lunedì, febbraio 05, 2007

16Allora il capo dei panettieri, vedendo che aveva dato un'interpretazione favorevole, disse a Giuseppe: "Quanto a me, nel mio sogno mi stavano sulla testa tre canestri di pane bianco 17e nel canestro che stava di sopra era ogni sorta di cibi per il faraone, quali si preparano dai panettieri. Ma gli uccelli li mangiavano dal canestro che avevo sulla testa".

Hmm sì molto bucolico. Ma forse dovrebbe parlarne con Hitchcock...

18Giuseppe rispose e disse: "Questa è la spiegazione: i tre canestri sono tre giorni. 19Fra tre giorni il faraone solleverà la tua testa e ti impiccherà ad un palo e gli uccelli ti mangeranno la carne addosso".

E dove vuoi che la mangino la carne del panettiere... su un vassoio?

20Appunto al terzo giorno - era il giorno natalizio del faraone - egli fece un banchetto a tutti i suoi ministri e allora sollevò la testa del capo dei coppieri e la testa del capo dei panettieri in mezzo ai suoi ministri. 21Restituì il capo dei coppieri al suo ufficio di coppiere, perché porgesse la coppa al faraone, 22e invece impiccò il capo dei panettieri, secondo l'interpretazione che Giuseppe aveva loro data. 23Ma il capo dei coppieri non si ricordò di Giuseppe e lo dimenticò.

E ti dirò che gran cosa aveva fatto Giuseppe perchè venisse ricordato... aveva tirato a indovinare, aveva il 25% di chance di azzeccarla. Se anche fosse morto il coppiere e il panettiere fosse rimasto vivo, poteva sempre dire "eh scusate avevo capito male, comunque è sempre uno vivo e uno morto, la sostanza è quella. Ora mi liberate?!". Mentre se avessero vissuto tutti e due avrebbe detto "Mi ero sbagliato. ma meglio così, no? Festeggiate liberandomi!". Inutile dire che se fossero morti tutt'e due il problema non si sarebbe decisamente più posto.

1Al termine di due anni, il faraone sognò di trovarsi presso il Nilo. 2Ed ecco salirono dal Nilo sette vacche, belle di aspetto e grasse e si misero a pascolare tra i giunchi. 3Ed ecco, dopo quelle, sette altre vacche salirono dal Nilo, brutte di aspetto e magre, e si fermarono accanto alle prime vacche sulla riva del Nilo. 4Ma le vacche brutte di aspetto e magre divorarono le sette vacche belle di aspetto e grasse.

Grazie tante, erano scheletriche, avranno avuto fame no? Tra tutti i sogni che si possono fare, questo mi sembra tra i più razionali! Escludendo la parte delle vacche carnivore anfibie. Non è che le vacche magre e brutte erano in realtà coccodrilli?

8 commenti:

Anonimo ha detto...

"impiccò il capo dei panettieri, secondo l'interpretazione che Giuseppe aveva loro data."

Sì, ma... si può sapere PERCHE' l'ha fatto impiccare, quel poveraccio?! Non è che 'sto Giuseppe comincia anche a menar rogna?...

la_maddalena ha detto...

In effetti...Perché il faraone ce l'aveva col capo dei panettieri??
Più si va avanti più diventa insensato questo libro "sacro".

Il Messia ha detto...

perchè un fornaio è più facile da rimpiazzare di un sommelier

Anonimo ha detto...

Tralaltro non è che poi fossero così difficili da interpretare questi sogni, una volta capito il trucco...
Che bisogno c'era di Giuseppe allora?

MM

Anonimo ha detto...

...e poi scusate ma questa me la dovete spiegare:
"e allora sollevò la testa del capo dei coppieri e la testa del capo dei panettieri in mezzo ai suoi ministri"
Vuol dire che li teneva sotto al tavolo?

MM

Anonimo ha detto...

=======================
...e poi scusate ma questa me la dovete spiegare:
"e allora sollevò la testa del capo dei coppieri e la testa del capo dei panettieri in mezzo ai suoi ministri"
Vuol dire che li teneva sotto al tavolo?
=======================

Probabilmente a quel tempo tutti dovevano prostrarsi davanti al Faraone...
Ma poi è venuto il cristianesimo, che ha portato una ventata di democrazia e libertà contro tutto questo dispotismo teocratico! Infatti chiunque ha sempre potuto parlare col papa da pari a pari, obiettargli qualunque cosa o proporre di destituirlo in caso di malgoverno.

Anonimo ha detto...

Che il nome completo di questo novello Freud fosse Giuseppe Fletcher?
Le storie del Vecchio Testamento mi son sempre sembrate favole scritte male, e poi il dio che vi compare non è per niente raccomandabile... io non vorrei averci nulla a che fare.
Confesso che da ragazzino, dopo un po' facevo il tifo per gli egizi (così' come tifavo per i troiani nell'Iliade, ma almeno quello non si propone come testo sacro). Se non sai rendere accattivante il protagonista, rischiando di ribaltare le chiavi di lettura e suscitare l'irritazione del lettore, forse è meglio che ti dai al giardinaggio... ma evidentemente gli A.A.V.V. della Bibbia questo non lo sapevano.

Iscariota Tersicoreo

Il Messia ha detto...

beh nell'Iliade c'è guerra, sangue, eletti e dei. Che differenza c'è con la bibbia?