giovedì, luglio 06, 2006

[20]E Dio fu con il fanciullo, che crebbe e abitò nel deserto e divenne un tiratore d'arco. [21]Egli abitò nel deserto di Paran e sua madre gli prese una moglie del paese d'Egitto.

"gli prese una moglie in Egitto". Che bello! "Torno tra qualche giorno, vado a prenderti una moglie e arrivo"

[22]In quel tempo Abimèlech con Picol, capo del suo esercito, disse ad Abramo: «Dio è con te in quanto fai. [23]Ebbene, giurami qui per Dio che tu non ingannerai né me né i miei figli né i miei discendenti: come io ho agito amichevolmente con te, così tu agirai con me e con il paese nel quale sei forestiero».


La reputazione di Abramo ormai lo precedeva, aveva fregato mezzo mondo dando via sua moglie, e si era arricchito a dismisura, ovvio che gli venga chiesto di giurare correttezza.

[24]Rispose Abramo: «Io lo giuro». [25]Ma Abramo rimproverò Abimèlech a causa di un pozzo d'acqua, che i servi di Abimèlech avevano usurpato.


E subito ricomincia, alzi la mano chi crede che il suddetto pozzo sia stato davvero usurpato

26]Abimèlech disse: «Io non so chi abbia fatto questa cosa: né tu me ne hai informato, né io ne ho sentito parlare se non oggi». [27]Allora Abramo prese alcuni capi del gregge e dell'armento, li diede ad Abimèlech: tra loro due conclusero un'alleanza

"Oh grazie Abramo, molto gentile!" "Figurati.... erano i tuoi che mi hai dato!"

[28]Poi Abramo mise in disparte sette agnelle del gregge. [29]Abimèlech disse ad Abramo: «Che significano quelle sette agnelle che hai messe in disparte?». [30]Rispose: «Tu accetterai queste sette agnelle dalla mia mano, perché ciò mi valga di testimonianza che io ho scavato questo pozzo».

Abimèlech provò a capire. Poi rinunciò: "Ah ma chi se ne frega, l'importante è che me le dia"

[31]Per questo quel luogo si chiamò Bersabea, perché là fecero giuramento tutti e due. [32]E dopo che ebbero concluso l'alleanza a Bersabea, Abimèlech si alzò con Picol, capo del suo esercito, e ritornarono nel paese dei Filistei. [33]Abramo piantò un tamerice in Bersabea, e lì invocò il nome del Signore, Dio dell'eternità. [34]E fu forestiero nel paese dei Filistei per molto tempo.

"Che simpatica gente, questi filistei! Scommetto che loro e la mia discendenza andranno d'accordo, vero dio?"
"Eh? Sì, sì, certo (pfffff)"

7 commenti:

Z3RØ ha detto...

[34]E fu forestiero nel paese dei Filistei per molto tempo

Suona molto come "e la storia...continua."

Ma buttarlo fuori a pedate no, eh?
Questo arriva, ti frega col trucchetto della moglie e poi si stabilisce li e non si schioda più. E ti compra anche le terre con le cose che gli hai dato tu!

Veramente assurdo...

nuovoutente ha detto...

Vabbè... Questi Filistei non è che fossero proprio delle cime...

Sulu ha detto...

A me quella storia degli agnelli dati per testimoniare che il pozzo l'aveva scavato lui mi sà tanto di corruzione, tangente...boh...

fallenangel ha detto...

ma dio non poteva mandare abramo in siberia?
c'è tanto spazio libero, avremmo evitato millenni di rogne!

Il Messia ha detto...

"riesci a contare le gocce di quel mare, Abramo? Tanta sarà la tua discendenza"

"gocce? A me sembra stazionario..."

fabio ha detto...

"ma no Abramo, ora prendi un contagocce e ti metti a contare le gocce del mare... devo sempre spiegarti tutto io, uffa!!!"

maddai... che idiota sarebbe dio se esistesse???? pensare di essere stato creato da un essere con l'intelligenza di un ramarro della papua-nuova guinea non è che mi renda orgoglioso... però mi fa capire a chi assomigliano delle persone che conosco, tipo calderoli...

Z3RØ ha detto...

Hei, piano con gli insulti!

Se hai qualcosa contro i ramarri della papua-nuova guinea vai a dirglielo in faccia!

:D