venerdì, gennaio 05, 2007

7Ma Er, primogenito di Giuda, si rese odioso al Signore e il Signore lo fece morire.

Sempre per il fatto che dio è amorevole, perdona, non è vendicativo, e soprattutto non si immischia nelle faccende terrene. Benone, bravo!

8Allora Giuda disse a Onan: "Unisciti alla moglie del fratello, compi verso di lei il dovere di cognato e assicura così una posterità per il fratello".

Toh, non sapevo esistesse un dovere di cognato. In futuro dovrò guardarmi da mio fratello, pare!

9Ma Onan sapeva che la prole non sarebbe stata considerata come sua; ogni volta che si univa alla moglie del fratello, disperdeva per terra, per non dare una posterità al fratello.

E chiamalo stupido! Secondariamente, anche per non dover mantenere dei marmocchi. Come accennato in precedenza, poi, causa onanismo il suo partner preferito era un altro, quindi doveva per forza disperdere per terra in quel caso.

10Ciò che egli faceva non fu gradito al Signore, il quale fece morire anche lui.

In realtà lo fece diventare cieco. Poi lui ci mise del suo mettendosi comunque a guidare, quindi morì.

11Allora Giuda disse alla nuora Tamar: "Ritorna a casa da tuo padre come vedova fin quando il mio figlio Sela sarà cresciuto".

Ma Giuda che è, un'agenzia matrimoniale su gambe? Procura la moglie a Er, poi dice alla moglie di andare con Onan, poi dice di aspettare che ne cresca un altro! All you need is love, a quanto pare.

6 commenti:

la_maddalena ha detto...

Ma POSSIBILE che questa roba sia un testo sacro??

Uyulala ha detto...

Per quanto possa sembrare assurdo, quella era la legge. La cosa atroce era che finchè la vedova aveva cognati (anche bambini) non poteva stare in pace: avrebbe dovuto aspettare che il piccolo cognato raggiungesse la pubertà (più o meno intorno ai 12-13 anni) e poi sopsarsi, "congiungersi" carnalmente con lui per generare dei figli che sarebbero stati attribuiti al primo marito, morto.

Non so per chi potesse essere peggio, se per il ragazzino o per la vedova...

Uyulala ha detto...

ehm.... "sposarsi", non "sopsarsi"

la_maddalena ha detto...

Ok quella ERA la legge. Ma...dico...mettere questa roba in un testo sacro! Perché non è stato rivisto mai dal cattolicesimo?

Bradipo Accidioso ha detto...

Benvenuto nel Progetto, caro Messia...

Anonimo ha detto...

Forse mettono sta roba in un testo sacro peché in realtà in origine l'atto sessuale non era considerata una cosa spregevole, anzi. un conto è il testo sacro, un altro la religione che se ne ricava!
quanto alla legge, se non altro sposandosi con un altro la vedova non si ritrovava sola senza lavoro e costretta a battere..
Alef