mercoledì, febbraio 28, 2007

16Mandate uno di voi a prendere il vostro fratello; voi rimarrete prigionieri. Siano così messe alla prova le vostre parole, per sapere se la verità è dalla vostra parte. Se no, per la vita del faraone, voi siete spie!". 17E li tenne in carcere per tre giorni.

Beati loro... adesso se un disgraziato viene accusato di qualcosa altro che 3 giorni di carcere... prima del processo si fa mezza pena!

18Al terzo giorno Giuseppe disse loro: "Fate questo e avrete salva la vita; io temo Dio!

E fai bene, chè quando scoprirà che il grano accumulato grazie al SUO avvertimento lo stai vendendo avrai di che temere, direi!

19Se voi siete sinceri, uno dei vostri fratelli resti prigioniero nel vostro carcere e voi andate a portare il grano per la fame delle vostre case. 20Poi mi condurrete qui il vostro fratello più giovane.

"Portate qui il fratello più giovane dici... hmmm... sarai mica Michael Jackson?"

Allora le vostre parole si dimostreranno vere e non morirete"

Elementare, portando un fratello si dimostra di non essere una spia. Non ha calcolato che quelli che fuggiranno dell'Egitto non moriranno comunque, e vista la solidarietà tra fratelli che corre non è garantito che tornino! Dopotutto sono tot quintali di grano in cambio di un fratello! Anzi prendono di più di quanto hanno ricevuto vendendo lui!

Essi annuirono. 21Allora si dissero l'un l'altro: "Certo su di noi grava la colpa nei riguardi di nostro fratello, perché abbiamo visto la sua angoscia quando ci supplicava e non lo abbiamo ascoltato. Per questo ci è venuta addosso quest'angoscia". 22Ruben prese a dir loro: "Non ve lo avevo detto io: Non peccate contro il ragazzo?

Tutti gli altri fratelli si voltarono verso Ruben guardandolo storto:
"Ancora parli, te che hai sterminato donne e bambini con la scusa di vendicare Dina?"

Ma non mi avete dato ascolto. Ecco ora ci si domanda conto del suo sangue". 23Non sapevano che Giuseppe li capiva, perché tra lui e loro vi era l'interprete.

E che gli serve l'interprete se parlano la stessa lingua! Ma via, va...

3 commenti:

Anonimo ha detto...

23Non sapevano che Giuseppe li capiva, perché tra lui e loro vi era l'interprete.

Hahahaha! Ma che cazzata tremenda!!!!

Non solo Giuseppe non avrebbe assolutamente avuto bisogno dell'interprete (piuttosto...l'Egiziano dove l'ha imparato...?) ma immaginati la scena:

I fratelli confabulano...e un tizio parla in egiziano all'orecchio di Giuseppe...e loro non è che si insospettiscono, noooo

tin6789 ha detto...

veramente il senso del passo credo sia che giuseppe faceva finta di parlare solo egiziano e di aver bisogno di un interprete e loro parlavano serenamente nella loro lingua pensando che giuseppe non capisse...

Il Messia ha detto...

chiaro, ma la frase messa così offriva uno spunto per esser interpretata in modo diverso.

non sempre è facile trovare qualcosa da dire