domenica, maggio 06, 2007

Riassunto delle puntate precedenti: nella famiglia prediletta di dio vivono Giacobbe, che aveva fatto fortuna truffando il suocero e aveva avuto benedizioni e buoni auspici truffando il padre; i figli, tra cui si distinguevano Giuseppe, lecchino preferito del padre con il vizio di dire al suo prossimo "un giorno sarò il tuo padrone", e i suoi fratelli, che da soli avevano saccheggiato una città sterminandone gli abitanti. Trovandosi per una serie di eventi in Egitto, Giuseppe prevede abbondanza e successiva carestia, e con quel pretesto viaggia confiscando tutto ciò che trova ai contadini. Quando la carestia arriva, il cibo confiscato lo vende a peso d'oro. I suoi fratelli vanno a chiederne un po', e Giuseppe si diverte creandosi un fake e non rivelandosi. Al ritorno, i fratelli si accorgono di averne perso uno, che Giuseppe si era tenuto in ostaggio. Incazzato nero, Giacobbe cede e consente un secondo viaggio solo quando non gli è rimasta che qualche simmenthal.


21Quando fummo arrivati ad un luogo per passarvi la notte, aprimmo i sacchi ed ecco il denaro di ciascuno si trovava alla bocca del suo sacco: proprio il nostro denaro con il suo peso esatto. Allora noi l'abbiamo portato indietro 22e, per acquistare i viveri, abbiamo portato con noi altro denaro. Non sappiamo chi abbia messo nei sacchi il nostro denaro!"

E' quello che dicono un po' tutti quelli che rapinano una banca!

23Ma quegli disse: "State in pace, non temete! Il vostro Dio e il Dio dei padri vostri vi ha messo un tesoro nei sacchi; il vostro denaro è pervenuto a me". E portò loro Simeone.

- Dio avrebbe fatto arrivare i soldi a voi pur ridandoli a noi? Ma come ha fatto?
- Paypal! Non potete capire!

24Quell'uomo fece entrare gli uomini nella casa di Giuseppe, diede loro acqua, perché si lavassero i piedi e diede il foraggio ai loro asini. 25Essi prepararono il dono nell'attesa che Giuseppe arrivasse a mezzogiorno, perché avevano saputo che avrebbero preso cibo in quel luogo

Chiaramente la prima cosa che fai con l'acqua dopo una traversata del deserto è lavarti i piedi! Neanche loro avrebbero disdegnato un po' di foraggio!


Giuseppe arrivò a casa, gli presentarono il dono, che avevano con sé, e si prostrarono davanti a lui con la faccia a terra. 27Egli domandò loro come stavano e disse: "Sta bene il vostro vecchio padre, di cui mi avete parlato? Vive ancora?".

Ricorda più o meno un mafioso che dice "e in famigghia, tutto bene, sì?"
Simeone fiutò una trappola:
"dì che è morto! Se no per farci venire con più soldi rapisce anche lui!"
"Hmmm babbo rapito, dato per morto.... eredità... ah sì sì, nostro padre è vivo vegeto e scalciante, l'è proprio sano come un pesce! Vuole l'indirizzo? Dalle 8 alle 11 l'antifurto non lo mette mai!"

28Risposero: "Il tuo servo, nostro padre, sta bene, è ancora vivo" e si inginocchiarono prostrandosi.

92 commenti:

la_maddalena ha detto...

"- Paypal! Non potete capire!"

Ahaha, bravo Messia, bel post! :-D Bentornato!

Anonimo ha detto...

Cavolo! Altro che Soap e Telenovelas! Dovrebbero fare uno sceneggiato con la tua rilettura!

quello di prima ha detto...

questa è l'ultima che scrivo. è in risposta all'ultimo commento del messia nel post precedente.

scusa se è off topic, ma temevo che scrivendola nel post di prima potesse sfuggirti.


1) anche i romani sapevano essere barbari (o forse barbari con un giudizio odierno): ad esempio i debitori insolventi venivano uccisi e il loro corpo diviso tra i creditori. e tra parentesi valeva la legge del taglione. (cfr http://it.wikipedia.org/wiki/Dodici_tavole)

2) la legge del taglione sta nel codice di hammurabi

3) porgi l'altra guancia. indovinate dov'è? (risposta gratis... e le streghe sui roghi? e le crociate?)

w l'informazione.

cmq, ormai abbiamo chiarito le nostre rispettive posizioni, e nonostante personalmente non apprezzi questo blog, non posso negarti che il tono della discussione è stato molto civile (tranne pochi momenti, da parte di ambo gli "schieramenti).

ci si vede in giro

Anonimo ha detto...

x quello di sopra

Mi hai fregato l'idea, peccato!!

Comunque sei un discreto troll, questo va detto

R.F.

Il Messia ha detto...

eh, caro figliolo, "occhio per occhio e dente per dente" è una frase estrapolata dalla bibbia (l'esodo, se non sbaglio). La bibbia vale ancora come testo sacro, ok per i cristiani è stata contraddetta dal nuovo testamento (con un abile giro di parole, "contraddetta" diventa "completata"), ma c'è chi ancora la considera il testo sacro principale

c'era chi aveva detto porgi l'altra guancia (con parole diverse ma non è importante) molto prima dell'anno 0. E non solo quello. La gente si stupirebbe a vedere per esempio quante cose dette da Gesù erano già state enunciate da Confucio secoli prima.

a ha detto...

perciò, il fatto che la legge del taglione (per chi non lo sapesse è occhio x occhio, dente x dente) non sia nata nella bibbia non conta. la responsabilità di questa legge, giudicata poi a torto con i parametri di oggi, è delle fonti bibliche.

conta invece che ci siano state persone non cristiane ma buone, eroiche, sante, diciamo come vogliamo, per dire che il cristianesimo è una cavolata.

dimmi poi se sbaglio. mi sembra di aver capito che l'autore di questo blog ha studiato la bibbia.
perchè messia non l'hai letta e basta, vero? non stai giudicando un libro vecchio di secoli solo avendogli dato una letta, vero?

non ti ritieni così superiore, tu che condanni il presunto senso di superiorità degli altri.

per quello di prima. avevo condiviso tutto quello che avevi scritto, ma l'ultima potevi rispiarmiartela.
non voglio entrare nel discorso del 1° maggio perchè non me ne frega niente, ma mi sembra che l'unico messaggio di questo blog sia "il cattolicesimo è stupido. chi ci crede è stupido. chi non capisce perchè cattolicesimo e cattolici sono stupidi è perchè è stupido anche lui". tutto condito da battute banali.

se volete sapere perchè ho letto questo blog, ci sono capitato per caso dal blog di chuck norris. poi ho continuato a leggere per vedere fino a dove può arrivare il qualunquismo, la prosopopea e l'ignoranza delle persone che, chissà perchè, odiano i cristiani.

Il Messia ha detto...

abbiamo assistito a: aver capito tutto.

No non ho studiato la bibbia, preferisco concentrarmi sulle cose terrene ed esistenti.
Evidentemente non l'hai capito al momento, ergo spiego il senso del blog: leggo la bibbia e la interpreto come se fosse un libro appena uscito. Se vuoi coglierci un "messaggio", è che chiunque può far dire a qualsiasi libro quello che vuole, le interpretazioni sono infinite. Chiaramente, un libro che la gente proclama di ispirazione divina non potrebbe contenere anacronismi e contraddizioni... invece più si va avanti con la bibbia e più si nota il suo legame col tempo in cui fu scritta (mentre l'ipotetico dio, essendo onnisciente e completo, non poteva farsi influenzare dalla società umana del tempo.... o no? dovrebbe essere lo stesso dio di adesso, eppure questo fantomatico scrittore sembra terribilmente appartenente alla sua epoca).
Questo per dire che mi riservo il diritto di interpretare come meglio mi aggrada qualsiasi libro che tengo sottomano. Che sia la bibbia, Guerra e Pace o 1984.


Non sta scritto da nessuna parte qui che il cattolico è stupido.
Stupido è il cattolico che pensa di essere depositario dell'unica verità (quindi l'integralista, in sostanza) e crede pertanto di poter insegnare a vivere gli altri.

la differenza tra l'ateo e l'osservante cattolico è che il primo non vuole estendere il proprio pensiero all'altro, mentre vale il discorso opposto. L'ateo non impedisce al cattolico di andare in chiesa, non gliene importa proprio niente. Più invasiva è invece la chiesa verso chi non crede.

in tal caso non si meravigli nessuno se questa viene attaccata. Non siamo più nel 1500, oggi la ragione si conquista facendo valere le proprie idee, non imponendole dicendo "zitti, non si discute, è un dogma".
io non dico che chi crede è stupido: ho rispetto di chi mi dà un buon motivo per farlo e lo sa spiegare, perchè chi ha il buon senso di mettersi in discussione ha sicuramente anche quello di non imporre niente a nessuno. molti cattolici sono blindati sulle loro idee e ne parlano come se fossero regole naturali che valgono per tutti. e questo è un atteggiamento che qualunque essere pensante può guardare dall'alto al basso.

un ultimo dettaglio: questo è un blog satirico. Per dei trattati di teologia prego rivolgersi al piano di sopra. ma ignorante a me sinceramente nessuno non ha mai avuto il coraggio di dirlo.

Se esigi rispetto dare dei qualunquisti e ignoranti a destra e a manca non è una gran bella idea.

la_maddalena ha detto...

Huahauhauha!

"abbiamo assistito a: aver capito tutto."

Hihi, un inciso fulminante.

a ha detto...

hey messia, abbassa le piume, i miei non erano insulti. era solo satira.
certo che poi se non è ignorante chi si mette in cattedra ("ma io non mi sono messo in cattedra...." hihihi) a fare esegesi dopo una letturina della bibia...


e poi, tu puoi interpretare la bibbia come ti pare (e devi essere davvero uno fuori dal comune per farlo per un libro di 1000 anni fa senza averne la preparazione) e io non posso criticare questo xxxxxxx blog? (tranquillo, sotto le x non c'era un insulto, era solo satira. ma non volevo che qualcuno privo di senso dell'umorismo potesse offendersi).

poi, francamente di religiosi che vogliono imporre la loro fede sui non credenti ne ho viste poche al giorno d'oggi.
il fatto è, se una persona crede di poter salvare l'anima ad un'altra, sbaglia se cerca di farlo?
al massimo ha torto, perde tempo, è irritante, ma sempre in buona fede.

poi, se dici che non ho capito, nega quello che ho detto, detto, non fare battutine.
tu hai detto che, sebbene il taglione non sia invenzione della bibbia, nella bibbia c'è (ad esempio nell'esodo e nel deuteronomio) e perciò la responsabilità di questa atrocità va anche nei confronti delle religioni giudaico-cristiane (tutto questo poi giudicando leggi di millenni fa con l'odiertno senso della giustizia). poi hai detto, e chissà se questo è contradditorio, che sebbene il messaggio d'amore sia presente nel vangelo, è uscito fuori anche da altre parti (come prima col taglione, ma al contrario) quindi il vangelo non ha nessun merito.
mah...

ps. grazie maddalena per il profondo commento. tipico dei sostenitori di certe tesi.

Iscariota Tersicoreo ha detto...

Com’è che sono sempre i credenti cattolici a finire con l’usare un tono aggressivo con tanto di insulti? Il porgi l’altra guancia non conta con chi la pensa diversamente? Ma allora che valore ha? Se porgo l’altra guancia a qualcuno che la pensa come me non rischio nulla. E poi se questo blog dà tanto fastidio, perché non sentire il Moige, il Garante della Privacy o il Governo? Sono certo che per far contenti i cattolici e tenerseli buoni, lo farebbero più che volentieri. Ultimamente si respira una tale aria di sudditanza da parte del governo e degli organi di controllo che non si respira.
Nota: questa non era solamente satira ma anche un po’ di acidità che mi porto dietro da qualche tempo, e che da qualche parte, prima o poi, doveva anche uscire. Almeno sono onesto e lo ammetto.

Messia, le tue analisi – anche se non hai studiato la bibbia chino sui tomi fino a farti crescere la barba alla cugino It – mi piacciono perché tengono in considerazione una visione più disincantata e meno preconcetta nell’enunciare quei passi dei testi sacri che già in tempi di catechismo mi suonavano senza senso. Un giorno vorrei chiederti di spiegare un fatto: quando Caino venne scacciato per l’omicidio di Abele e raggiunse la terra di Canaan dove prese moglie… ma questa donna da dove veniva? Da ragazzino feci la stessa domanda all’insegnante di religione, che mi fulminò con un’occhiataccia dicendomi che non era nel programma. Dev’essere stato in quel momento che persi la fiducia nell’insegnamento delle scritture.

Anonimo ha detto...

[quote]

poi, francamente di religiosi che vogliono imporre la loro fede sui non credenti ne ho viste poche al giorno d'oggi.
il fatto è, se una persona crede di poter salvare l'anima ad un'altra, sbaglia se cerca di farlo?
al massimo ha torto, perde tempo, è irritante, ma sempre in buona fede.

[/quote]

Non sbaglia fintanto che il tutto resta su un piano dialettico.
Meno giusto è sfruttare la propria forza numerica per creare una pressione lobbistica che si spinge fino ad indirizzare le scelte politiche di uno stato che dovrebbe garantire a tutti (anche a chi non crede) certi diritti.

Esempio...

La legge sulla procreazione assistita.
Esistono diverse tecniche per avere un figlio in caso di sterilità di uno o entrambi i partner.
Perchè io (non io in persona), che non sono cattolico, mi devo trovare castrato nel mio diritto di avere un figlio perchè tu (non tu in persona) pensi che il potenziale di vita sia inviolabile già a livello di ovocita.

Sai qual'è il risultato di tutto questo? Che chi ne ha le possibilità (economiche ovviamente) va all'estero, dove le leggi sono meno restrittive e chi resta si avvelena sempre di più il dente verso una comunità che poi si stupisce del calo delle vocazioni e della "nuova" tendenza sociale al relativismo.

Luca

a ha detto...

aridaje, non è tono aggressivo il mio. è satira.
se uno dopo aver letto la divina commedia fa un blog in cui dice "dante parla coi morti e va nell'oltretomba. se n'è fumata di roba buona, eh..." gli dico satiricamnente "mmm... stai facendo il simpatico, o ci credi davvero nelle cavolate che dici?"
se leggo un blog in cui si fanno allo stesso modo commenti sul significato letterale delle parole, o su giudizi dati paragonando civiltà vecchie di millenni con la nostra, cosa dovrei dire?

tanto per fare un esempio:
24Quell'uomo fece entrare gli uomini nella casa di Giuseppe, diede loro acqua, perché si lavassero i piedi e diede il foraggio ai loro asini. 25Essi prepararono il dono nell'attesa che Giuseppe arrivasse a mezzogiorno, perché avevano saputo che avrebbero preso cibo in quel luogo.

Chiaramente la prima cosa che fai con l'acqua dopo una traversata del deserto è lavarti i piedi! Neanche loro avrebbero disdegnato un po' di foraggio!

non ci credo che davvero non hai capito cosa si intendeva nella bibbia. se non hai capito dimmelo che te lo spiego, non è difficile.

certo, se poi ci portiamo dietro antipatie preconcette contro i cattolici perchè abbiamo avuto catechisti ignobili quando eravamo piccoli, le chiacchiere stanno a zero. cerchiamo di crescere.

per quanto riguarda l'uso di ovociti: se secondo me sono persone, utilizzarli e buttarli via vuol dire per me omicidio.
e su questa cosa non lascio libertà di coscienza, cerco di farla proibire per legge, non me ne lavo le mani.
per questo cerco democraticamente di convincere le altre persone, mica è illegale, no? e neppure sbagliato, mi sa.

se qualcuno si sente offeso, legga meglio quello ho scritto.
era solo satira.
come era satira dove c'è scritto che i cattolici sono solo pecore.

e spero che nessuno neghi che c'è scritto.

ps. relativismo.... causa o effetto?

Il Messia ha detto...

il discorso "io voglio salvare la tua anima quindi ti rompo le balle" non ha alcun senso. Un ateo può dire "io voglio salvare il tuo cervello quindi ti rompo le balle", ma stranamente non lo fa.

Vuoi un esempio di un religioso che considera inferiori i non credenti e vuole influenzarne le vite? oibò, guarda chi sta a capo della chiesa, non occorre cercare tanto lontano.

non ho detto che la bibbia è responsabile della legge del taglione. dico solo che non solo non la condanna, ma la conferma.



E ripeto, sul serio credi che io voglia improvvisare un trattato di teologia? Io commento la bibbia senza interpretazione, basandomi solo sulle parole, perchè trovo che già da sola faccia molto ridere e voglio condividere con altri questa fonte di intrattenimento. E l'idea della divina commedia potrei decidere di rubartela :D

a ha detto...

il discorso "io voglio salvare la tua anima quindi ti rompo le balle" non ha alcun senso.
meglio lavarsi le mani o rompere le palle per ciò che si ritiene giusto? poi cos'è, hai le batterie scariche nel telecomando? o ti dà fastidio che referendum e leggi le votano anche persone che non la pensano come te?

Un ateo può dire "io voglio salvare il tuo cervello quindi ti rompo le balle", ma stranamente non lo fa.
su questa soprassiedo, senno vado ancora di più per le lunghe, tanto esempi che lo negano ce ne sono a bizeffe.

Vuoi un esempio di un religioso che considera inferiori i non credenti e vuole influenzarne le vite?
inferiori? io direi che pensa solo che abbiano torto. come chiunque abbia una convinzione mi sembra. è reato avere fede in qualcosa e pensare che chi non ha fede sbagli?
per influenzare intendi, divulgare con tutte le proprie forze la dottrina che si ritiene giusta? non è una libertà che abbiamo tutti?
o magari dove vivi tu le leggi le fanno solo i preti e ti chiedono le decime?
Vuoi un esempio di un tipo che considera inferiori i credenti? vai qui: http://ilmessia.blogspot.com/
prima di dire che non è vero, ricordati che hai detto che i cattolici sono pecore.

non ho detto che la bibbia è responsabile della legge del taglione. dico solo che non solo non la condanna, ma la conferma.
pensi che vada preso tutto alla lettera? che la bibbia vada presa come un odierno codice di diritto?
conosci qualche aderente o ministro di una chiesa ebraico-cristiana che reputi giusta la legge del taglione?
e perchè non hai detto che il vangelo conferma il messaggio di amore e sacrificio?

a ha detto...

scordavo...

E ripeto, sul serio credi che io voglia improvvisare un trattato di teologia? Io commento la bibbia senza interpretazione, basandomi solo sulle parole, perchè trovo che già da sola faccia molto ridere e voglio condividere con altri questa fonte di intrattenimento.
magari ricordarsi che ci sono persone che la reputano più di un semplice libro, e che i tuoi toni e le tue parole possono ferirle o offenderle sarebbe il meno per una persona civile. e non stiamo parlando di sentirsi offeso perchè non ti piace la mia pettinatura.

Il Messia ha detto...

le persone che lo ritengono più di un libro semplicemente il blog dove viene preso in giro non lo leggono. E' venuta in mente questa geniale soluzione?


il papa ritiene i non credenti gente che "ancora" non ha capito niente della vita.

E' lecito divulgare le proprie idee, ma esiste un limite oltre cui la cosa diventa proselitismo, e quel limite è stato superato da tempo immemore.

Dei referendum *meglio* se non ne parli, in quel caso la chiesa è andata oltre ogni limite consentito di ingerenza politica. E anche con tutto il condizionamento possibile, hanno dovuto unire i propri voti a quelli del 20-30% di astenuti 'fisiologici' per vincere. Una cosa che si fatica a credere possa succedere in una presunta democrazia evoluta.


purtroppo tu vedi solo quello che vuoi vedere, quindi la tua visione di me e del blog è fatta ad hoc per avvalorare le tue tesi. Purtroppo la realtà è che ogni cattolico che è venuto qui a discutere civilmente è stato trattato con altrettanta (spesso maggiore) civiltà. Il discorso sulle pecore lo fa prima di tutti gesù, prenditela con lui se vuoi. O prenditela con chi parla di "pastori" e "greggi", di certo non degli anticlericali convinti...

Anonimo ha detto...

[quote]

e perchè non hai detto che il vangelo conferma il messaggio di amore e sacrificio?

[/quote]

Perchè questi sono sentimenti e atteggiamenti che dovrebbero trascendere qualsiasi religione mentre l'imposizione di queste ultime attraverso metodi non proprio... uhmmm... amorevoli (vedi l'esportazione della fede cattolica, anche attraverso la violenza, che si praticava nel 700-800 nei confronti di popoli considerati "selvaggi") non si contano.

E' inutile girarci intorno.
La chiesa è tollerante solamente con chi la pensa come lei.

[quote]

ps. relativismo.... causa o effetto?

[/quote]

Le prese di posizione sono sempre effetti

Luca

a ha detto...

le persone che lo ritengono più di un libro semplicemente il blog dove viene preso in giro non lo leggono. E' venuta in mente questa geniale soluzione?
come dire che posso offenderti quanto mi pare, se non vuoi sentirmi non mi senti.
scusa, e tu perchè senti il papa se ti dà così fastidio? solo per avere qualcuno da criticare?

il papa ritiene i non credenti gente che "ancora" non ha capito niente della vita.
è ovvio che se la vedo in un certo modo penso che gli altri abbiano torto. senno la penserei come loro, no? che sono scemo che penso una cosa e so che la ragione sta da un'altra parte?
ma non l'avevo già scritto? vabbè, un'altra volta o due lo riscrivo se può servire a fartelo capire.
del resto non mi hai detto neanche se ti devo spiegare o no quel brano della bibbia che ho citato.
tra parentesi, spero di non averti offeso, stavo solo facendo un po' di satira.

E' lecito divulgare le proprie idee, ma esiste un limite oltre cui la cosa diventa proselitismo, e quel limite è stato superato da tempo immemore.
"proselitismo: atteggiamento e azione di chi vuole acquisire proseliti a una religione."
grazie al cavolo che una religione fa proselitismo, ma ce l'hai un vocabolario a casa?

Dei referendum *meglio* se non ne parli, in quel caso la chiesa è andata oltre ogni limite consentito di ingerenza politica. E anche con tutto il condizionamento possibile, hanno dovuto unire i propri voti a quelli del 20-30% di astenuti 'fisiologici' per vincere. Una cosa che si fatica a credere possa succedere in una presunta democrazia evoluta.
l'ingerenza sono gli appelli a seguire la dottrina cattolica anche nella vita politica che ognuno di noi fa? che dovevano dire "fate i cattolici solo all'oratorio?
ma lo sai cosa vuol dire per un credente di qualsiasi religione vivere il suo credo politicamente, calato nella società in cui vive?
secondo: nei referendum, al contrario delle elezioni, anche il non voto è espressione di volontà. vuoi porre limiti a quello che si può fare? dove, in messialandia?
terzo: se c'è chi non vota perchè vuole andare al mare, e tu ci rimetti, per prima cosa non me ne frega nulla, per seconda cosa problemi vostri.

Purtroppo la realtà è che ogni cattolico che è venuto qui a discutere civilmente è stato trattato con altrettanta (spesso maggiore) civiltà.
quanto meno opinabile. ma non voglio negartelo visto che non posso fornirti prove.

purtroppo tu vedi solo quello che vuoi vedere, quindi la tua visione di me e del blog è fatta ad hoc per avvalorare le tue tesi.
ma anche no.
leggo il blog, penso, chiedo, leggo le tue risposte, traggo le mie conclusioni e te le riporto citando le tue parole. no?

Il discorso sulle pecore lo fa prima di tutti gesù, prenditela con lui se vuoi. O prenditela con chi parla di "pastori" e "greggi", di certo non degli anticlericali convinti...
forse sei timido, e non vuoi chiedere quando non capisci, perciò questa te la spiego (un po' di satira).
quando ci si riferisce al rapporto pastore-gregge ci si riferisce alla cura e alla dedizione che il pastore ha nei confronti del gregge, non al fatto che ci fa gli arrosticini o che le pecore non sono animali evoluti.
se avevi capito altro, beh, non attribuirlo a gesù, al vangelo, o alla dottrina cattolica.
sarebbe mettere in bocca alla gente parole non loro.

Perchè questi sono sentimenti e atteggiamenti che dovrebbero trascendere qualsiasi religione mentre l'imposizione di queste ultime attraverso metodi non proprio... uhmmm... amorevoli (vedi l'esportazione della fede cattolica, anche attraverso la violenza, che si praticava nel 700-800 nei confronti di popoli considerati "selvaggi") non si contano.
andiamo sullo scontato?
pensi che 700-800 anni fa a guidare la chiesa ci fosser persone con la nostra cultura? o pensi che ci fossero persone di 700-800 anni fa, con la cultura e con i limiti di persone di 700-800 anni fa? (pur restando che gli eccidi che ci sono stati sono stati abominevoli).
fra un po' parliamo anche di crociate e caccia alle streghe?
cmq, il discorso non era questo. te lo ripeto, sperando che nella mia pochezza verbale riesca a farmi capire.
il taglione sta sia dentro che fuori la bibbia, quindi dato che al giorno d'oggi è abominevole la bibbia è abominevole (anche se nessuno prende la bibbia per la legge del taglione).
amore, sacrificio, ecc, sono dentro e fuori bibbia e nuovo testamento, e chi se ne frega.
contraddizione.

Anonimo ha detto...

messia lascia perdere, questo proprio non ce la fa, è come parlare con (contro) un muro.

Gerrit Boekbinder ha detto...

Ma due palle fratello anonimo...
Esprimo il mio parere (mio quindi, non quello del messia o di qualcun altro.. cerca me quindi, non altri).

Sinceramente mi hai rotto il cazzo tu e i tuoi compari cattolici che venite qua a straparlare dei significati nascosti della Bibbia etc etc.

Se non avessi capito il messaggio, a me e forse anche ad altri non ce ne fotte un cazzo del senso nascosto della bibbia in questo contesto!
Vogliamo farci soltanto due risate e anche tre su UN LIBRO che un parte del mondo ritiene fondamentaleesacro per la propria esistenza.
e basta.
ridere, non pugnette! Tutto qui!

Se poi vuoi fare discorsi celesti sul significato della virgola tra "mezzogiorno" e "perchè" cerca altrove pellegrini, perchè qui nessuno (credo) ne abbia voglia.
Vai magari dai luterani o gli ortodossi e parlane con lor, ne avete di cose da dirvi... Sopratutto sul vostro re con le scarpette rosse e i suoi scagnozzi.

Se poi non vuoi farci il favore di non tediare i nostri occhi per logica, fallo almeno per carità cristiana.

p.s. La mia non era satira. Se poi faccio paura allora sono un terrorista.

Gert

Il Messia ha detto...

ma difatti io adoro dilettarmi con i muri.

dunque, forse non te ne sei accorto, ma a me non dedicano un articolo o servizio su ogni giornale o TG riferendo quello che dico (ovviamente è perchè continuano a chiedermelo ma io nego il permesso) anche a chi non vuole sentirlo. Il papa invece so, volente o nolente, a che ora va di corpo e che musica ascolta.

ora, te puoi sentirti incredibilmente sagace a provocare con la frasetta della satira, e non voglio rovinarti questo senso di autocompiacimento di cui non avrei il diritto di privarti. L'interpretazione ufficiale della bibbia la puoi dare a chiunque a cui freghi qualcosa, categoria che purtroppo non mi include. Per quanto mi riguarda, finchè c'è di mezzo il personaggio di dio riterrò il tutto poco credibile, e pertanto ignorabile. Casomai se fanno una riforma e i cristiani tolgono dio dalla loro dottrina potrei ripensarci.


Effettivamente è del tutto opinabile il fatto che tutti i cattolici siano venuti qui a discutere con civiltà (negli ultimi tempi soprattutto la percentuale sta calando, e ora come ora non sei granchè d'aiuto a questa statistica). Sarà per la mia fiducia nel genere umano che tendo a ricordarmi solo quelli che sono venuti in pace.

Devo svelarti un segreto: non sono solito affermare che tosando un cattolico ci possa fare un maglione. Volendo si può provare, ma per me non viene bene.
Le caratteristiche del rapporto pastore-pecora (massa, appiattimento, bisogno da parte delle pecore di una guida) si sanno. Nella bibbia e nel vangelo gli uomini sono sovente definiti "pecore" da dio stesso o dal profeta di turno.
Ergo, tu cristiano non avrai nulla da obiettare se ti definisco pecora, perchè non faccio altro che riprendere il modo in cui voi stessi vi autodefinite.
Io non cristiano posso invece offendermi a sentirmi dare della pecora, perchè per me mi si sta dicendo che non ho una volontà mia e che ho bisogno di una balia per campare.


Non far finta che tutte le religioni del mondo siano uguali a quella cristiana. Posso farti un buon elenco di religioni che danno delle regole da osservare nella vita civile, ma che sono limitati a se stessi, come dovrebbe essere.
Il proselitismo è una cosa, la divulgazione un'altra. Divulgazione è far conoscere il proprio punto di vista (ed è il massimo che un paese civile dovrebbe consentire) perchè si pensa sinceramente di fare del bene diffondendolo; il proselitismo ora come ora è puntare a massimizzare il numero di adepti per guadagnarci in potere e influenza. E' un fatto scontato che ogni organizzazione ha come fonte primaria di potere il proprio serbatoio umano. La chiesa senza adepti (o pecore, se vi piace proprio tanto...) sarebbe come la mafia senza appoggio popolare.

per quanto riguarda il referendum, astenersi e dire no sono due cose diverse nella teoria (poichè diverso è il risultato in caso di prevalenza degli uno o degli altri), stessa cosa nella pratica. Ed è un'anomalia del sistema democratico che anche un cieco riuscirebbe a vedere. E' come se alle elezioni politiche dessero i voti di chi ha scelto di non votare a uno dei partiti in lizza. che siamo, a Cuba? è evidente che il quorum attualmente è troppo elevato. Esempio pratico pratico per chi non capisce: in un referendum i sì sono al 45%, i no al 35%, gli astenuti al 20%. Il verdetto popolare sarebbe favorevole al sì, astenersi vuol dire rimettersi alla volontà di chi vota, vale per le elezioni e per ogni seduta del parlamento. E invece no! Col nostro sistema, i sì sono il 45% e la coalizione di no+astenuti è al 55%, niente quorum e vince il no.

Cose che chiaramente si accettano quando tornano a proprio favore, vero? L'Italia in fondo è anche e soprattutto questa.

ulbabrap ha detto...

Colpiscilo ai fianchi messia!!! Ai fianchi!!! fallo stancare...

Anonimo ha detto...

[quote]

andiamo sullo scontato?
pensi che 700-800 anni fa a guidare la chiesa ci fosser persone con la nostra cultura? o pensi che ci fossero persone di 700-800 anni fa, con la cultura e con i limiti di persone di 700-800 anni fa? (pur restando che gli eccidi che ci sono stati sono stati abominevoli).
fra un po' parliamo anche di crociate e caccia alle streghe?

[/quote]

Uhmmm... forse ti è sfuggito che io ho scritto NEL 700-800 non 700-800 anni fa.
Dalla "scontata" caccia alle streghe (come la definisci tu) di secoli ne erano passati ben 4 (quattrocento anni) ma la chiesa continuava a mantenere le stesse "simpatiche" pratiche di evangelizzazione.

[quote]

è ovvio che se la vedo in un certo modo penso che gli altri abbiano torto. senno la penserei come loro, no? che sono scemo che penso una cosa e so che la ragione sta da un'altra parte?

[/quote]

Intanto è ancora da dimostrare che la ragione stia dalla parte dei cattolici.
E siccome per la stessa chiesa l'esistenza di Dio è indimostrabile ma è un puro atto di fede le chiacchiere stanno a zero.

Luca

Anonimo ha detto...

Aaaaahhhhh... mi stavo dimenticando questo...

[quote]

pensi che 700-800 anni fa a guidare la chiesa ci fosser persone con la nostra cultura?

[/quote]

La dottrina cattolica è basata sui dogmi, che sono, basandosi sulla definizione di dogma (http://it.wikipedia.org/wiki/Dogma) completamente avulsi da qualsiasi "evoluzione" sociale si possa sviluppare all'interno di un popolo.
Ottimo esempio l'anacronismo con cui la chiesa continua a proibire l'uso del profilattico, anche all'interno delle coppie sposate, in caso di malattie sessualmente trasmissibili.

Allora la risposta alla tua domanda è NO, le persone che guidavano la chiesa 700-800 anni fa non avevano la stessa cultura di quelle che la guidano oggi, ma è preoccupante vedere come chi guida la chiesa oggi non si renda conto dell'abisso sociale e culturale, di usi e costumi e conoscenze in tutti i campi che separa la gente del Medioevo da quella odierna.

Luca

a ha detto...

ma difatti io adoro dilettarmi con i muri.
me n'ero reso conto.

dunque, forse non te ne sei accorto, ma a me non dedicano un articolo o servizio su ogni giornale o TG riferendo quello che dico.
forse perchè tu non hai una miliardata di gente che ti sta a sentire. ma si sa, loro sono pecore e non si rendono conto di quanto sei intelligente e bravo.

Il papa invece so, volente o nolente, a che ora va di corpo e che musica ascolta.
questa spiegamela, non l'ho capita.
conosco tante persone atee che il papa lo ignorano completamente.
se vuoi ti do il loro indirizzo, così ti insegnano a usare il telecomando (ovviamente è satira anche questa).

ora, te puoi sentirti incredibilmente sagace a provocare con la frasetta della satira, e non voglio rovinarti questo senso di autocompiacimento di cui non avrei il diritto di privarti.
veramente mi sento più che altro simpatico. certo poi mi stupisce che non noti che la frasetta della satira non sono l'unico ad usarla.

Ergo, tu cristiano non avrai nulla da obiettare se ti definisco pecora, perchè non faccio altro che riprendere il modo in cui voi stessi vi autodefinite.
Io non cristiano posso invece offendermi a sentirmi dare della pecora, perchè per me mi si sta dicendo che non ho una volontà mia e che ho bisogno di una balia per campare.

se prima di rispondere non leggi quello che scrivo andiamo avanti all'infinito.
provo di nuovo: se dico ad uno che è furbo come una volpe, ci arrivi che non gli sto dando del mammifero non evoluto? dai, che è facile...

Non far finta che tutte le religioni del mondo siano uguali a quella cristiana. Posso farti un buon elenco di religioni che danno delle regole da osservare nella vita civile, ma che sono limitati a se stessi, come dovrebbe essere.
sì, come la santa chiesa di ponzio pilato.

Il proselitismo è una cosa, la divulgazione un'altra. Divulgazione è far conoscere il proprio punto di vista (ed è il massimo che un paese civile dovrebbe consentire) perchè si pensa sinceramente di fare del bene diffondendolo; il proselitismo ora come ora è puntare a massimizzare il numero di adepti per guadagnarci in potere e influenza.
vale come un "no" alla domanda "hai un vocabolario a casa?"

per quanto riguarda il referendum, astenersi e dire no sono due cose diverse nella teoria (poichè diverso è il risultato in caso di prevalenza degli uno o degli altri), stessa cosa nella pratica. Ed è un'anomalia del sistema democratico che anche un cieco riuscirebbe a vedere. E' come se alle elezioni politiche dessero i voti di chi ha scelto di non votare a uno dei partiti in lizza.
piccolo consiglio: se pure non hai un vocabolario a casa trova qualcuno che ti spieghi la differenza tra referendum e elezioni, e la differenza tra referendum in cui vince il no e quello in cui non si raggiunge il quorum.

Uhmmm... forse ti è sfuggito che io ho scritto NEL 700-800 non 700-800 anni fa.
Dalla "scontata" caccia alle streghe (come la definisci tu) di secoli ne erano passati ben 4 (quattrocento anni) ma la chiesa continuava a mantenere le stesse "simpatiche" pratiche di evangelizzazione.

colpa mia. ho letto male.
cmq il discorso non cambia.
chi si ricorda quando è stato scritto "dei delitti, delle pene"?
certo per capire questa mia risposta bisognerebbe conoscere questo libro, o almeno avere un'encicolpedia a casa. vabbè, provate con wikipedia se non trovate di meglio.

Intanto è ancora da dimostrare che la ragione stia dalla parte dei cattolici.
stavolta non hai capito tu.
non ho detto che il cattolicesimo ha ragione, ma che se la persona pensa una cosa, la pensa perchè pensa che sia giusta e si comporta di conseguenza. o forse c'è qualcuno che pensa cosa che sa sbagliate?

La dottrina cattolica è basata sui dogmi, che sono, basandosi sulla definizione di dogma (http://it.wikipedia.org/wiki/Dogma) completamente avulsi da qualsiasi "evoluzione" sociale si possa sviluppare all'interno di un popolo.
già, i dogmi dovrebbero evolversi. dopo 2000 anni altro che uno e trino, Dio dovrebbe essere arrivato ad essere almeno fino a dieci.
genio, tutte le religioni hanno dogmi. tranne la gettonatissima "vogliamoci bene e facciamo quello che ci pare".

è preoccupante vedere come chi guida la chiesa oggi non si renda conto dell'abisso sociale e culturale, di usi e costumi e conoscenze in tutti i campi che separa la gente del Medioevo da quella odierna.
bella affermazione.
riesci a provarla? a motivarla?
o è un dogma?

Anonimo ha detto...

Senti simpaticone, se hai voglia di prendere per i fondelli la gente dillo chiaramente così evito di perdere tempo a quotare i tuoi messaggi e a risponderti.

Sei stato veramente un "genio" a prendere questa frase

[quote]

La dottrina cattolica è basata sui dogmi, che sono, basandosi sulla definizione di dogma (http://it.wikipedia.org/wiki/Dogma) completamente avulsi da qualsiasi "evoluzione" sociale si possa sviluppare all'interno di un popolo.

[/quote]

e a rispondere a "tono"

[quote]

già, i dogmi dovrebbero evolversi. dopo 2000 anni altro che uno e trino, Dio dovrebbe essere arrivato ad essere almeno fino a dieci.
genio, tutte le religioni hanno dogmi. tranne la gettonatissima "vogliamoci bene e facciamo quello che ci pare".

[/quote]

senza aggiungere anche questa

[quote]

Ottimo esempio l'anacronismo con cui la chiesa continua a proibire l'uso del profilattico, anche all'interno delle coppie sposate, in caso di malattie sessualmente trasmissibili.

[/quote]

Luca

longinous ha detto...

non ho letto tutto perchè è tardi e forse ti hanno già risposto.
x l'anonimotrollone (tal 'a'):
non è il messia ad aver chiamato i credenti pecore per primo, ma la bibbia, quindi dove starebbe l'insulto?

a ha detto...

mio ottimo luca, non voglio prendere per i fondelli nessuno, voglio solo proporre il mio punto di vista, magari dando qualcosa a cui pensare (perchè suppongo che lo facciate, prima di rispondere). tutto nel tono della satira, come notato dal messia, perciò credo che nessuno si possa offendere.

poi, non è che rispondo ad ogni parola di questo blog, dato che le mie affermazioni vengono di rado risposte, e spesso con argomenti discutibili...

cmq, mi fa piacere che ti interessa come la penso su:
Ottimo esempio l'anacronismo con cui la chiesa continua a proibire l'uso del profilattico, anche all'interno delle coppie sposate, in caso di malattie sessualmente trasmissibili.
non ci vedo l'anacronismo, dato che strumenti analoghi al profilattico sono antichissimi. lo vedo condivisibile o no.
sai, quando si fa una proposta di fede, è ovvio che non attiri tutti.
poi, mica è illegale usare il preservativo, no? puoi pure non seguire la dottrina cattolica, se non la condividi.
a meno che, a sentire qualcuno, tu non sia nato in africa. in quel caso c'è qualcuno che dice che non puoi fare a meno di fare la prima metà di quello che ti dice la chiesa.
del resto, anche i motivi per cui viene reputata sbagliata la contraccezione (che sono sicuro tutti conoscete) sono opinabili, no?
giusto mi sfugge l'uso del termine anacronistico. avrei capito un "non condivido", un "non sono d'accordo", qualcosa di questo genere.

non ho letto tutto perchè è tardi e forse ti hanno già risposto.
dotatissimo (e trollone? non so se questo aggettivo si può applicare anche a te, ma ne ho il sospetto) longinus, come non notare che ti sei già risposto da solo?

Anonimo ha detto...

Visto che andremo avanti all'infinito, volevo almeno cercare di chiarire con "a" il concetto di pecora e gregge. In qualunque tempo, quando uno da' della pecora a qualcun altro, gli vuol far capire di non essere una persona capace di pensare singolarmente e di avere una propria volontà perchè fa parte del gregge e deve fare come fanno tutti (altrimenti è una pecora nera). Questo è il concetto della Bibbia? Mi pare circa di sì. Posso ritenermi quantomeno indispettito se mi si paragona a una pecora? Direi di nuovo di sì.

Cosa ne pensi "a"?

a ha detto...

anonimo, non ti dirò cosa ne penso, ma cosa si intende, visto che si parla di dottrina cattolica e non di nostre idee personali.

il messaggio che propone la chiesa cattolica (perchè mi sembra che stiamo parlando del loro libro sacro, la bibbia della cei) è "chi ha la responsabilità di un gruppo di persone, ne abbia la stessa cura che il pastore ha per il suo gregge".
non si dà della pecora a nessuno.
si dice a qualcuno di comportarsi come un pastore.
qualcuno che fonda la sua vita su una gruppo di cui è responsabile.

poi, se voi avete letto che da qualche parte si dice: cattolici siate pecore e seguite ciecamente chi vi sta gerarchicamente superiore, fatemelo sapere. (mi riferisco a fonti ufficiali, non a letture superficiali).

Il Messia ha detto...

ok, serve un esempio in cui in un testo ufficiale viene detto "siamo pecore"?che problema c'è, basta chiedere!

"Siamo il popolo di Dio, le pecorelle del suo gregge, ossia la sua Chiesa! Sia voi che io facciamo parte di questo gregge del Buon Pastore." (card. Crescenzo Sepe)

è abbastanza ufficiale?



[i]genio, tutte le religioni hanno dogmi. tranne la gettonatissima "vogliamoci bene e facciamo quello che ci pare".[/i]

questo dal punto di vista di chi pensa che l'unica religione sia la sua, evidentemente.
Purtroppo, ahimè, al mondo ne esistono altre, ne cito 2, quelle che ritengo più sagge e in nome di cui nessuno nella storia ha mai ucciso:

"Non date fede ai vecchi manoscritti, non credete una cosa perché il vostro popolo ci crede o perché ve l’hanno fatto credere dalla vostra infanzia.
Ad ogni cosa applicate la vostra ragione; quando l’avrete analizzata, se pensate che sia buona per tutti e per ciascuno, allora credetela, vivetela, e aiutate il vostro prossimo a viverla a sua volta." (Gauthama Siddharta Buddha)

"Il mio discepolo Yu è sempre d'accordo con quello che dico. Non mi è per niente d'aiuto" (Confucio, dialoghi)


La prima citazione è piuttosto esplicita, è un invito a non cedere ai dogmi. La seconda vede il fondatore di una filosofia-religione esortare a contraddirlo e confutarlo, perchè sarebbe "d'aiuto".

Hai qualche altra perla di saggezza da dire? che so "tutte le religioni hanno un dio che aiuta in guerra il suo popolo" o giù di lì?

Il Messia ha detto...

eh purtroppo già mantenere il blog è un lavoro gravoso, se non sono adorato da miliardi di persone è perchè non lo voglio.

ah, se i tuoi amiconi atei pur di non sentire tutto sul papa non si guardano i tg son fatti loro. Tendo a tenermi informato, sai com'è! Purtroppo pare che ci sia qualcuno che pensa che "informare" voglia dire riferire ogni parola della dal papa e mettere in prima pagina "la quattro stagioni è per me, ha detto oggi il pontefice, dure le reazioni politiche".

Figliolo, mi duole rivelarti che io ho scritto "astenersi e dire no dovrebbero essere due cose diverse perchè diverso è il risultato del prevalere degli uni o degli altri". Ergo, casomai chi ha bisogno di un ripassino è chi pensa che dire no e astenersi sia manifestazione della stessa volontà.
Altro ti serve, mi sa, che un vocabolario.

Anonimo ha detto...

a, la tua aria di superiorità la si trova solo in pochissime persone, e quasi tutte la domenica dicono messa...non è che sei un prete? Solo così si spiegherebbe l'evidentissimo lavaggio del cervello a cui sei stato sottoposto, oppure te lo sei fatto da solo leggendo troppi libri, saresti uno dei pochi uomini al mondo a cui la cultura ha fatto male.
In più non capisco una cosa, se a noi dà fastidio il papa, il vaticano e tutto 'sto circo tu vieni a dirci che possiamo benissimo ignorarli perché conosci molti atei che lo fanno; io conosco moltissimi cristiani a cui danno fastidio gli atei (familiari compresi) e loro non vanno sui siti atei, anticlericali e simili a questionare su ogni cosa, soprattutto sulla satira, ci ignorano solamente, quindi ti prego (una ateo che prega, ironico, no?) IGNORACI!!!
Io non ho la tua cultura (e a questo punto me ne ritengo fortunato), quindi ho controllato su Wikipedia "Dei delitti e delle pene" ma non mi ha certo convinto che tu abbia ragione, quindi se proprio ti senti obbligato a farlo ritenta, sarai più fortunato (forse).

Uyulala ha detto...

Ho letto (con infinita pazienza, credetemi) la diatriba in questione. Sicuramente esprimerò concetti già detti, ma ahimé non tutto di ciò che ho letto mi è rimasto in testa.
Una prima cosa: mi piace quanto dice Il Messia sulle altre religioni: da anni mi interesso di religioni non cristiane e confermo quanto dice: molte religioni non fanno proseliti. Una religione nata dalla costola dell'Islam, nel XIX secolo in Persia, la religione BAHAI, ha il DIVIETO assoluto di fare proseliti. I suoi seguaci possono parlare della propria religione solo qualora entrasse il discorso in forma casuale. Tale divieto nasce proprio da un'impostazione non violenta della loro forma di fede: considerano infatti il proselitismo una forma di violenza (ed io sono d'accordo con loro).

Per quanto riguarda il buddhismo, una frase che ho nella mente e nel cuore di S.S. il Dalai Lama (per me è l'unica persona che ritengo degna di fregiarsi del titolo di Sua Santità) è "Se le scritture contraddicono la realtà, sono le scritture che devono cambiare". Anche nel Buddhismo (tranne alcune sette derivate da esso) il proselitismo viene considerato una violenza.

Così come in molte altre religioni anche nel Taoismo, forma filosofico-religiosa in cui mi ritrovo molto, l'accento viene posto sulla crescita personale ed è stigmatizzata come inutile e risibile la tendenza di molte persone di "far cambiare gli altri". Si tratta di fatto di un trucco per non cambiare se stessi. Trucco che porta solo ad una disgregazione dell'armonia e ad un decadimento dell'essere umano e del mondo tutto.

Il fatto di sentire di "aver ragione" è considerata dalla maggior parte delle religioni ad impronta mistica un ostacolo molto pesante ad un cammino di crescita sia personale che del collettivo, e questo perchè occulta, ostacola, impedisce la maturazione individuale, l'esercizio della compassione universale (concetto profondamente diverso da quello cattolico), porta a divisioni, razzismi, guerre, dolore.

Uyulala ha detto...

Parlavo poco fa con Il Messia via MSN proprio della religione Bahai, e riguardo a questa mi chiedeva chiarimenti. Voglio riportare alcune cose che ho detto a lui:
la religione Bahai è monoteista, nata in seno ad una società islamica il suo fondatore è stato perseguitato per gran parte della sua vita, finchè non ha concluso in Turchia l'ultima parte.

Come dicevo è una religione che non fa proselitismo, non intende influire nella vita politica della nazione ospite al punto che in linea di massima tendono ad integrarsi in ogni nazione. Hanno dei punti di divergenza rispetto ad alcune cose dell'Islam, ma questi punti di divergenza saltano fuori solo quando vengono imposte loro delle cose che sono contrarie alla loro etica. Per esempio: credono nella completa uguaglianza fra uomini e donne e in Iran sono perseguitati perchè le donne non portano lo Shador. Esse vengono spesso arrestate per questo, molte di loro sono costrette a espatriare (io ne ho conosciute due esuli in Italia). Però quando vivono in nazioni islamiche in cui non vige la legge coranica non hanno nulla da ridire al fatto che alcune donne decidano spontaneamente di usare veli per coprire il capo.

Fra i Bahai esiste una forma di divorzio: quando una coppia non riesce a portare avanti il matrimonio chiede quello che chiamano l'"anno di pazienza": per un anno cercano di risorlvere i problemi di relazione, se non ci riescono il loro matrimonio può essere sciolto.

Anche loro hanno le limitazioni sulla sessualità simili a quelle cristiane: considerano "disordini sessuali" tutto quanto è al di fuori del matrimonio. Però non lo considerano "peccato" e per questa ragione non si intromettono sulle decisioni del singolo.

Pochi conoscono la loro esistenza proprio perchè sono estremamente discreti. Eppure è una religione molto diffusa.

la_maddalena ha detto...

Gerrit Boekbinder hai un po' espresso il pensiero di tutti noi. Quindi ti quoto senza ripetere tutto :-D Anche perché la diatriba è infinita... Condivido anche il pensiero di Uyulala.
Ma non avrei mai la pazienza del Messia per star dietro alla discussione...è appunto parlare al vento o a un muro.

Anonimo ha detto...

[quote]

non ci vedo l'anacronismo, dato che strumenti analoghi al profilattico sono antichissimi

[/quote]

Tratto da Wikipedia:


Il termine anacronismo (dal greco ἀνά "contro, all'indietro" e χρὁνος "tempo") si usa per indicare generalmente situazioni dove appaiono oggetti o personaggi che storicamente non sarebbero potuti apparire.

Un anacronismo è dunque un fatto o un oggetto “fuori dal tempo”, ovvero, inserito in un contesto temporale che non è il suo.

...

Il termine viene usato anche in senso opposto, per indicare fatti o realtà che appaiono superati poiché ormai appartenenti ad un'epoca storica molto lontana nel passato.


Non è anacronistico il profilattico, ma il diktat della chiesa che ne proibisce l'uso.
Poteva funzionare nel Medioevo dove la maggior parte della gente era analfabeta e le conoscenze mediche erano molte di meno e non certo alla portata di tutti (tutti coloro che vogliono informarsi, ovviamente) come oggi e l'atto sessuale era visto semplicemente come funzionale alla procreazione.

Luca

Iscariota Tersicoreo ha detto...

Vorrei dire una cosa riguardo alla figura retorica della pecora nella simbologia cristiana.
“a” ha detto: “chi ha la responsabilità di un gruppo di persone, ne abbia la stessa cura che il pastore ha per il suo gregge.”
Sì, questo è un bel messaggio – riguardo il senso di responsabilità e dovere – ma come tanti altri bei messaggi del cristianesimo delle origini è stato travisato dall’istituzione ecclesiastica in una dogmatica e cieca fiducia che i fedeli dovrebbero riconoscere alla Chiesa stessa. Tuttavia quest’interpretazione fa il paio con l’infallibilità papale e l’obbedienza alla santa sede. In sostanza, è una buona cosa quella espressa nelle idee, ovvero sia che ci si deve rendere responsabili per chi dipende da noi, ma non che si abbia diritto di governo su costoro come se fossero al nostro servizio. I pontefici invece hanno pensato bene di piegare quest’idea al proprio tornaconto, istituendo l’infallibilità papale che non era assolutamente parte degli insegnamenti di Cristo – se per voi cattolici questo nome significa ancora qualcosa (ma, è satira, ehi) – ed approfittando della propria posizione per modificare ed inserire qua e là correzioni agli insegnamenti. Perché evidentemente dovevano essere imperfetti, suppongo.

a ha detto...

qualche commento spot, che comincio a sentirmi come nella posta di sonia.

eh purtroppo già mantenere il blog è un lavoro gravoso, se non sono adorato da miliardi di persone è perchè non lo voglio.
:D

"Siamo il popolo di Dio, le pecorelle del suo gregge, ossia la sua Chiesa! Sia voi che io facciamo parte di questo gregge del Buon Pastore." (card. Crescenzo Sepe)
a proposito delle pecore... ok, chi sono io per costringerti alle mie idee (non lo dico per aver finito gli argomenti ma per noia. se qualcuno vuole basta chiederlo e il discorso si riapre da questo preciso punto).

per quanto riguarda il fatto che le discipline filosofiche non abbiano dogmi, beh, mi asterrò dal sottolinearne l'ovvietà.

a, la tua aria di superiorità la si trova solo in pochissime persone, e quasi tutte la domenica dicono messa...non è che sei un prete? Solo così si spiegherebbe l'evidentissimo lavaggio del cervello a cui sei stato sottoposto, oppure te lo sei fatto da solo leggendo troppi libri, saresti uno dei pochi uomini al mondo a cui la cultura ha fatto male.
grazie per la lezione d'umiltà. comunque continua ad informarti su "dei delitti delle pene", vedi a proposito di cosa l'ho citato e non sarà più così oscuro.

IGNORACI!!!
beh, il fatto è che mi andava di confrontarmi con persone che la pensavano in maniera mooooolto diversa da me, e vedere come rispondevano alle mie affermazioni e se avevo da rispondere alle loro.
ad ora non ho sentito niente di particolarmente interessante (tranne i messaggi di uyulala) e volevo vedere come si evolveva la cosa.
cmq il blog non è mio e basta che il suo autore me lo dica e levo le tende. sempre che non mi stufi prima.

per quanto riguarda il proselitismo, beh... una religione non mira allo sviluppo della persona e della società? non fare proseliti non vuol dire guardare solo il proprio orticello?
non capisco in che punto il proselitismo (non guerra santa) sia qualcosa di violento.

Non è anacronistico il profilattico, ma il diktat della chiesa che ne proibisce l'uso.
luca, sai perchè la chiesa proibisce il profilattico?

Sì, questo è un bel messaggio – riguardo il senso di responsabilità e dovere – ma come tanti altri bei messaggi del cristianesimo delle origini è stato travisato dall’istituzione ecclesiastica in una dogmatica e cieca fiducia che i fedeli dovrebbero riconoscere alla Chiesa stessa. Tuttavia quest’interpretazione fa il paio con l’infallibilità papale e l’obbedienza alla santa sede.
o questo, o ognuno può dire che la dottrina è quello che gli passa per la testa.
nella realtà non tutto viene proposto come dogma (vedi l'ultimo libro di ratzinger). il fatto è: c'è un abuso dell'infallibilità e del richiamo all'obbedienza? beh, se sei religioso cerchi di aver fede che alla fin fine a prendere le decisioni è Dio, ecc. ecc., senno il problema non si pone. non essendo religioso che autorità o autorevolezza puoi riconoscere al capo di una chiesa?

In sostanza, è una buona cosa quella espressa nelle idee, ovvero sia che ci si deve rendere responsabili per chi dipende da noi, ma non che si abbia diritto di governo su costoro come se fossero al nostro servizio. I pontefici invece hanno pensato bene di piegare quest’idea al proprio tornaconto, istituendo l’infallibilità papale che non era assolutamente parte degli insegnamenti di Cristo – se per voi cattolici questo nome significa ancora qualcosa (ma, è satira, ehi) – ed approfittando della propria posizione per modificare ed inserire qua e là correzioni agli insegnamenti. Perché evidentemente dovevano essere imperfetti, suppongo.
per quanto riuguarda l'autorità papale, veramente sta scritto nel vangelo. il fatto è che è come se uno ti dice che ha ragione e ti fornisce lui le prove.... è un cane che si morde la coda. tant'è che alcune chiese riconoscono l'autorità del papa altre no. come prima alla fine il punto nodale è "tu ci credi?".
per il resto, non è che ci siano più le decime... cosa intendi per governo? alla fine ognuno può fare quello che vuole, anche uscire dalla chiesa. chi lo vieta.
anche per il taglia e cuci degli insegnamenti originali, mi sai dare prove e fonti?
dai, senza provare nulla è troppo facile...

ulbabrap ha detto...

"dai, senza provare nulla è troppo facile.."

già, non si può sostenere nulla senza le prove, dovresti proprio dirlo a quello che sta difendendo la religione... ops!

a ha detto...

già, non si può sostenere nulla senza le prove, dovresti proprio dirlo a quello che sta difendendo la religione... ops!
dai, non mi sottovalutare così... questa è dialettica...
ho detto più volte che se uno mi dicesse "io non credo in Dio", o "io non credo nella chiesa cattolica" non avrei niente da dirgli. è questione di fede, o ci si crede o no.
ma se mi dici che una certa categoria ha certe abitudini, allora ti chiedo di renderne conto.

cmq, ero solo tornato per chiedervi una cosa: conoscete un blog il cui gestore ha il nick "allah" che prende in giro l'islam, o magari uno stesso blog per la religione ebraica gestito da un tale "jaweh" (mmm... non sono sicuro si scriva così...) (questo blog non vale per l'ebraismo, non barate...)? o cmq qualcosa relativo ad una religione non cristiana?
perchè mi sta prendendo il dubbio che ancora non c'è nessuno che oltre ad essere così maleducato ne abbia pure il coraggio.
cmq non lo so, accetto volentieri un link che mi smentisca.

longinous ha detto...

Innanzitutto chiedo scusa se era tardi e avevo sonno, ma tanta voglia di risponderti.
Ora non è tardi, non ho sonno, sono solo un po' malaticcio, ma abbastanza lucido per risponderti.
Innanzi tutto non mi rispondo affatto da solo, io ho chiesto dov'era l'insulto e tu non mi hai risposto facendo il superiore.

"perchè mi sta prendendo il dubbio che ancora non c'è nessuno che oltre ad essere così maleducato ne abbia pure il coraggio."
Bè, perchè non cominci a farlo tu che sei così coraggioso (non voglio dire maleducato perchè non ho interpretato bene questa parola nel contesto di questo blog, me la spieghi? non sto scherzando)?
Io non ho un Corano, quindi non posso farlo, ma non credo che servirebbe: basta stare ad ascoltare ogni tanto al-giazira (lo so che non si scrive così!) quando legge i comunicati dei talebani o cose così per farsi due risate, non serve il commento ironico, è meglio di Beppe Grillo!

Gerrit Boekbinder ha detto...

"la quattro stagioni è per me, ha detto oggi il pontefice, dure le reazioni politiche"

Messia I love you.

Anonimo ha detto...

[quote]

Non è anacronistico il profilattico, ma il diktat della chiesa che ne proibisce l'uso.
luca, sai perchè la chiesa proibisce il profilattico?

[/quote]

Perchè ho sempre l'impressione che quando quoti i messaggi sembra che tu ti rivolga a gente che parla per partito preso e non con cognizione di causa.

Certo che so perchè la chiesa proibisce il profilattico, ma siamo nel 2007.
Giacere (in senso biblico ;) con la propria compagna sperando che non rimanga incinta è il modo migliore per invertire in maniera drastica l'attuale tendenza alla denatalità che si riscontra in Italia.
Ma non siamo più agli inizi del '900, quando la maggior parte delle famiglie erano contadine, le case, per quanto mancanti di tutte le comodità moderne erano spaziose.
I bambini, già a pochi anni venivano lasciati allo "stato brado" perchè non c'erano tutti i rischi che presenta la società moderna.
E comunque crescevano.
(So di cosa parlo, i racconti di mia nonna sono una "fotografia" perfetta di quello che era la vita a quel tempo).

Oggi un figlio, per quanto possa essere desiderato, costa caro, ancora prima di nascere e ci si pensa su tre volte prima di fare il passo.

Allora, tu mi puoi dire che la chiesa proibendo l'uso del profilattico e di conseguenza evitando "l'uccisione" di un potenziale essere umano, fa solo il suo mestiere ma come spesso succede è facile pontificare su situazioni di cui non si ha esperienza diretta.

E quando dico diretta non intendo avere a che fare quotidianamente con persone che chiedono un sostegno anche solo morale perchè mandare avanti una famiglia è difficile, ma intendo proprio avere una moglie, dei figli, doverli nutrire, vestire, istruire.
Farli crescere.

E non con l'8x1000 della mia dichiarazione dei redditi, ma con un lavoro da 900 euro al mese.

Luca

longinous ha detto...

non preoccuparti, luca.
Ora il nostro buon a ti darà parole di conforto facendo un OCR+CopiaIncolla dell'ultimo libro del Papa.
Perchè sbattersi a pensare da soli se c'è qualcun altro ce lo può fare per te?

longinous ha detto...

ok, refuso, era "CHE può farlo per te".

Il Messia ha detto...

caro figliolo, uno dei filoni principali di questo blog (il mio preferito sinceramente) è una presa in giro dei mitzvot ebraici, le 613 leggi fondamentali dell'ebraismo. Sono talmente comiche che spesso il mio intervento è superfluo.

per quanto riguarda l'islam, il corano non è un libro di narrativa come la bibbia e non si presterebbe a un'interpretazione alla lettera. Ho provato a darci un'occhiata ma non mi è venuto fuori niente di decente, se non altro perchè è un libro molto più "moderno" della bibbia e non contiene altrettante parti vetuste. i veda indù allo stesso modo non offrono spunti umoristici. I testi di religioni-filosofie orientali semplicemente sono su un altro pianeta come intelligenza, e pur essendo più antichi della bibbia sono "invecchiati" molto meglio e sono ancora incredibilmente attuali.
La religione dei mormoni è un'altra da cui ho spesso e volentieri preso del materiale per riderci su, cosa ancora più grave se si considera la giovane età della suddetta religione.

a ha detto...

Innanzitutto chiedo scusa se era tardi e avevo sonno, ma tanta voglia di risponderti.
ok, ho capito, non avevi niente da dire ma volevi dire comunque qualcosa.

Innanzi tutto non mi rispondo affatto da solo, io ho chiesto dov'era l'insulto e tu non mi hai risposto facendo il superiore.
farei di più il superiore a rispondere al tuo intervento, la cui risposta era così ovvia.

Bè, perchè non cominci a farlo tu che sei così coraggioso
chi ha detto che sono coraggioso?
ho fatto qualcosa di così coraggioso a scrivere su un blog che non è neanche il mio?

non voglio dire maleducato perchè non ho interpretato bene questa parola nel contesto di questo blog
secondo me l'educazione richiede di trattare gli argomenti religiosi, in cui anche non si crede, con termini appropriati. non ci si fa beffe ne si bestemmia, almeno nella mia ottica, neanche di ciò in cui non si crede.

Io non ho un Corano, quindi non posso farlo, ma non credo che servirebbe: basta stare ad ascoltare ogni tanto al-giazira (lo so che non si scrive così!) quando legge i comunicati dei talebani o cose così per farsi due risate, non serve il commento ironico, è meglio di Beppe Grillo!
spero proprio che tu non prenda i vari terroristi che si rifanno, a loro dire alla dottrina islamica come teologi della religione musulmana.

Perchè ho sempre l'impressione che quando quoti i messaggi sembra che tu ti rivolga a gente che parla per partito preso e non con cognizione di causa.
forse perchè non vedo logicità nelle risposte. sempre le rare volte che mi si risponde a tono.
ma magari non lo vedo io.

Certo che so perchè la chiesa proibisce il profilattico, ma siamo nel 2007.
leggendo il tuo intervento penso invece che tu non lo sappia. quali sono le tue fonti?

Allora, tu mi puoi dire che la chiesa proibendo l'uso del profilattico e di conseguenza evitando "l'uccisione" di un potenziale essere umano...
attento... confondi la contraccezione con un'eventuale successivo aborto. se mischi i discorsi la discussione va nel caos.

ok, refuso, era "CHE può farlo per te"
non c'era bisogno della correzione longinus... sai quanti me ne saranno capitati a me di errori mentre scrivo...
l'ortografia era l'ultima cosa di cui dovevi preoccuparti nel tuo ultimo insulso intervento.

caro figliolo, uno dei filoni principali [...] se si considera la giovane età della suddetta religione.
colpa mia, pensavo l'ironia fosse palese. la prossima volta la specifico come ho fatto per l'ironia...
tra parentesi, posso chiederti perchè ti rivolgi a me come "figliolo"?
non che lo trovi fuori luogo, tutt'altro, è perfettamente in tema con la saccenza dell'intero blog.

tra l'altro messia, ti dà fastidio se continuo a scrivere qui?

a ha detto...

colpa mia, pensavo l'ironia fosse palese. la prossima volta la specifico come ho fatto per l'ironia...
oppps. volevo scrivere "colpa mia, pensavo l'ironia fosse palese. la prossima volta la specifico come ho fatto per la satira..."
beh, glie l'avevo detto a longinus no?

Il Messia ha detto...

scherzi? biasimo la tendenza cattolica ad evitare i confronti e poi mi darebbe fastidio confrontarmi?

a ha detto...

un commento anti cattolico in ogni frase...
chissà cosa ne direbbe uno psicanalista...

Iscariota Tersicoreo ha detto...

un commento anti cattolico in ogni frase...
chissà cosa ne direbbe uno psicanalista...

Visto che l'intervento del Messia era di apertura, uno psicanalista direbbe che vedi il bicchiere mezzo vuoto.

Non mettiamoci la codina di paglia al vento, ché poi non si spegne più. La pensiamo in modi molto diversi - pace - tuttavia il dialogo, quando è possibile e costruttivo, fa solo che bene.

Ti dirò, io non credo nella Chiesa e non ne seguo le indicazioni, mi dà solo fastidio che le sue ingerenze globali abbiano effetto anche su gente come me che non vorrebbe esserne coinvolta. Detto questo, buona vita!

a ha detto...

Ti dirò, io non credo nella Chiesa e non ne seguo le indicazioni, mi dà solo fastidio che le sue ingerenze globali abbiano effetto anche su gente come me che non vorrebbe esserne coinvolta. Detto questo, buona vita!
forse quello che ha effetto su di te è che a decidere come va la società ci siano anche persone che la pensano come te, e che magari vogliono che certe cose siano proibite o regolamentete per legge.

ah.... maledetta democrazia...

a ha detto...

sorry, volevo scrivere "persone che non la pensano come te."

Gerrit Boekbinder ha detto...

Boh, io sinceramente mi ritengo volentieri anti- cattolico, ma non certo anti- cristiano (che ognugno creda pure in ciò che vuole..ci credevo anch'io quand'ero più piccolo).
Ma non è odio, e che non capisco perchè li si dovrebbe considerare cristiani migliori degli altri, che sembrano anzi più vicini al vangelo....

Anonimo ha detto...

ci credevo anch'io quand'ero più piccolo).

Vorrei far notare, tra l'altro, come, oltra a Dio, da piccoli si crede anche a Babbo Natale, senza bisogno di prove concrete.

Poi si cresce...

a ha detto...

Vorrei far notare, tra l'altro, come, oltra a Dio, da piccoli si crede anche a Babbo Natale, senza bisogno di prove concrete.
già, in effetti il paragone tra babbo natale e una religone è decisamente calzante.
come può non essermi venuto in mente?

Anonimo ha detto...

Il pastore cura le pecore, ma alla fine le macelle e se le magna!
Nessuno ha mai riflettuto su questo?

Mr.XYZ

longinous ha detto...

già, in effetti il paragone tra babbo natale e una religone è decisamente calzante.
come può non essermi venuto in mente?


Veramente era tra babbo natale e dio... e non sono nemmeno più così sicuro che il primo non esista.

a parte questo sei un troll, senza niente da dire, che controbatte con sarcasmo (l'arma tipica di chi non sa, ma vuole avere ragione e quindi non attacca l'argomento, ma la persona).
Cosa ne direbbe uno psicologo?
se non è scemo direbbe che il messia ha ragione.
Non ha detto che i cattolici rifuggono il confronto come la peste, ha detto che la tendenza prevalente è fuggirlo. Se dici che non è vero menti e lo sai pure bene.
Fin'ora di interventi insulsi ho visto solo i tuoi.
Pure un "lol" buttato li da solo sarebbe un commento più edificante dei tuoi.

Comunque, visto che evidentemente lo sai (non sto facendo retorica) dimmelo tu perchè la chiesa proibisce il preservativo, perchè pure io ero convinto c'entrasse la storia del potenziale essere umano.
A parte che secondo questa visione tutti gli uomini e le donne del mondo dovrebbero essere condannati per strage.
Ma peggio gli uomini.
Le donne un omicidio al mese, gli uomini a botte di centinaia di milioni!

tin6789 ha detto...

non sono sicuro e qui mi appello alla cultura di a in merito, molto superiore alla mia, ma mi pareva che l'atto sessuale dovesse essere finalizzato alla procreazione e non solo al piacere fisico e che ci fosse qualcosa riguardo al non spargere il seme nella bibbia... ma anche qui io ci vedo una contraddizione enorme:
1) il rapporto deve avere come fine la procreazione
2) la chiesa non ha nulla contro i metodi di contraccezione "naturali"
3) i metodi di contraccezione naturali hanno comunque come fine quello di avere un rapporto sessuale senza però procreare (solo che sono maledettamente meno sicuri)

come conciliare questi 3 fatti? -usare il preservativo
-tirarlo fuori prima di venire (scusate la volgarità)
-calcolare in base al ciclo quando la donna non è fertile
non sono entrambi modi per avere un rapporto senza procreare?

se ho sbagliato qualcosa (nell'esprimere i fatti, non nel trarre le mie conclusioni, sono sicuro che con quelle non concorderai) a, per favore, correggimi...

Gerrit Boekbinder ha detto...

Beh ammetto che da piccolo ho creduto anche a Babbo Natale...

Avevo un altarino a forma di slitta nascosto sotto il letto, con due bellissime candele a forma di renna ai lati.

Ogni anno, alla vigilia, bruciavo carne di Befana per far sì che i regali del giorno dopo fossero migliori di quelli che avevo chiesto.
_________________________

Uè però nessun cattolico mi ha spiegato perchè loro son migliori degli altri cristiani...

a ha detto...

Visto che l'intervento del Messia era di apertura, uno psicanalista direbbe che vedi il bicchiere mezzo vuoto.
quindi sarei un pessimista.
diamine, stai davvero molto avanti a me, perchè io non capisco cosa c'entri...

Il pastore cura le pecore, ma alla fine le macelle e se le magna!
Nessuno ha mai riflettuto su questo?

diamine, illuminante.
toglimi una curiosità, hai una laurea in matematica o fisica alle spalle, vero?

a parte questo sei un troll, senza niente da dire
e pensare che proprio per non dare quest'impressione quello che faccio nel 99% dei casi è citare ciò che non condivido e dire perchè...
ma sarò strano io, dato che quasi tutti gli altri di questo blog invece parlano parlano parlano...

che controbatte con sarcasmo
e suppongo che questo sia sbagliato. il sarcasmo è male, no?

se non è scemo direbbe che il messia ha ragione
già, o gli dà ragione o è scemo.
fatti un favore, prima di postare scrivi in brutta e rileggi 3 volte.

Non ha detto che i cattolici rifuggono il confronto come la peste, ha detto che la tendenza prevalente è fuggirlo. Se dici che non è vero menti e lo sai pure bene.
boh, io francamente questa tendenza l'ho notata in diverse persone, cattoliche, e no. e tra i cattolici non l'ho trovata predominante.
ma magari sono solo un bugiardo, chissà...

Fin'ora di interventi insulsi ho visto solo i tuoi.
Pure un "lol" buttato li da solo sarebbe un commento più edificante dei tuoi.

opinione mia, ma il tuo "Ora il nostro buon a ti darà parole di conforto facendo un OCR+CopiaIncolla dell'ultimo libro del Papa." mi sembrava abbastanza insulso. o, come dici tu, non molto edificante.
sarò più chiaro... non hai detto niente, hai solo cercato di fare il simpatico.
ti dirò, alla fine ci sei riuscito perchè mi hai fatto ridere da morire, ma non per il motivo che intendevi tu.
lol.

Comunque, visto che evidentemente lo sai (non sto facendo retorica) dimmelo tu perchè la chiesa proibisce il preservativo, perchè pure io ero convinto c'entrasse la storia del potenziale essere umano.
A parte che secondo questa visione tutti gli uomini e le donne del mondo dovrebbero essere condannati per strage.
Ma peggio gli uomini.
Le donne un omicidio al mese, gli uomini a botte di centinaia di milioni!

per prima cosa, prima dici di non sapere una cosa e poi continui come se la sapessi. ma lo state scrivendo in 2 questo commento o hai problemi di personalità multiple?
secondariamente, non mi interessa così tanto farti il catechismo. se ti va di sapere prima di parlarne perchè nella dottrina cattolica i sistemi anticoncezionali sono sbagliati, tanto per avere delle basi su cui costruire un discorso, puoi informarti da solo. se vuoi una fonte attendibile (e direi anche l'unica) vai a dare un'occhiata a "il catechismo della chiesa cattolica".
ma sono sicuro che già lo hai letto, considerando la presunta perizia con cui parli.

non sono sicuro e qui mi appello alla cultura di a in merito, molto superiore alla mia
non è un problema di cultura superiore o inferiore, quello non lo so dato che non conosco te e neppure gli studi che hai fatto.
il fatto è che a volte fare discorsi su un argomento senza conoscerne le basi porta a, spesso apparenti, contraddizioni.
è questo ovunque.
se la tua domanda è sincera e non provocatoria, ti rispondo come posso. alla fine non sono un teologo.
il fatto è che nella dottrina cattolica uno dei pilastri fondamentali è avere fede nella provvidenza, perciò in teoria si dovrebbe fare l'amore col proprio coniuge senza farsi troppi problemi delle conseguenze. non è peccato farsi un paio di calcoli per non concepire, ma in linea di pensiero è qualcosa a cui non si dovrebbe far caso.
fatto sta che devi essere davvero davvero davvero davvero "credente" per continuare a sollazzarti senza pensieri con la tua metà quando hai 5 figli e uno stipendio con cui ne sfameresti a mala pena 1.
per quanto riguarda la trasmissione di malattie... o profilattico o astinenza, non ci piove.
e qui, nessuno costringe a scegliere... ognuno agisce secondo coscienza, e nessuno che io sappia è mai finito sul rogo.

tra parentesi, nella dottrina cattolica il "salto della quaglia" è peccato. da uno che lo praticava, tale onan, viene la denominazione onanismo, che non so perchè viene usata da qualcuno per la masturbazione. e questo se doveste mai capitare a "chi vuol essere miliardario".

Uè però nessun cattolico mi ha spiegato perchè loro son migliori degli altri cristiani...
forse perchè non lo pensano?
conosci l'inno alla carità di san paolo (nuovo testamento) ripreso a gran voce da giovanni paolo II (presente)?
gerrit ce l'hai fatta a dire qualcosa di non indecente finalmente...

Anonimo ha detto...

tin 6789 ha detto:

[quote]

mi pareva che l'atto sessuale dovesse essere finalizzato alla procreazione e non solo al piacere fisico

[/quote]

La parola che ho grassettato è di troppo.
Qualcuno ricorda la giaculatoria che le donne, in tempi non troppo "lontani", recitavano prima di coricarsi con il consorte?

"Non per piacer mio ma per dare un figlio a Dio"

Brrrrr!!!

[quote]

1) il rapporto deve avere come fine la procreazione
2) la chiesa non ha nulla contro i metodi di contraccezione "naturali"
3) i metodi di contraccezione naturali hanno comunque come fine quello di avere un rapporto sessuale senza però procreare (solo che sono maledettamente meno sicuri)

come conciliare questi 3 fatti? -usare il preservativo

NO

-tirarlo fuori prima di venire (scusate la volgarità)

NO

-calcolare in base al ciclo quando la donna non è fertile

GIUSTO

non sono entrambi modi per avere un rapporto senza procreare?

[/quote]

Ma qui devi rovesciare la medaglia.
Tu calcoli i giorni in cui la tua donna è fertile ma NON per, in quei determinati giorni, praticare il coitus interruptus (che è "peccato"), ma l'astinenza.

Poi mi piacerebbe sapere quanti cattolici sedicenti "praticanti" in effeti praticano :D l'astinenza invece del coitus interruptus.

Credo ne verrebbe fuori un bel quadretto.

Ah, ma certo...
Basta poi fare una capatina in chiesa la domenica, confessarsi (sempre che qualcuno abbia voglia di confessare al proprio parroco che ha sparso il proprio seme invece di... mandarlo a destinazione), fare la penitenza e poi la comunione per ritrovarsi "mondati" dai peccati.

Che bel mondo!

Luca

Anonimo ha detto...

a ha detto:

[quote]

fatto sta che devi essere davvero davvero davvero davvero "credente" per continuare a sollazzarti senza pensieri con la tua metà quando hai 5 figli e uno stipendio con cui ne sfameresti a mala pena 1.

per quanto riguarda la trasmissione di malattie... o profilattico o astinenza, non ci piove.

[/quote]

SBAGLIATO

Se sei davvero davvero davvero davvero "credente" (tanto per citarti) ci piove.
Il profilattico è proibito.
Punto e basta.

[quote]

e qui, nessuno costringe a scegliere...

[/quote]

Infatti non esiste scelta.
Il profilattico è proibito.
Punto e basta.

[quote]

ognuno agisce secondo coscienza,

[/quote]

Ma come... glia atei, che vanno dicendo a destra e a manca che è giusto agire secondo coscienza (sempre nel rispetto delle libertà degli altri) sono continuamente tacciati di essere portatori di un relativismo etico, morale e culturale che porterà al disfacimento della società...

[quote]

e nessuno che io sappia è mai finito sul rogo.

[/quote]

E ti credo.
Non siamo mica nel Medioevo... Ops!

Luca

Anonimo ha detto...

a ha detto:

[quote]

Ti dirò, io non credo nella Chiesa e non ne seguo le indicazioni, mi dà solo fastidio che le sue ingerenze globali abbiano effetto anche su gente come me che non vorrebbe esserne coinvolta. Detto questo, buona vita!
forse quello che ha effetto su di te è che a decidere come va la società ci siano anche persone che non (ho aggiunto io la correzione, riportata nel post successivo) la pensano come te, e che magari vogliono che certe cose siano proibite o regolamentete per legge.

ah.... maledetta democrazia...

[/quote]

Costituzione italiana

Art. 3
Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali...

Art. 32
La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività...

Ora...
Queste persone che non la pensano come me, ma che governano una nazione che comprende anche persone che non la pensano come loro, legiferando, su certe materie che riguardano la sfera personale e della salute del singolo, seguendo le "indicazioni" delle gerarchie ecclesiastiche minano alla base i diritti del singolo appunto (quindi magari anche ateo), citati nei due articoli della Costituzione riportati sopra.

Mmmm... perchè mi torna ciclicamente l'impressione che certe scelte "morali" di alcuni dei nostri dipendenti siano dettati più da mero interesse politico (leggi, voti dei cattolici) che da una vera scelta secondo coscienza.

A pensar male si fa peccato (guarda un po') però a volte ci si azzecca.

Luca

Anonimo ha detto...

a ha detto:

[quote]

ah.... maledetta democrazia...

[/quote]

La democrazia è solo la manifestazione materiale della volontà dell'essere umano.
Imperfetto e come tale incline all'errore.
Ma tra colpa e dolo c'è una bella differenza!

Luca

Gerrit Boekbinder ha detto...

forse perchè non lo pensano?
conosci l'inno alla carità di san paolo (nuovo testamento) ripreso a gran voce da giovanni paolo II (presente)?

Azz io credevo che il polacco fosse schiattato... Si si lo conosco, e ti dirò che pure i luterani e derivati ammirano quel passo.
E ti dirò pure che la mia impressione è tutta il contrario, basta vedere come parlano della riforma luterana i libri di storia delle case editrici di orientamento cattolico".. Poi vabbè, è una mia impressione, magari son io in malafede..

gerrit ce l'hai fatta a dire qualcosa di non indecente
finalmente...

porca puttana, dovrò rifarmi allora, scusami... :P

Gerrit Boekbinder ha detto...

vi prego, fatemi notare solo una cosa...

http://www.repubblica.it/2006/05/gallerie/politica/family-striscioni/agf103634611205145427_big.jpg

è una foto che si presta a molte interpretazioni, il sarcasmo (o satira) vien spontaneo... :D

la_maddalena ha detto...

A, scusa se ti rispondo tanto in ritardo, ma ho smesso di seguire la diatriba e ho letto tutto oggi.
Mi ringrazi per il profondo commento, bene io ti dico prego e vai anche un po' a ca*%$e, come preferisci tu. "Tipico di sostenitori di certe tesi"...infatti tu non ti stai affatto dimostrando sostenitore di tesi che io trovo intolleranti, né tantomeno stai dimostrando di essere uno zuccone...
Perciò mi limiterò semplicemente sempre a citare le frasi che mi piacciono senza mettermi a fare diatriba con gente della tua risma.
Al massimo mi metterò a ridere.

longinous ha detto...

sembra quasi una delle vignette di bastardidentro!
Che dici Gerrit, l'ha fatto apposta?

Gerrit Boekbinder ha detto...

Uah Uah! e chi lo sa? magari è un infiltrata? ahahah!
Fantastica anche la tanto discussa vignetta di Vauro!

Gert

a ha detto...

Fantastica anche la tanto discussa vignetta di Vauro!

già, mitica.

uno spassosissimo connubio di diffamazione a mezzo stampa e vilipendio alla religione.

non vedo l'ora che la chiesa possa parlare solo quando lo stato le dia il permesso...

Il Messia ha detto...

prendiamo atto che l'utenza in questione non tollera che si faccia umorismo su ciò per cui parteggia.

complimenti davvero, veramente!


approposito, dal Brasile il papa dichiara "la Chiesa non fa proselitismo. Si sviluppa per attrazione". Urge che gli insegni il significato di proselitismo! sai com'è, lui non sa che è una cosa normale e che non ha un significato negativo! non commento poi la falsità dell'affermazione di herr papa

longinous ha detto...

uno spassosissimo connubio di diffamazione a mezzo stampa e vilipendio alla religione.

bè, la religione è uno spassosissimo connubio di insulto e vilipendio a mezzo stampa-radio-televisivo all'intelligenza.

Quindi penso di ritenermi più offeso se uno mi da del cretino che se uno prende in giro un qualcosa basato sul nulla.
O il nulla vale più delle persone vere?

sarmigezetusa ha detto...

Ciao, scusa il semi-spam (semi perchè perlomeno ci si conosce) ma ti voglio segnalare il mio nuovo progetto, credo ti possa interessare in quanto persona che scrive (e abbiamo bisogno di molti buoni scrittori come te).

www.scritturacollettiva.org

L’idea è quella di rendere, grazie a una precisa metodologia la scrittura collettiva una prassi, una branca dell’arte letteraria (differente e distinta dalla scrittura individuale, con suoi pregi e difetti anch'essi di ordine diverso), un mondo narrativo dove il gruppo sia valore aggiunto, elemento virtuoso (come nel cinema o nell’architettura) e non peso o problema con cui dover fare i conti.

Sarmigezetusa

a ha detto...

approposito, dal Brasile il papa dichiara "la Chiesa non fa proselitismo. Si sviluppa per attrazione". Urge che gli insegni il significato di proselitismo! sai com'è, lui non sa che è una cosa normale e che non ha un significato negativo!

beh, lo sapevate che il nostro ottimo messia ritiene giusto non pensare e chinarsi al volere dei potenti?
beh, lo ha detto lui.
<<"siamo pecore"?che problema c'è>> sono le sue testuali parole.

vedi, mio saggissimo critico dei costumi moderni, si va a finire così quando si citano frasi al di fuori del loro contesto. le puoi usare per dire tutto e il contrario di tutto.

a chi interessasse sapere come era il discorso consiglio di leggerlo per intero. sono sicuro lo farete tutti prima di farvi un'opinione.

pensavo che qui potessimo scambiare le nostre opinioni, anche con toni accesi.
ma francamente l'uso di giochetti dialettici lo trovo umiliante.
soprattutto mi dispiace non avere, sinceramente, le capacità e la pazienza di spiegarmi come vorrei, ed evitare che ogni mia affermazione venga usata, coscientemente a mio parere, per dire altro, solo per avere ragione.
a questo si aggiunge che più volte sono stato additato come i conquistadores che con una croce in mano compivano stragi di indios.

detto ciò, addio e buon divertimento col vostro blog.

Il Messia ha detto...

stragi di indios? ma no, il papa ha detto che il cattolicesimo si è integrato pacificamente con le culture locali, ma che dici? ^^

vabbò fai piano che la porta cigola un po'.

Anonimo ha detto...

a ha detto:

[quote]

detto ciò, addio e buon divertimento col vostro blog.

[/quote]

Ce ne faremo una ragione.

Addio!

Luca

Anonimo ha detto...

Piccola divagazione:

Ieri ho comperato il libro di Odifreddi (ho seguito con molto interesse la sua intervista nel programma di Augias "Le storie") 'Perchè non possiamo essere cristiani'.

Non vedo l'ora di iniziare a leggerlo. ;D

Luca

Anonimo ha detto...

Oh ma ragazzi...qual'era il problema di A?

Perchè dopo il 40° commento mi sono un po' perso...:D

Gerrit Boekbinder ha detto...

diffamazione? azz, questa mi mancava...
Si arriva a smentire perfina giovanni paolo II (cosa buona e giusta tra l'altro, ma non proprio in questo caso...)
Nel frattempo, per la sezione "Tour in Brasile 2007" , si spera nell'avanzata protestante di cui ho letto sui giornali... Almeno avranno un po' di concorrenza!

Vabbè, comunque se la chiavica se n'è andata, possiamo riprendere la storia, Messia? :P
Smanio all'arrivo dell'angelo della morte! eheheh!

Anonimo ha detto...

Anonymous ha detto...

Piccola divagazione:

Ieri ho comperato il libro di Odifreddi (ho seguito con molto interesse la sua intervista nel programma di Augias "Le storie") 'Perchè non possiamo essere cristiani'.

Non vedo l'ora di iniziare a leggerlo. ;D

Luca

12:54 AM



Comprato per caso e già letto per ben due volte di seguito, sta seriamente rischiando di diventare il mio livre de chevet ;9, straconsigliatissimo.

thorin ha detto...

beh anche a me è sembrato fuori luogo la frase : la chiesa non fa proselitismo sopratutto detto in una parte del mondo in cui il proselitismo forzato portato dagli spagnoli ha fatto stragi e distruggendo civilta molto avanzate per quei tempi intendo dire.... certo non erano degli stinchi di santo (apocalypto insegna) ma avevano fior di astronomi e sapevano fare calcoli molto ingegnosi...

longinous ha detto...

certo non erano degli stinchi di santo

Mica era quello il problema, per la chiesa!
Guarda cosa hanno fatto loro con l'inquisizione!

ma avevano fior di astronomi e sapevano fare calcoli molto ingegnosi...

Questo era il problema!
Se non mantieni le persona ignoranti non le controlli!
La chiesa si è sempre batuta per riuscire a imporre ignoranza e repressione sessuale.
Un ignorante represso è il miglior fanatico che si riesca a trovare!

Anonimo ha detto...

Da notadisciplinare.it

"Pur riconoscendo l'indubbia cultura dell'alunno T., mi vedo costretta a fargli notare che, se il suo scopo è impedirmi di fare lezione asserendo continuamente di non essere d'accordo (pur potendo motivare le proprie obiezioni), poteva scegliere di NON FREQUENTARE l'ora di religione in quando non obbligatoria." La risposta di T. è stata "Per voi oscurantisti del ca**o non c'è altra via che l'opposizione". Essendo tale linguaggio scurrile assolutamente non appropriato in edificio scolastico, l'ho invitato ad uscire dalla classe. In questo momento T. è fuori dalla porta che urla "EL pueblo, unido, jamàs serà vencido!". Urgono provvedimenti.

ahahahahahaaa

Il Messia ha detto...

sì, in quel sito hanno sempre avuto una fervida immaginazione devo dire

longinous ha detto...

il peggio è che alcune sono pure vere!
una, per lo meno, l'avevo vista scrivere io dalla prof, e dopo un paio di giorni è apparsa sul blog.
non vi dico le risate della prof in questione (tanto io ero già diplomato, ero solo andato a fare un saluto) quando gliel'ho mostrata!

Il Messia ha detto...

il bello è che le spacciano per tutte vere, cosa poco credibile.
All'inizio sì, poi si sono fatte via via meno credibili.

longinous ha detto...

eh, che vuoi...
spirito di adattamento troppo sviluppato. (a differenza di altra gente)
ad un certo punto non basta più, e quindi ci vuole più grottesco, più bestemmie, più religione, più linguaggio forbito dei prof, più più più...

X "a" ha detto...

I problemi di questo blog e di coloro che puntualmente postano sono sostanzialmente tre:

1) dicono di essere aperti al dialogo ma s'incazzano se si replica con qualcosa di intelligente a cui non san rispondere (anche se loro ti dicono che san sempre rispondere peccato che lo facciano ripetendo sempre le stesse due cose in modi diversi)
2) scrivono ma sono molto poco informati, spesso prendono per vera la prima scemenza che trovano in internet senza approfondirla
3) non sanno vedere con occhio critico motivo percui la loro non è satira ma un tristissimo modo per diffamare una religione.

Il Messia ha detto...

spero tu ti stia rendendo conto che la tua visione della gente qui è più o meno quella che molti hanno di te.

io per esempio non vedo alcun argomento serio in quello che hai detto, hai provato a negare alcune cose che si sostengono qui, spesso con motivazioni palesemente errate ("fare proselitismo è normale" "ogni religione ha dogmi" etc etc) e comunque risapute (non sono opinioni tue, sono della chiesa, e le conosco fin troppo bene), neghi certe colpe attuali della chiesa (niente eccessiva invadenza, niente monopolio mediatico...) dicendo in pratica "perchè di no" e in definitiva hai dato l'idea di uno con la flessibilità mentale di un binario ferroviario.

credi che qui se qualcuno arriva a dire "siii papa al rogo" io gli faccio l'applauso, non ti rendi conto che so distinguere benissimo l'anticlericalismo modaiolo, che io non ne faccio parte perchè tutti i pezzi che scrivo vengono solo da me, e soprattutto che ti comporti come uno altrettanto fanatico, ma della fazione opposta.

Pretendi che non si scherzi sulla tua chiesa (perchè sarebbe "offensivo"), ma esigi allo stesso tempo libertà di parola.

La politica qui è semplice: hai libertà di parola. Ma anche noi. Se non vuoi che qualcosa sia esposta alle intemperie della parola del pubblico, la tieni per te. Una religione che pretende di insegnare a tutti deve quindi mettere già in preventivo, e accettare, una buona dose di critiche.

Per caso hai mai visto un tuo commento editato o cancellato? No. Quindi non venire a frignare e dire "credevo che qui si potesse parlare", perchè hai parlato liberamente quanto hai voljuto, nessuna parola è mai stata censurata, e hai semplicemente trovato opinioni discordanti, cosa che evidentemente una parte di cattolicesimo ancora non concepisce, bollandolo come "relativismo". Vediamo di evitare questi vittimismi.

Firewoman ha detto...

“pensi che 700-800 anni fa a guidare la chiesa ci fosser persone con la nostra cultura? o pensi che ci fossero persone di 700-800 anni fa, con la cultura e con i limiti di persone di 700-800 anni fa?” ecc ecc

Forse ti sei perso che in Brasile il papa ha da poco affermato che l'evangelizzazione «non ha prodotto, in alcun momento, una alienazione delle culture precolombiane, nè è stata una imposizione di una cultura estranea». Se te lo sei perso vai a vedere le reazioni dei sudamericani, ad esempio su http://qn.quotidiano.net/esteri/2007/05/21/12826-papa_chieda_scusa.shtml

Poi ti sei anche perso che il papa precedente e anche questo hanno chiesto la revisione del conteggio dei morti a causa dell’Inquisizione, per minimizzare quella gran tragedia commessa in nome di Dio.

Ecco, secondo me non si puo’ granchè affermare che le menti di chi guida la chiesa siano poi cosi’ cambiate... se si nascondono degli olocausti, si uccidono quelle persone per la seconda volta.

Ah, e ti ricordo che in varie bolle papali si sostiene l’infallibilità del papa, e nessun papa tra gli odierni ha cancellato questa idiozia, come a dire che tutto cio’ che han fatto quelli precedenti continua a essere giusto.