aids?
beh, è così strano che in una dottrina religiosa si parli di qualcosa importante quanto il sesso? ed è strano che una religione, per suoi motivi condivisibili o no, reputi sbagliato l'uso del preservativo?
l'aids si combatte anche con l'astinenza.
ora, non sto dicendo che una persona con l'aids deva praticare l'astinenza sessuale a vita, ma non ci vedo niente di assurdo o malvagio in una religione che propone questa scelta.
non sei d'accordo? ok, si vede che non senti di appartenere a questa religione. dov'è il problema?

il succo è: una persona può sentirsi offesa da una battuta? e ha il diritto di non farsi offendere?

per ultimo... non ho capito cosa c'è di male a rifarsi ad una dottrina nata 2 millenni fa.

@ counter: hai mai letto il nuovo testamento? se no te lo consiglio, e non perchè sarai fulminato da chissà che illuminazione...
cmq, lì dice che già dall'inizio il cattolicesimo si è mischiato con certa gente, e ne dà pure un motivo.

cmq, è quasi ora di pranzo e vado a preparare.

ciao

quello di prima ha detto...

@ ulbabrap:

hai postato il commento appena prima di me, perciò ti rispondo subito.

la Chiesa lascia la libertà di coscenza perchè nessuno impedisce di abortire, nè di sposarsi più di una volta nè di votare a favore di leggi su inseminazione artificiale, pena di morte, matrimoni omosessuali o qualsiasi cosa.
propone solo una linea di condotta per le persone che scelgono. non è tra i compiti di una religione?

mi sembra che ci sia una legge dello stato contro l'eutanasia.

l'uso del termine terrorismo è fatto nel senso di una persona che inasprisce gli animi e destabilizza "l'umore dello stato" (se mi passate i termini...).
senza dubbio una scelta provocatorio no? strano per un giornale...

ora però vado a mangiare davvero....

ciao

tin6789 ha detto...

[quote]
non sto dicendo che una persona con l'aids deva praticare l'astinenza sessuale a vita, ma non ci vedo niente di assurdo o malvagio in una religione che propone questa scelta.
non sei d'accordo? ok, si vede che non senti di appartenere a questa religione. dov'è il problema?
[/quote]

Il Messia ha detto...

quella dell'astinenza è un nascondersi dietro a una pagliuzza.

E' ovvio che io non cristiano posso fregarmene dell'astinenza -altrimenti altro che blog facevo...-. Ma la gente altamente superstiziosa e influenzabile che popola le zone più povere del mondo prende come oro colato la "parola di dio", che in realtà è quella di un tedesco. Ma la carne è carne, e non usare il profilattico è una regola facile da rispettare (all'uomo non fa che piacere...), mentre l'astinenza lo è molto meno. Quindi la realtà è che la gente ne segue una e non ne segue l'altra. Ora, si può accettare la realtà e sacrificare la faccia per porre rimedio all'ecatombe, o dire "eh vabbè, io ci ho provato, non è colpa mia" e fregarsene.


Cosa c'è di male nel seguire una dottrina di 2000 anni fa? Beh, forse il fatto che è una dottrina fatta da uomini che non avevano nessuna idea delle problematiche di adesso. Che sono un po' diverse da quelle di allora. Dire che sono tutte regole universali è piuttosto irrealistico.

Molte altre dottrine avevano come pilastro il non attenersi rigidamente a delle regole, il cristianesimo (anzi no, solo il cattolicesimo) invece si basa sull'autorità, la gerarchia e la rigidità. Tu pecora obbedisci, io pastore comando. Nel nome di dio, chiaramente.


Fino a prova contraria la chiesa è l'ospite, non l'ospitante. E ancora non capisco dove sia l'offesa nel dire che la chiesa non si evolve. Il papa parla di canti gregoriani e messe in latino, è un'offesa farlo notare? Qui manca proprio il senso della misura.
Figurarsi cosa avrebbe dovuto dire in tutti questi anni un omosessuale, che ha sentito accostare la sua condizione a quella di incestuosi e pedofili. Nessuno scandalo allora? Si poteva parlare tranquillamente, "la chiesa ha diritto come tutti a libertà di parola".

la verità è che, semplicemente, esiste gente molto permalosa. E questa reazione spropositata a una punzecchiatura da niente rivela solo la coda di paglia di chi ha replicato.

O dobbiamo ricordare le caricature con cui a suo tempo i cristiani dipingevano Darwin, giocando sulla discendenza dalle scimmie?

Iscariota Tersicoreo ha detto...

A me non interessa quello che hanno da dire le varie denominazioni teologiche, solo mi spiace che influenzino la società sentendosi in diritto di dettare il volere di Dio. Se questo non è peccato d’arroganza, allora non so cos’è. La Fede è più importante delle Istituzioni, Dio è più importante del Papa, su questo non ci piove. O forse sì. A me interessa Dio, m’interessa la Fede, di dogmi creati ad hoc in un lontano passato, perché avevano senso tanto tempo fa’, non so che farmene. La Fede è un’Idea, un’Idea di Dio, la concezione di una natura superiore, onnisciente ed immanente l’esistere. La Fede non è un dogma, lo dice il libero arbitrio, se Dio non ha posto dogmi sull’obbligo di amarlo e credere in lui, gli altri da dove saltano fuori? Voglio fare l’avvocato di Dio, in questo frangete, perché penso che le denominazioni terrene e dogmatiche della Fede l’abbiano solo che danneggiato.

Anonimo ha detto...

E perchè allora i sindacalisti comunisti o di sx quali voi vi vantate d'essere non sono stati d'accordo con voi? ipocrisia forse?

Il Messia ha detto...

in vita mia mi sono definito in molti modi, ma "di sinistra" direi di no. "sindacalista" poi... A meno che non stessi dormendo... a volte parlo nel sonno e dico cose strane...

ci sono forse dubbi sul fatto che la condanna delle battute è una mossa populistica? ipocrisia sicuro, gli stessi che hanno preso le distanze avranno sicuramente riso quando le hanno sentite.

quello di prima ha detto...

@ messia:

e invece l'anticattolicesimo non è per nulla populista...
già mi immagino rivera sul palco il primo maggio, a pensare "ora faccio battute sul papa e mi fischieranno perchè sono tutti dalla sua parte". ma dai...

tanto per dirne una, la dottrina antiquata a cui ti riferisci mi sa che si può riassumere nel "ama dio, ama gli altri e ama te stesso". per non parlare del fatto che la dottrina si delinea nel tempo. hai mai letto bolle papali, lettere del papa, ecc? o ti limiti a criticarle?
poi, antico non vuol dire sbagliato.
lo sai quando è nata la matematica? lo so che a differenza della religione la matematica è una scienza, ma l'essere antichi a priori non è un malus.

e spero che ora non mi dirai il solito "se amano allora perchè fanno quello che fanno e dicono quello che dicono?" perchè non cercando di difendere nessuno.

poi, non capisco la tua posizione, messia.
vorresti dichiarare illegali le religioni?
o solo il cattolicesimo?

il discorso sul sesso è solo una pagliuzza?
ma ti rendi conto di quello che hai detto delle popolazioni del terzo mondo? per te sono solo animali che non capiscono nulla e che non possono fare a meno di accoppiarsi. complimenti.
beh, puoi tenerti questa tesi per il prossimo 1 maggio ed andare a dirla sul palco, così puoi giocare anche tu al martire.

@ iscariota:
mmm... la tua concezione di religione è quella di un Dio che esiste e ama ognuno e noi qui a fare quello che ci pare? caspita! una ficata!


cmq, il discorso originale era: una persona ha il diritto o no di seguire una religione senza sentirsi dire che è un cretino? (cfr le frasi di rivera che ho postato).
che male ti fa una cattolico ad essere cattolico?

tin6789 ha detto...

---per te sono solo animali che non capiscono nulla e che non possono fare a meno di accoppiarsi.---

oh su, quello di prima, non fare
finta di essere stupido... il messia ha detto che se la chiesa dice a qualcuno che rispetta in toto la sua autorità "non usate i profilattici" e poi dice "astenetevi" la regola più facile da rispettare delle due, per chiunque, non solo per le popolazioni del 3 mondo è la prima... nel 1 mondo semplicemente la maggior parte della gente ha preso abbastanza le distanze dalla chiesa per capire che la prima delle due regole può essere infranta tranquillamente e che è meglio usare i preservativi...




---tanto per dirne una, la dottrina antiquata a cui ti riferisci mi sa che si può riassumere nel "ama dio, ama gli altri e ama te stesso".---

a meno che le parole che hai scritto non includano implicitamente "ama dio, ama gli altri e ama te stesso (nel modo indicato dalle gerarchie ecclesiastiche)" mi sembra che la chiesa cattolica faccia ben altro... come ha ben detto il messia le regole vecchie di 2000 anni possono restare valide come non restarlo... l'errore che imputiamo alla chiesa è di pretendere che rimangano tutte valide...



---mmm... la tua concezione di religione è quella di un Dio che esiste e ama ognuno e noi qui a fare quello che ci pare? caspita! una ficata!---

voglio fare l'avvocato di iscariota.... XD suppongo che senza fraintendere ad arte iscariota intendesse dire che non ha bisogno di altri uomini che gli dicano cosa fare e non fare per rapportarsi a dio...




---cmq, il discorso originale era: una persona ha il diritto o no di seguire una religione senza sentirsi dire che è un cretino? (cfr le frasi di rivera che ho postato).
che male ti fa una cattolico ad essere cattolico?---

non mi sembra che rivera abbia detto "i cattolici sono cretini"... ha semplicemente fatto delle battute per esprimere il suo pensiero in merito a certe incoerenze e anacronismi propri della chiesa... non erano offese...
analizziamo questa che tu stesso hai riportato:
«Non sopporto che il Vaticano abbia rifiutato i funerali di Welby. Invece non è stato così per Pinochet, a Franco e per uno della banda della Magliana. È giusto così. Assieme a Gesù Cristo non c'erano due malati di Sla, ma c'erano due ladroni».
"Non sopporto" è la sua opinione personale, peraltro condivisa da parecchie persone mi sembra di vedere...
"il Vaticano abbia rifiutato i funerali di Welby" questo è solo un dato di fatto, non credo si possa considerare un insulto...
"Invece non è stato così per Pinochet, a Franco e per uno della banda della Magliana." altro dato di fatto...
"È giusto così. Assieme a Gesù Cristo non c'erano due malati di Sla, ma c'erano due ladroni." e qui c'è la battuta cattiva... si è cattiva, essere cattivi è essenziale nella satira... ma non mi sembra un insulto per nessuno... si limita a paragonare Pinochet Franco ai ladroni in croce con Gesù, non li sta mica paragonando a Gesù... O sbaglio..? La battuta cattiva non fa che sottolineare con un'iperbole il gesto che lui ritiene sbagliato, non insulta nessuno...

nicolò ha detto...

era da un pò che volevo postare qualcosa su questo blog... intanto i miei più vivi complimenti al messia.... se quelle frasi erano da terrorista dovreste sentire le mie :-D :-D
cmq tornando al discorso serio... il problema non sta nel fatto che uno che segue la religione sia un cretino o no.... secondo me no, anzi,io lo apprezzo perchè ha fede crede in qualcosa in cui io non credo.... ma, attenzione, io credo in qualcosa sopra di noi..... ma non credo assolutamente nel fatto che degli uomini come noi possano permettersi di criticare delle scelte che fino a prova contraria...leggasi libero arbitrio...dio stesso ha permesso che noi facessimo.... o questo libero arbitrio è valido solo quando compiamo buone o cattive azioni? se io non voglio vivere in un corpo che ormai per me è una prigione e che non sento più, che diritto hai tu (in senso generico) di dirmi no, non puoi morire, devi soffrire in quella prigione!! o per quanto riguarda la donna di non abortire.... altrimenti uccidi... oramai si sentono in trincea ma questo è successo per colpa loro per la loro intransigenza verso determinati argomenti... o con noi o contro di noi... bhe visto che la società sta cambiando anche loro dovrebbero.....

Anonimo ha detto...

Vorrei citare un punto tratto dal Dictatus Papae di Gregorio VII del 1075:

22. La Chiesa Romana non ha mai sbagliato e, come attesta la Scrittura, non potrà mai sbagliare.

1) Galileo Galilei
2) Tratta degli schiavi
3) Sterminio degli Indios
4) Inquisizione

Aggiungete voi le altre cose che mi sono scordato.

Iscariota Tersicoreo ha detto...

Caro “quello di prima”, la mia concezione religiosa non è religiosa, innanzitutto. Io non uso schemi o rituali per rivolgermi a Dio, perché non ha senso. Dio è in ogni luogo, è immanente il creato e quindi anche all’umanità, perciò non vedo il motivo per cui dovrei sottostare ad un culto per rivolgermi a qualcosa che è anche in me. Ti dirò di più, non solo credo nell’evoluzione, ma trovo che sia un’opera mirabile di perfezione, una sublime concatenazione di sinfonie dietro la quale, se si ha desiderio di farlo, si può scorgere la mano di Dio.

Per quanto riguarda la satira, è risaputo che nuoce gravemente a chi ha qualcosa da nascondere. Il discorso destra/sinistra, poi non sta in piedi. Chi è al governo - chiunque sia - ha sempre interesse nel non bisticciare con la Chiesa, perché diversamente dai partiti che si succedono in camera di consiglio, il Vaticano è sempre lì ed esercita un peso notevole ed evidente sulle vite degli italiani, che lo vogliano oppure no.
Io non mi ritengo suddito dello Stato della Chiesa, pertanto non vedo perché dovrei tollerarne le ingerenze sullo Stato Laico, uno stato in cui invece vivo. La Chiesa ha il brutto vizio di gestire in modo dogmatico qualsiasi cosa, ma i dogmi sono rigidi, scomodi e contrari all’evoluzione. Ops. Pertanto che se li tengano, io non ne ho bisogno. Quando vorrò qualcosa di pesante e rigido con cui coprirmi, probabilmente guarderò le margherite dalla parte sbagliata e quel dogma sarà in marmo, con fotografia, nome, cognome e un paio di date. Seppellirmici ora, francamente mi sembra stupido.
La satira è il contrario del dogma: mette in discussione, insinua il dubbio, costringe le persone a crescere nella dialettica e nel confronto. Le mette di fronte a verità scomode incitando il cambiamento e il miglioramento. In sostanza – opinione personale – è più vicina all’evoluzione e all’opera di Dio. Un’istituzione religiosa che favorisce il perseguimento di una posizione rigida anziché venire incontro alle necessità dei fedeli, non è una religione per l’uomo ma contro l’uomo e pertanto dannosa. Si suppone che lo scopo della Fede sia creare il Paradiso in terra, non l’Inferno.

quello di prima ha detto...

tin, tu pensi che in africa ci sia tutto l'aids che c'è perchè la chiesa dice di non usare il preservativo? la mia opinione è no.

per l'anonimo che ha citato gregorio vii: le affermazioni vanno prese ognuna nel loro contesto. la Chiesa è infallibile quando il papa parla ex-cathedra, su argomenti dogmatici.
tanto per farti un esempio. saprai sicuramente che da poco il papa ha pubblicato un libro sulla figura di gesù. beh, ha affermato che non sono dogmi, ma sue visioni. stiamo attenti a non fare confusione solo per voler avere ragione... sfido chiunque a dire che la chiesa si reputa infallibile anche in campo scientifico, o che reputi che il sole giri intorno alla terra, nonostante le atrocità che può aver commesso in passato.

iscariota, la satira è uno degli strumenti più utili di uno stato democratico. solo che non si possono sacrificare altre libertà in nome della satira.
tra parentesi, non è normale per una chiesa qualsiasi avere dei dogmi? qualcuno critica l'induismo perchè credono nella reincarnazione e si rifiutano di negarla?
è strano per esempio per una chiesa dire che la vita inizia col concepimento? sta solo dicendo in cosa crede. e ancora non capisco queste ingerenze quali sono. solo il proporre le proprie idee? oltre questo al giorno d'oggi non credo che ci sia altro, mica c'è l'inquisizione.
(non c'entra niente, ma hai citato stephen king?)

parlando d'altro, non sono riuscito a trovare il discorso in cui ratzinger dice che siamo nati come siamo e che non ci siamo evoluti da altre forme di vita. se lo trovate mi date il link per favore?

per finire, vi siete resi conto che nessuno in questo blog mi ha dato del retrogrado o del compagno di merende di malviventi?
questo è secondo me il modo in cui bisognerebbe comunicare.

Iscariota Tersicoreo ha detto...

Quello di prima, il punto è che io sono dell’idea che il dogma “tout court” sia una pessima idea, sia esso cristiano o di altra fede. Le verità rivelate in genere mi terrorizzano, perché asserendo un’infallibilità implicita sono solitamente incapaci di adattarsi alla vita che invece è trasformazione ed evoluzione.
Quanto alle ingerenze della Chiesa nella vita civile, be’ il semplice invitare la gente a non votare su questioni legate alla sanità pubblica mi sembra di una vigliaccheria avvilente. Se avessero detto, “votate contro”, non mi sarei permesso di mettere becco, perché sarebbe stato onestamente in linea con le idee della classe sacerdotale di riferimento e quindi della religione in questione. Tuttavia usando il brillante quanto furbastro escamotage del “non votate”, si è fatta leva sulla connaturata pigrizia dell’italiano medio – non raccontiamoci storie, sappiamo che è così – che da bravo e diligente cristiano non praticante ma assertivo per abitudine nei confronti dell’istituzione religiosa, si è sentito legittimato nella propria negligenza civile. Ma allora a che gioco stiamo giocando?

PS: no, non ho citato Stephen King. Ho detto qualcosa che ti è suonato suo?

quello di prima ha detto...

iscariota, l'invito a non votare è un invito, lecito, e per portare avanti i propi interessi, perchè tutti ne hanno e nessuno deve chiedere scusa per averli.
inoltre non votare ad un referendum non è come non votare alle elezioni, ma è espressione di volontà, e spero che nessuno voglia esprimere giudizi.

poi, chi non va a votare per prigrizia secondo me dovrebbe avere il certificato di "maggiorenne" ritirato, ma questa è un'idea mia.

o non si può neanche invitare, nella nostra società?

inoltre andare a votare in un modo o nell'altro non ti pone al di fuori della Chiesa. il pensarla in un modo o nell'altro sì. perchè fare parte di una chiesa con cui non si è d'accordo?

cmq, e questo è il motivo dei miei interventi, perchè offendere delle persone che si riconoscono in un'organizzazione dando dell'antiquato all'uomo che si sono scelte come capo (con quali dati non so, ancora nessuno ha scritto il link che avevo chiesto) o dicendogli come amministrare sacramenti su cui non sa nulla. a meno che rivera non sia un teologo o chissà cosa...

parlando di cazzate, per la citazione, è solo che nell'ultimo libro di king che ho finito di leggere una settimana fa diceva "guardardare le margherite dalla parte sbagliata" per "essere morti". se non lo sapevi, beh, voto 10 per te, quando l'ho letto mi ha fatto scompisciare.

ciao

Il Bianco ha detto...

Quello di prima,
concordo con te, l'invito a non votare di per se nn è la fine del mondo, ma secondo me il problema d fondo è un altro...

Tralasciando le mie opinioni sulla Chiesa (altrimenti questo post nn finirebbe mai, basta dire che molte sono già state espresse), rimane il fatto che la Chiesa nn è solo un istituzione religiosa, ma è anche un vero e proprio Stato...ora, io nn mi intendo d politica, ma d norma un ministro francese nn invita i cittadini Tedeschi o Spagnoli a nn votare ai referendum indetti nei loro Stati...Lo so che è un terreno delicato questo, e che loro come Ministri di culto devono guidare e/o indirizzare (anche se nn sono d'accordo è questo il loro compito), ma la linea d confine troppo spesso sparisce...

E riferendomi al tuo post precedente, dici che nel Suo libro il Papa esprime sue visioni, nn dogmi...ma ciò che dice un Papa ha un peso enorme, soprattutto per chi è cristiano...voglio dire, io faccio un commento su Gesù e sono mie opinioni, se le stesse le esprime il Capo della Chiesa io nn posso liquidarle come opinioni e basta...voglio dire, nn si diventa Papa coi bollini, Lui(teoricamente) ne saprà più di me o te, noh???Non "peseranno" come dogmi, ma di sicuro semplici opinioni non sono...

Messia i miei complimenti di cuore, hai tirato su un bel blog...mi spiace che nn posti + come prima, ma capisco che hai una vita anche te...ci accontenteremo di quello che passa il convento!!

sarmigezetusa ha detto...

con questo papa vai liscio che non mancheranno mai gli argomenti, caro il mio terrorista.

Anonimo ha detto...

Per Quello di prima

Io ho citato Gregorio VII per dare un'idea di come ragionano gli alti vertici della Chiesa. Mi sta bene quello che hai detto e sono pronto a riconoscere che ogni religione può avere dei dogmi in cui credere, ma il punto non è in quali dogmi crede la Chiesa: il punto è che la Chiesa vuole imporre ciò in cui crede anche a chi la pensa diversamente. E non mi venire a dire che i Cattolici se ne stanno buoni senza dare fastidio agli altri.
Per quanto riguarda la satira, mi sembra che l'affermazione che ha scatenato tutto questo pandemonio non sia altro che la "sacrosanta" verità. La Chiesa non si è mai evoluta: il discorso di Gregorio VII e di quasi 1000 anni fa e ci sono DICTAT della chiesa ancora più vecchi che sono ancora validi.
Per concludere, nessuno ti ha dato del retrogrado perché mi sembra che su questo blog le persone siano abbastanza aperte al dibattito e se vuoi dire quello che pensi in maniera educata e consapevole non hai niente di cui preoccuparti. Siamo noi che ci siamo presi dei terroristi in una maniera del tutto gratuita.

Anonimo ha detto...

X quello di prima:

sprechi il tuo tempo, qst persone sono colme di luoghi comuni e si nascondono dietro la satira per insultare, non hai letto i commenti di post precedenti? Uno ha addirittura detto che la Bibbia è stata scritta da ebrei ladroni o qlcs del genere e poi fa che avrebbe cercato i riferimenti x una ragazza che si opponeva alle sue parole e non si è + visto anche perchè la Bibbia per chi non lo sapesse è stata scritta nell'arco di 2000 anni da più persone delle più differenti estrazioni sociali ed è questo che fa della Bibbia un grandissimo testo sacro infatti nonostante ciò presenta armonia e coerenza dall'inizio alla fine.
Quindi rinuncia queste persone parlano spesso senza cognizione di causa e nonostante dicono di volere il confronto ma dopo un pò si stancano perchè non sanno + che argomenti tirar fuori (o nemmeno partecipano alla discussione come il messia nei casi precedenti) la verità è che non provano nemmeno a vedere al di là del loro naso. ciao.

Anonimo ha detto...

Premesso che hai scritto in un italiano pessimo; la Bibbia non è affatto armoniosa e coerente dall'inizio alla fine, anzi, sembra più un collage di testi + o - sacri scopiazzati un po' qua e un po' là incollati alla meno peggio, piena di contraddizioni e lì sì, che puoi trovare ogni genere di luogo comune, pregiudizio e discriminazione. Forse la dovresti rileggere senza le imbeccate della Chiesa.
E se mi posso permettere, se sei convinto di quello che hai detto, perché visiti questo blog e addirittura leggi i commenti e commenti tu stesso?

Anonimo ha detto...

lo faccio xk sono libero di fare quello che mi pare. e la bibbia rileggitela tu, si vede che ne hai bisogno, e poi nemmeno stavo difendendo le gerarchie ecclesiastiche.

quello di prima ha detto...

insomma se il papa promulga dogmi si prende le pietre, perchè chi è lui per farlo?
quando esprime le sue visioni si prende le pietre, perchè è un teologo e non un pescivendolo.
mah...

il confronto con i ministri esteri non regge, perchè è fuori discussione che un capo religioso, anche se capo di stato, debba guidare gli appartenenti alla sua chiesa. poi a cosa vogliamo arrivare, che la città del vaticano ha da guadagnarci se la gente non abortisce, o non usa i preservativi, o altro?

per la non evoluzione della chiesa: bisogna per forza rifiutare il proprio passato? non hai studiato legge, vero? e nessuno ha mai sentito parlare del concilio vaticano II? o delle alte innovazioni che avvengono, lentamente e prudentemente sì, ma avvengono?

tra parentesi, non basta leggere un libro per avere diritto di dire chissà che cosa. secondo voi quanto bisogna studiare il decamerone, la divina commedia o le vite parallele prima di poterne dare un giudizio di spessore? anni?

ma, come ho già detto, non era questo il tema che volevo affrontare. non sono qui a dire quanto è fico essere cattolico. tra parentesi non ho mai detto di esserlo.
stavo solo dicendo che secondo me si ha il diritto di non farsi offendere, diritto in teoria tutelato anche dalla legge (ma chissà, magari è solo una legge voluta dal vaticano).

aspetto ancora il link al discorso in cui il papa rigetta le teorie evoluzionistiche.

Iscariota Tersicoreo ha detto...

All’anonimo che va’ dicendo che quello di prima sta perdendo il suo tempo: noto con piacere che nel tuo ultimo messaggio hai scoperto l’esistenza della virgola, me ne rallegro. Prendi fiato, un attimo.
P.S.: per non usare introduzioni tanto lunghe, sarebbe meglio se vi firmaste in qualche modo. Solo per evitare confusione.
P.P.S.: mi spiace “spammare” sul blog del Messia, ma questo dibattito è davvero interessante.

Forse è meglio mettere le carte in tavola per evitare fraintendimenti, io non sono cristiano. Sono nato come cattolico, certo, perché sono stato battezzato, ecc. tuttavia non posso definirmi tale perché per essere cristiani – se non erro – è necessario credere nella natura divina di Cristo, ed io non ho mai fatto questo salto di fede. Messe, catechismo, comunione e cresima non sono serviti a nulla, tutt’altro. Le risposte che cercavo le ho trovate nella scienza,. In particolare nella biologia e nella teoria dell’evoluzione. Mi sono sempre rivolto a Dio senza intermediari, perciò non mi considero suddito della Chiesa o soldato di Cristo, anche se la cresima funge da arruolamento.
Proprio per questo non sentenzio sulla religione cristiana, per me ognuno è libero di seguire la propria Fede verso qualsiasi religione e di scegliersi i dogmi che ritiene più opportuni. A me non servono, sono superflui e li considero dei fardelli inutilmente gravosi, ma questa è un’opinione personale.
A scocciarmi è il fatto che un giorno sì e l’altro pure qualche alto prelato con pochissimo da fare cerca di mettere le manacce sullo stato laico. Dicevi che consigliare è lecito, benissimo, allora potrebbero farlo in modo onesto… invitando i fedeli a non usufruire della ricerca sulle cellule staminali o dell’aborto ma lasciando ad ogni cittadino il libero arbitrio sulle questioni sociali. Dio mostra maggiore lungimiranza di costoro, che – a mio modesto parere – lo rappresentano malissimo. Quanto al fatto che questo Papa sia stato scelto dai fedeli… scusa, ma non è vero. È stato eletto dai suoi pari, gente che la pensa come lui o poco ci manca, perciò che scelta è? Questo è il motivo per cui la Chiesa non evolve, perché non c’è rinnovamento, tutto è uguale a prima perché è rigida nel suo dogma d’impotenza di fronte al mondo che cambia. La Chiesa è sorpassata, Dio no.

quello di prima ha detto...

iscariota, il tuo discorso non torna.
guardala nell'ottica di chi vede la ricerca sulle cellule staminali una violazione dei diritti del feto. non può dire "cattolici, non usatele" ma invece "cattolici, difendiamo il feto, per questo, questo e quest'altro motivo".

e torno a dire che questa secondo me non è un'ingerenza.

non ho capito cosa c'entra il modo di elezione del papa. in questa organizzazione funziona così. se ci credi, credi che lo sceglie Dio, se non ci credi che ti frega?

e torno a dire che i cambiamenti ci sono. solo che non si cambia tutto perchè ogni tanto bisogna cambiare, e se non lo fai sei vecchio e quello in cui credi è sbagliato.

ps. non critichiamo le persone per come scrivono...

Davide ha detto...

Perdonate l'intrusione mi permetto di abbozzare un parere.
Prima di tutto, eccome se critichiamo le persone per come scrivono (o meglio sottolineamo i loro errori): nemmeno la nostra cara lingua va modificata così per fare, mica solo la Chiesa.

Che poi, secondo me, il problema è a monte: tu puoi essere cattolico, induista, buddista o ebreo, ma ci vuole buon senso. Anche - e soprattutto - nel difendere argomentazioni palesemente indifendibili.
Il vecchio discorso del "se credi bene, sennò che ti importa?" equivale a nascondersi dietro ad un dito, come giustamente qualcuno ha già scritto.
Ci sono questioni (i diritti degli omosessuali, l'aborto, l'uso del preservativo, per citarne alcuni) dove le ingerenze ecclesiastiche sono drammaticamente pericolose e liberticide.
Perché far rischiare la vita a migliaia di giovani per il solo fine di potersi dichiarare fedeli ad un obsoleto ideale, vecchio di 2000 anni? Allora tutto era diverso, dagli uomini stessi alle loro problematiche sociali. E' naturale che sia così. Se, come penso, ti è giunta voce della teoria dell'evoluzione, questo lo sai anche tu.
Non giriamoci intorno, perché senno qua si sfocia davvero nel ridicolo: alcune posizioni retrograde e inspiegabilmente incoerenti della Chiesa possono soltanto provocare gravi danni a livello sociale. Proviamo piuttosto ad aprire gli occhi su che cosa sia realmente quest'istituzione al giorno d'oggi, chè gli ultimi episodi sono perlomeno eloquenti. A voi la scelta.

badile ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
badile ha detto...

@ quello di prima: nel link che hai dato dove si dice che il papa crede nell'evoluzionismo?!o che lo reputi almeno valido?

tornando al punto che ti sta a cuore.. mettiamo che le parole di rivera sian state offensive, come giudichi allora le accuse di terrorismo?paragonare qualcuno che esprime le sue idee( in modo deprecabile?sarà....) a qualcuno che causa morte, violenza e dolore?

trovo che se si vuol rimanere in tema di offensività sia molto più offensiva la reazione dell'azione, e che non sia assolutamente da questa giustificabile

badile ha detto...

la chiesa e davvero a favore dell'evoluzionismo!!!ma dove?!

(...)
Per queste ragioni il Magistero della Chiesa non proibisce che in conformità dell'attuale stato delle scienze e della teologia, sia oggetto di ricerche e di discussioni, da parte dei competenti in tutti e due i campi, la dottrina dell'evoluzionismo, in quanto cioè essa fa ricerche sull'origine del corpo umano, che proverrebbe da materia organica preesistente (la fede cattolica ci obbliga a ritenere che le anime sono state create immediatamente sia Dio). Però questo deve essere fatto in tale modo che le ragioni delle due opinioni, cioè di quella favorevole e di quella contraria all'evoluzionismo, siano ponderate e giudicate con la necessaria serietà, moderazione e misura e purché tutti siano pronti a sottostare al giudizio della Chiesa, alla quale Cristo ha affidato l'ufficio di interpretare autenticamente la Sacra Scrittura e di difendere i dogmi della fede (Cfr. Allocuzione Pont. ai membri dell'Accademia delle Scienze, 30 novembre 1941; A. A. S. Vol. , p. 506). Però alcuni oltrepassano questa libertà di discussione, agendo in modo come fosse già dimostrata con totale certezza la stessa origine del corpo umano dalla materia organica preesistente, valendosi di dati indiziali finora raccolti e di ragionamenti basati sui medesimi indizi; e ciò come se nelle fonti della divina Rivelazione non vi fosse nulla che esiga in questa materia la più grande moderazione e cautela.

Però quando si tratta dell'altra ipotesi, cioè del poligenismo, allora i figli della Chiesa non godono affatto della medesima libertà. I fedeli non possono abbracciare quell'opinione i cui assertori insegnano che dopo Adamo sono esistiti qui sulla terra veri uomini che non hanno avuto origine, per generazione naturale, dal medesimo come da progenitore di tutti gli uomini, oppure che Adamo rappresenta l'insieme di molti progenitori; non appare in nessun modo come queste affermazioni si possano accordare con quanto le fonti della Rivelazione e gli atti del Magistero della Chiesa ci insegnano circa il peccato originale, che proviene da un peccato veramente commesso da Adamo individualmente e personalmente, e che, trasmesso a tutti per generazione, è inerente in ciascun uomo come suo proprio (cfr. Rom. V, 12-19; Conc. Trident., sess. V, can. 1-4).
(...)Conclusione

Cerchiamo con ogni sforzo e con passione di concorrere al progresso delle scienze che insegnano; ma si guardino anche dall'oltrepassare i confini da Noi stabiliti per la difesa della fede e della dottrina cattolica. Alle nuove questioni, che la cultura moderna e il progresso hanno fatto diventare di attualità, diano l'apporto delle loro accuratissime ricerche, ma con la conveniente prudenza e cautela; infine, non abbiano a credere, per un falso "irenismo", che si possa ottenere un felice ritorno nel seno della Chiesa dei dissidenti e degli erranti, se non si insegna a tutti, sinceramente, tutta la verità in vigore nella Chiesa, senza alcuna corruzione e senza alcuna diminuzione.

Fondati su questa speranza, che sarà aumentata dalla vostra pastorale solerzia, come auspicio dei celesti doni e segno della Nostra paterna benevolenza, impartiamo di gran cuore a voi tutti singolarmente, come al clero e al popolo vostri, l'apostolica Benedizione.

Dato a Roma, presso San Pietro, il giorno 22 del mese di Agosto dell'anno 1950, XII del Nostro Pontificato.

PIO PP. XII


per il testo completo: http://www.vatican.va/holy_father/pius_xii/encyclicals/documents/hf_p-xii_enc_12081950_humani-generis_it.html

quello di prima ha detto...

beh, è chiaro! da ciò si evince che secondo la dottrina cattolica discendiamo tutti dalla stessa coppia di homo sapiens. coppia nata da una statua di fango ed una costola.
che scemo a non averlo capito subito.

io non sono ferrato in biologia, ma qualcuno mi può dire perchè le teorie darwiniane o neodarwiniane si chiamano teorie e non leggi?
almeno nelle letteratura scientifica, è ovvio...

tra parentesi. io non ho mai detto di essere a favore dell'evoluzionismo. pensavo fosse ovvio. allora badile, chiunque non dice esplicitamente di credere nell'evoluzionismo non ci crede? perchè se è così tu non ci credi, perchè non l'hai scritto da nessuna parte.

non mi ripeterò a proposito della parola terrorista, ho già detto quello che penso.
posso solo aggiungere che almeno nello stato italiano si può rispondere alle offese verbali. ma forse questa è una legge nata per l'ingerenza della Chiesa.

tin6789 ha detto...

---tin, tu pensi che in africa ci sia tutto l'aids che c'è perchè la chiesa dice di non usare il preservativo? la mia opinione è no.---

tutti quelli che guardano la pubblicità della bravo vanno a comprare una bravo? no, ma alcuni si... non dico che se la chiesa avesse il buon gusto di stare zitta o addirittura per assurdo si desse da fare per prevenire la malattia l'aids non esisterebbe in africa, dico che pronunciarsi contro il preservativo sicuramente non può aiutare, e probabilmente fa danni...



---posso solo aggiungere che almeno nello stato italiano si può rispondere alle offese verbali.---

quali offese verbali...? non quoto in toto il mio post di prima, vai a leggero se vuoi... poi insomma riguardo alla parola terrorista... magari era intesa come un complimento, e se gli davano del dittatore era di certo un segno di grande stima...

Il Messia ha detto...

Non ho detto che in Africa sono animali. Non è imputabile a loro il fatto di essere poveri. Povertà = ignoranza (o mancanza forzata di istruzione, così non fraintendi di nuovo), ignoranza = affidarsi a quello che dicono gli altri perchp non si è in grado di capire certe cose da soli (di nuovo, non è colpa loro, ma molti non sanno nemmeno cos'è l'aids e come l'hanno presa).
Non occorre essere degli animali per avere del sano desiderio, non è che chi non riesce ad astenersi è un maniaco. Perchè se no siamo in un mondo di maniaci.


hai detto una cosa profondamente sbagliata: i dogmi esistono solo in determinate religioni (hanno la tendenza ad esserci in quelle gnostiche).
Due esempi: "Non date fede ai vecchi manoscritti, non credete una cosa perché il vostro popolo ci crede o perché ve l’hanno fatto credere dalla vostra infanzia.
Ad ogni cosa applicate la vostra ragione; quando l’avrete analizzata, se pensate che sia buona per tutti e per ciascuno, allora credetela, vivetela, e aiutate il vostro prossimo a viverla a sua volta." (Gauthama Siddharta Buddha)

"Il mio discepolo Yu è sempre d'accordo e non mi contraddice mai. Non mi è per niente d'aiuto" (Confucio)


Io non ce l'ho con il cattolicesimo: ce l'ho con qualsiasi religione che influenza senza diritto le leggi che io poi devo seguire, che pretende di guardarmi dall'alto al basso e di influenzare la mia vita di non credente. Non è colpa mia se esiste una sola religione che risponde a questa descrizione.

"ama il tuo prossimo" è un principio di OGNI religione, non fa decisamente testo, anche perchè la gente si amava allo stesso modo anche prima dell'anno 0 e dubito che senza religione tutti si odierebbero. Ama te stesso... beh se amare se stessi significa obbedire ciecamente senza ragionare (non è offensivo, è il concetto di dogma, "credici e zitto"), sottomettersi ad altri uomini e venir trattati come (e definiti) pecore, direi che non è il massimo di rispetto per se stessi.

Ci sono parecchi principi ereditati dal passato, come la misoginia o l'infallibilità papale, che proprio non trovano spazio nel mondo moderno.

Molte scienze risalgono a secoli fa, certo. Ma il senso di ogni scoperta è venir prima o poi superata da qualcosa di più complesso o rivoluzionata da qualcosa che la confuti. Per caso oggi si pensa che il fuoco tolga il flogisto dal legno? Oppure la matematica è ferma a Pitagora?

thorin ha detto...

@ quello di prima..
le teorie darwiniane sono teorie perchè nel mondo della scienza tutto è teoria.... nel senso che se in un futuro un'altro scienziato dovesse confutarle dando prova che la sua funziona meglio ed è riconosciuta da tutto il mondo ecco che la sua teoria prenderebbe piede.... qualunque essa fosse anche che noi non discendiamo dalle scimmie ma siamo piovuti qui dallo spazio....quello che voglio dire è che nella scienza niente rimane immutato per secoli, alcune teorie sono cambiate di molto vedi ad esempio la concezione tolemaica e poi copernicana dell'universo, la medicina, e tante altre teorie... invece la chiesa, e ripeto la chiesa (collegio fatto da uomini come te e me) rimane fedele ai suoi dogmi (questi si immutabili nei secoli).... ed è questo che si critica non il fatto che si abbia fede o meno... chi ce l'ha ce l'ha e non gliela leva nessuno, su questo spero almeno che mi darai ragione, ma non può la chiesa fare diktat su una popolazione, che non è detto che la pensa allo stesso modo suo. i suoi suggerimenti o idee vanno bene, e anzi deve mostrarle, nei luoghi a loro debiti ovvero nelle chiese....dove chi li ascolta, poichè sono li, la pensano allo stesso modo....ma io non tollero che colui, che io non riconosco come guida morale, essendomene fatta una mia (di morale intendo), mi venga a dire mediante sermoni fatti davanti ad una telecamera , e qui incolpo anche le televisioni che calano le braghe ad ogni soffio proveniente dal vaticano, cosa è giusto o non è giusto per me povera pecorella....
questo è almeno il mio umile pensiero.... da cattolico ma che è diventato ateo non riconoscendosi più in questa chiesa aggressiva nelle parole contro la scelta di altri....qualunque essa sia

badile ha detto...

peccato prima mi sembravi piu cosrtuttivo...innanzitutto non mi hai spiegato dove nel tuo link il papa avvalla l'evoluzionismo. quando io ti ho dato del materiale anziche valutarlo ironizzi.e sottovaluti il fatto che costretta a valutare l evoluzionismo come teoria scientifica la chiesa non ha potuto che cercare di limitare i danni, ma non ha resistito alla sua solita tentazione:

Però questo deve essere fatto in tale modo che le ragioni delle due opinioni, cioè di quella favorevole e di quella contraria all'evoluzionismo, siano ponderate e giudicate con la necessaria serietà, moderazione e misura e purché tutti siano pronti a sottostare al giudizio della Chiesa, alla quale Cristo ha affidato l'ufficio di interpretare autenticamente la Sacra Scrittura e di difendere i dogmi della fede

Cerchiamo con ogni sforzo e con passione di concorrere al progresso delle scienze che insegnano; ma si guardino anche dall'oltrepassare i confini da Noi stabiliti per la difesa della fede e della dottrina cattolica. Alle nuove questioni, che la cultura moderna e il progresso hanno fatto diventare di attualità, diano l'apporto delle loro accuratissime ricerche, ma con la conveniente prudenza e cautela; infine, non abbiano a credere, per un falso "irenismo", che si possa ottenere un felice ritorno nel seno della Chiesa dei dissidenti e degli erranti, se non si insegna a tutti, sinceramente, tutta la verità in vigore nella Chiesa, senza alcuna corruzione e senza alcuna diminuzione.


la chiesa non ha fatto altre che "subire" l evoluzionismo in quanto teoria dotata di valore scientifico, al contrario del creazionismo che non puo esser neanche chiamata teoria; ce tuttavia ha subito posto il suo dogmatismo: si ricerchi pure ma non mettete in discussione cio che noi vi diciamo di credere.e per coloro che propugneranno teorie non conformi alla dottrina cattolica non pensino che si possa ottenere un felice ritorno nel seno della Chiesa dei dissidenti e degli erranti

Iscariota Tersicoreo ha detto...

Secondo me, il dogma è l'unica cosa che frega la Chiesa e il dialogo con essa, visto che non ci sono controindicazioni di sorta nel credere sia in Dio che nell'Evoluzione. Mettere dei fermi nel proprio ragionamento inceppa la comunicazione e la logica del discorso. Posso anche accettare il fatto che una parte della popolazione scelga invece di farlo, mi va bene che credano nel creazionismo piuttosto che nell'evoluzione - la fede è una cosa personale - ma che salgano in cattedra no. Inoltre, a supportare la teoria dell'evoluzione ci sono reperti che suggeriscono diversi stadi evolutivi dell'essere umano, mentre a supportare il Creazionismo non c'è un bel nulla. Notare che nella scienza c'è perlomeno l'umiltà di usare il termine "teoria" anziché "dogma", e che prima di stabilire una "legge" ci sono vari strati di osservazione e verifica con raccolta di prove. La religione invece bypassa tutto con un bel dogma. Comodo.
Sempre secondo me, se il mondo è tanto complesso e meraviglioso, e Dio ci ha dato un cervello per esplorarlo (per chi crede in Dio, naturalmente), è nostro dovere e piacere quello di utilizzarlo in questa direzione, scoprendo le infinite complessità della natura fino a scorgervi la mano di Dio o del Caso. Secondo la nostra inclinazione naturale e in base ad un inalienabile Libero Arbitrio.

Anonimo ha detto...

rivera è un barbone...comunista...terrorista...e filoarabo...vi roderà il culo a tutti quando manderete le vostre figlie a scuola con il velo...
mi duole ammetterlo ma gli arabi sono + forti di noi perchè credono così tanto nella loro religione che sono pronti a morire per essa...noi che facciamo??? buttiamo merda su 2000 anni di ciò che è per noi storia, cultura e stile di vita...si, perchè se non ci avete mai pensato, è dovuto anche alla religione...altrimenti(anche se in certe crcostanze sarebbe condivisibile) esisterebbe anche da noi la legge del taglione...

brutti rincoglioniti ma che cazzo non vi accorgete che siamo praticamente invasi dall'islam??? poi invece che dire ora basta i governi spalancano ancora di più le porte a sta gente...ora una moschea...ora un'altra... a roma hanno fatto con i soldi dei contribuenti la moschea + grande d'europa!!!!!!!!! e voi coglioni vi permettete di difendere un cerebroleso che dice cazzate solo perchè l'anticlericalismo è di moda... andate a cagare...

Anonimo ha detto...

ah dimenticavo...
la libertà di espressione non è a senso unico e solo per chi ne ha bisogno... rivera ha detto quello che ha detto...chiunque può definirlo come vuole in nome della stessa libertà di parola...

badile ha detto...

caro ultimo anonimo non so se sei credente di sicuro non hai letto la bibbia...proprio da essa nasce la legge del taglione!!tralascio il tuo discorso sull'islam..non perche non sia importante, semplicemente perche non c'entra nulla.se sei cosi convinto della liberta di parola allora perche anche tu te la prendi con rivera?il punto non è la liberta di parola, è la risposta sproporzionata ad affermazioni piu o meno condivisibili

Il Messia ha detto...

Oh...

beh preoccupante! Non solo l'Italia diventerà un paese islamico, ma salterà le fasi e passerà subito all'integralismo tipo Afghanistan! Altro che i dilettanti dei turchi o i tunisini... che facciano votare pure le loro donne, noi c'abbiamo i talebani che stanno arrivando. Ma allora Libero aveva ragione!!

Analisi politiche perfettamente lucide e razionali come questa sono sempre le benvenute, ma non posso permettermi di veder sprecato tanto acume qui, con tutti i problemi irrisolti dell'Italia! Sarei direttamente responsabile di cotanto scempio! Orsù corri a candidarti, per il bene del mondo!

Oibò, senza religione la legge del taglione non sarebbe neanche mai nata. Eh certo, prima dell'arrivo della religione noi avevamo il diritto romano, roba primitiva e barbara. Poi dobbiamo essere fieri di 2000 anni di storia dell'occidente, non abbiamo mai torto un capello a nessuno, specialmente innomediddio! Da camminare col petto in su...


Non ho ben afferrato perchè se non si è cristiani si è naturalmente filo-islamici. E soprattutto perchè per contrastare l'integralismo musulmano bisogna fomentare quello cristiano. E' quasi comico poi come molti neanche sappiano che stanno parlando quasi della stessa religione.

Propongo una soluzione: i fedeli pagano per le costruzioni le moschee, e la chiesa paga l'ici sulle sue proprietà. Qualcuno ha voglia di indovinare chi ci rimetterebbe di più?

Se poi non credere ciecamente nelle parole di un imam prete o chi per lui tanto da essere disposti a morire per tali credenze è una debolezza... beh penso ce la terremo tutti volentieri stretta.

barbara ha detto...

Io vorrei solo ricordare a Davide, come giustamente ricordava un anonimo, che sto ancora aspettando i suoi riferimenti al "fantomatico popolo di ladroni" che ha scritto la Bibbia. Grazie.

Il Messia ha detto...

presto fatto: scorri indietro di qualche post e osserverai cosa fa il popolo prediletto da dio nella città di Sichem, per fare un esempio. O come i vari personaggi biblici si arricchiscono. Legghino siori, legghino.

Anonimo ha detto...

ciao a tutti mi sono perso un pò di post scusate..
cmq è come dire ke uno mi da del coglione,io gli dico a lui ke è un coglione due volte..
cioè sto sfigato ha detto ke la chiesa era arretrata,e loro gli anno detto ke è un terrorista. Non è che mi sembra tanto una cosa ingiusta difendere la propria istituzione eccetera

Il Messia ha detto...

hmmm....

qualcuno ha un babelfish?

Anonimo ha detto...

Io mi chiedo invece se basti DIRE di seguire la parola di Cristo per definirsi cristiani...
Cioè, più mi rileggo certi passi del vangelo e più mi chiedo come si permettono i cattolici a definirsi cristiani...
Già per il fatto che hanno un papa ed una gerarchia ecclesiastica non si capisce che cazzo centri col cristianesimo porca puttana!

Porco dio leggetevi questi:
Mt 20: 20- 28;Mc 10: 35- 45 (che poi son quasi uguali..); Atti 5:29 ...

Boh ma perchè i cattolici son cristiani? Perchè l'hanno deciso loro? Parlano di santi e trattano i santi che loro stessi creano nello stesso modo in cui tempo fa si trattavano tutti i vari dei!! E la santa degli occhi, e il santo del fuoco, e il santo dei vigili, e la santa dei minatori... boh?
PERCHé I CATTOLICI SAREBBERO CRISTIANI??

P.S. Questo blog è fantastico!

Il Messia ha detto...

ok, ma niente bestemmioni diretti. l'essenza del blog è andare di fioretto, non di mannaia.

Gerrit Boekbinder ha detto...

Pardon, è stato l'impeto...:P
Ma tanto gesù cristu dice che ci perdonano..

Mt 12: 30-32

Ahaha! è divertente fare citazioni dalla bibbia, mi sento il papa! :)

Gert

Anonimo ha detto...

La chiesa oramai sta diventando come una certa persona politica(che non nomino, lascio interpretazione libera), che essendo perennemente nel torto reagisce alle critiche e a fatti incontestabili con le solite mistificazioni e insulti, conditi da vittimismo.
Parlando di mode, ma non sarà piuttosto la chiesa a lanciare questa moda della religione ortodossa? messe in latino, proclami, comincia ad assomigliare a integralismo nn vi pare?
Credere sara pure una scelta incondizionata, ma pretendere che la gente smetta di pensare mi pare un po troppo.... gia lo fa poco...

Anonimo ha detto...

"ama dio, ama gli altri e ama te stesso"

se davvero la Chiesa seguisse questo principio non ci sarebbe niente di male... credo che tu sia parecchio disinformato... ti consiglio di vedere il video al link
http://video.google.it/videoplay?docid=-195322232469003782&q=Crimen+Sollicitationis
e moltissimi altri. La storia delle religioni (tutte, e questo forse non l’hai capito, in questo blog si “combatte” il dogma, da qualunque religione provenga) è, nel passato e nel presente, un compendio di violenze d’ogni genere, tutte fatte nel nome di Dio...

“hai mai letto bolle papali, lettere del papa, ecc?”

i frequentatori di questo blog (almeno, alcuni, e il Messia che l’ha creato non fa eccezione) sono innanzitutto degli studiosi della materia. Alcune lettere del papa attuale, di quello appena passato e degli “illustri” predecessori fanno inorridire, quando coprono, in perfetto stile mafioso, tutta una serie di delitti... mi sa che sei tu che non ne conosci molte di bolle papali... tranne quelle che la Chiesa ti fa leggere... per saperne di piu’ vai sul sito di www.bloggers.it/Hereticus/ ci sono dei post proprio sull’argomento, con tutti i riferimenti necessari.

“ma ti rendi conto di quello che hai detto delle popolazioni del terzo mondo? per te sono solo animali che non capiscono nulla e che non possono fare a meno di accoppiarsi”

bravo, molto politically correct. Poi magari vivi anche un po’ nel Sahel, e nel Sudafrica (di cui ho esperienza diretta) o in altri molti posti dove l’ignoranza è un dato di fatto, non un insulto. E guarda caso dove le religioni, soprattutto le monoteiste, imperano. E solo allora, forse, capirai cosa intendeva il messia... non si tratta di considerarli animali, come hai detto tu. Si tratta di considerarli UOMINI nel senso piu’ stretto del termine. Con i loro sanissimi desideri fisici ma anche con le loro paure, le loro credenze che derivano da queste paure, e il loro attaccarsi a qualunque dogma per combatterle. Anche quando questo dogma li conduce alla morte.

“una persona ha il diritto o no di seguire una religione senza sentirsi dire che è un cretino?”
Certo che dovrebbe essere cosi’. E mi permetto di aggiungere: “una persona ha il diritto o no di essere sè stesso (ad esempio omosessuale) senza sentirsi dire che è un traviato, un contronatura, ecc ecc? E tra le due cose, quale ritieni piu’ offensiva, non solo, direi quale dei due atteggiamenti lede di piu’ la dignità della persona? Riflettici.

Comunque nel tuo difendere a spada tratta la Chiesa hai fatto come hanno fatto un po’ tutti quelli che la stanno difendendo, e cioè la metti molto vaga sui soliti argomenti del libero arbitrio, del sentirsi offesi, ecc ecc, ma mai che uno di voi venga al sodo, cioè risponda al quesito sollevato nello specifico: tra Welby e Pinochet chi era piu’ meritevole dell’appoggio morale di un’istituzione che ritiene di essere sempre dalla parte dei buoni? Welby era una schifosa aberrazione mentre Pinochet in fondo in fondo non era cattivo? E’ cosi’?
Questa incapacità di rispondere a tono a domande ben precise è cio’ che mi ha fatto allontanare dalla Chiesa agli inizi dell’adolescenza. E guarda che non sto parlando di argomenti di fede, spirito, o simili, mi riferisco a domande ben chiare su cose terrene.
Firewoman

Anonimo ha detto...

"buttiamo merda su 2000 anni di ciò che è per noi storia, cultura e stile di vita...si, perchè se non ci avete mai pensato, è dovuto anche alla religione...altrimenti(anche se in certe crcostanze sarebbe condivisibile) esisterebbe anche da noi la legge del taglione..."

qualcuno dovrebbe ripassare la storia e ricordarsi che è l'Illuminismo, non la religione cattolica, che ci ha portato al benessere attuale. Se fosse stato per la Chiesa non avremmo, ad esempio, i vaccini, e molti dei presenti non sarebbero vivi.

quanto alle guerre orribili nascono proprio dalle intolleranze che questo sfogo di anonimo ben dimostra. Sono daccordo anch'io che gli integralisti musulmani fan paura e che potrebbero prevalere, ma non ci trovo alcuna differenza con un integralista cattolico.
Firewoman

Anonimo ha detto...

per barbara: Davide non ha piu' molto tempo di postare essendo in Svizzera per un lavoro che lo tiene occupato circa 12 ore al giorno, non ha piu' risposto per questo e non perchè aveva finito gli argomenti, come ha detto uno degli anonimi.
Ma posso risponderti io: comprati il libro "La favola di Cristo" di Luigi Cascioli, oltre a trovare i riferimenti sull'Antico Testamento, quando e come e da chi è stato scritto (riferimenti di storici, geografi, antropologi, insomma persone che hanno prove a supporto delle loro parole, non si tratta di opinioni personali) si parla anche del Nuovo Testamento, e del perchè non regge (e con questo spero di rispondere ad Anonimo che si chiede perchè contestiamo una credenza vecchia... perchè a voler studiare un po' di piu', si scopre che è falsa, come la favola di Cappuccetto Rosso, e non perchè si vuole rinnegare il passato, che comunque, come ha detto il Messia, non è poi cosi' glorioso...)
Firewoman