giovedì, maggio 25, 2006

Il sermone di oggi analizza un capitolo fondamentale dei rapporti tra sacro e profano:

Erano più grandi i Beatles o Gesù?

Insomma, aveva ragione John Lennon, o avevano ragione quelli che hanno bruciato i loro vinili (e che ora visto il valore di un vinile originale stanno prendendo a capocciate il muro)?

Analizziamo la cosa.

Gesù:
- è figlio di dio

i Beatles:

- sono figli di Chuck Berry (musicalmente parlando)

Dunque, 1-0 per i Beatles: Chuck Berry batte dio su tutta la linea.

Gesù:
- ha trasformato l'acqua in vino

i Beatles:
- hanno trasformato il rock'n'roll in pop
- hanno trasformato dell'acido in Lucy in the Sky with Diamonds

Ora, il vino si compra anche già fatto. Il pop e Lucy no. 2-0.


Gesù:
- aveva 4 scribacchini che prendevano appunti da quello che faceva.

i Beatles:

- avevano il 99% delle band mondiali che per fare musica prendevano appunti dai loro album.

3-0 chiaramente.

Gesù:
- cacciò i mercanti dal tempio

i Beatles:
- scrissero Revolution e Helter Skelter

4-0, anche quando si tratta di incazzarsi, non c'è storia.

Gesù:
- ha moltiplicato pani e pesci

i Beatles:
- hanno moltiplicato i propri soldi.

5-0, coi soldi che facevano (anche se non tantissimi rispetto agli standard attuali) si compravano tutto il pane e il pesce che volevano.



Dunque la conclusione è: i Beatles erano più grandi di Gesù, tutte le reazioni indignate sono avvenute perchè la gente rosicava avendo puntato sul cavallo sbagliato.

47 commenti:

Nickde ha detto...

Noè diceva spesso a sua moglie, quando si sedeva a tavola "Non m'importa dove va l'acqua, purché non vada nel vino. (Gilbert K. Chesterton)

Nickde ha detto...

inoltre:
Il male non esiste; esiste Dio, che qualche volta si ubriaca. (Tom Waits)

DioScalzo ha detto...

Però quando si bestemmia si invoca molto di più Dio che i Beatles... io, per esempio, Porco Ringo Starr non l'ho mai sentito!!!

Il Messia ha detto...

perchè Ringo Starr pur nella sua inutilità era un simpaticone.

Ma soprattutto perchè i Beatles sono così grandi che uno effettivamente ha un po' di paura a offenderli, mentre dio...

Scexpir ha detto...

ma non c'era bisogno di fare un post apposta.. è ovvio che i Beatles sono più grandi di Dio.. Dio non è mai diventato baronetto

dr.spam86 ha detto...

uff. io volevo sapere come continuava la saga dello skiavista/pappone Abram il prescelto da Dio, e invece mi ritrovo a leggere un post ke esalta un gruppo inglese di un monte di anni fa... sarà ke non gradisco le loro canzoni ma tutta sta grandezza non riesco a coglierla. gli Artic Monkeys, quelli si ke sono grandi.

Firewoman ha detto...

ciao scusate non mi ricordo più in che post se ne parlava, ma se volete realizzare le strisce di "churchtruppen" io mi offro per disegnarle!

Firewoman ha detto...

ah, non ho resistito e ho scritto una mail di risposta alle "donnecristianesulweb" a proposito dell'argomento Harry Potter. Davvero, hanno messo troppe min...ate una sopra l'altra e poi hanno pure avuto il coraggio di mettere un indirizzo a mail alla fine per poter dire la propria. Beh, io gliel'ho detta, fino in fondo. Chissà cosa penserebbero del confronto Beatles-Gesù. Probabilmente ci sarebbe qualche ictus, qualche infarto.
Però su questo mi sono trattenuta,non gli ho comunicato il link del messia.
CHHHHEEEEFFFFATICAAAAAA

Kayurin ha detto...

@firewoman:

Si potrebbe fare, io ho aperto il blog ma stavo raccogliendo le idee...

Come disegnatore me la cavicchio, ma manco di scanner quindi avevo pensato alla formula del raccontino... Se mi dai una mano si potrebbe fare strip + raccontini...

dimmi tu...

Kayurin ha detto...

This comment has been removed because it linked to malicious content. Learn more.

Il Messia ha detto...

a parte il fatto che paragonare un gruppetto da poco diventato famoso in Italia con i Beatles sarebbe sufficiente a venir condannati alla lapidazione. ma la grandezza di quel gruppo "tanto vecchio" (anche i quadri di van gogh sono vecchi se è per questo) sta nel fatto che sono stati l'alfabeto della musica pop. E senza alfabeto non ci scrivi neanche la divina commedia. poi vabbè, ascoltare regolarmente da anni Revolver, sgt.Pepper o il disco bianco è una cosa già più soggettiva.

eltarion ha detto...

Hanno il coraggio di scrivere: "La musica, come del resto l'arte in generale, è sempre stata al servizio del potere. Rarissime le eccezioni."??

La chiesa invece nooooo. Bha.

Cmq il sito è interessante, ho scoperto che i queen erano satanisti...Io sapevo che erano semplicemente gay...

Ciapz

The Wolf ha detto...

Mah, voi state andando fuori strada, state paragonando una cosa veramente esistita a uno inventata... quale? a voi la risposta :D

dr.spam86 ha detto...

non mi sembra di aver paragonato i beatles a nessuno. ho solo espresso un giudizio personale. almeno credo. non sono molto bravo a scrivere. sono un ingegnere, io uso i numeri.
ci tenevo a dire una cosa xò. gli AC li ho conosciuti x caso a NY in un negozio della virgin. ho visto il vinile e l'ho preso. qui in questo paese di vekki governato da vekki li ho incrociati solo un paio d volte su flux e brand new.

Consoman89 ha detto...

io direi anche che esù è morto e risorto e tutti ne parlano mentre paul mcchartney è morto è risorto e i beatles cercano di insabbiare tutto questo definendo queste teorie delle baggianate

6 a 0

tin6789 ha detto...

@ firewoman
se nn è personale mi mandi 1 copia della mail a donnecristiane? mi intriga troppo quel sito e sn stracurioso, è davvero 1 finestra sull'abisso dell'animo umano

tin6789 ha detto...

This comment has been removed because it linked to malicious content. Learn more.

tin6789 ha detto...

ah già dimenticavo.. oggi dimentico semrpe.. firewoman se nn è xsonale manda a tin6789@msn.com
se vuoi ti mando le risposte k ha dato a me la tizia così ti rendi 1 po' conto

Il Messia ha detto...

ah se non è di troppo disturbo un'eventuale risposta si può anche allegare qui.

tin6789 ha detto...

scusa messia nn volevo inquinarti il blog con cose k nn ero sicuro interessassero :D se vuoi intanto posto degli spezzoni delle innumerevoli mail, i pezzi + deliranti. nell'argomentazione l'arma usata da questa persona è la follia, ovvero si mette in dubbio tutto ciò che di solito non si argomenta per non essere banali. (esempio 2+2=4 nn si può argomentare più di tanto, se arriva uno k ti dice 2+2=5 oltre a pensare k è matto nn c'è tanto da dire x sostenere k 2+2=4)

tin6789 ha detto...

Il pensiero di Cristo, non ha nulla a che fare con il cattolicesimo e neppure con il protestantesimo o con molte altre sette che si servono astutamente del nome di Cristo per fare il lavaggio del cervello agli ingenui.

che detto da loro è 1 po' folle
--------------------------------
Ciao Tommaso,
la magia esiste… ma il suo inganno sta proprio nel far credere a chi si avvicina all’occulto, che essa non esista. Il modo migliore per poter agire indisturbato è far credere agli altri che non ci sei, che non esisti.
Dammi retta, l’occulto esiste, ma chi ha legami non riesce a "vedere".

non serve commentare
-------------------------------
Chi allontana dalla propria mente il pensiero di Dio, pensando di essere saggio e di elevarsi al di sopra di una realtà troppo elementare, pian piano ha difficoltà a discernere il male e il bene. Gli vengono a mancare i parametri, i termini di paragone.

quindi regaz prepariamoci x l'inferno
----------------------------------
Il mio intento è di amarti (in Cristo) e di..........

questa la metto perchè "amarti (in cristo)" è un kikka linguistica notevole :D
-------------------------------
Meglio per te non aderire a nessuna confessione religiosa! Almeno non sei un ipocrita… e avrai maggiori possibilità di comprendere il pensiero di Cristo senza schemi e senza filtri religiosi, quanto mai dannosi!

questo direi k denota intelligenza, lalternarsi di intelligenza e follia mi lascia smepre perplesso
---------------------------------
Riguardo all’omosessualità:
Nel Levitico Dio indica che un comportamento omosessuale non è secondo quanto Lui ha stabilito da principio: un uomo e una donna, uniti per la vita al fine di vivere l’amore e di creare una famiglia.
Nel Nuovo Testamento, l’apostolo Paolo ribadisce questo concetto con parole di fuoco

e il buon senso invece spappola questa idiozia con praole di estintore XD
-------------------------------
Se sei un omosessuale, sappi che non ho nulla contro di te. Semmai desidero mostrarti tutto il mio affetto in Cristo, affinché tu possa conoscere l’amore di Dio.

ma dio nn era 1 po' incazzato con gli omosessuali? e adesso si scopre che li ama.. preoccupante tra l'altro....
--------------------------------


la mia piccola rassegna di follia è finita, spero di nn avervi annoiato

dr.spam86 ha detto...

mi è piaciuta molto la battuta sull'estintore

The Wolf ha detto...

UOOOOO
dai dai, sono fantastiche, conosciamole tutte, una per una, mi intrigano troppo i loro pensieri!!!
Evviva la logica, yuppy... No ti prego se hai altre chicche, postale, mi hanno rallegrato la serata!

Kayurin ha detto...

A dire il vero io avevo scritto una risposta molto dettagliata sull'Etz Haim ed i suoi riferimenti alla cultura cattolica a quelli della san giorgio...

L'ho riletta due secondi, per controllare la grammatica, e poi mi sono detto "Perle ai porci" ed ho chiuso la pagina...

tin6789 ha detto...

mmm a gran richiesta di wolf arrivano le mail versione integrale

tin6789 ha detto...

no xò certe cose vanno troppo sul personale le ometterò, per rispetto verso ki le ha scritte anke se ha dei pensieri a me incomprensibili e anke x preservare la mai privacy

tin6789 ha detto...

-----------------------------
..............puoi darmi del tu, mi farà piacere e renderà più semplice il dialogo. Scusa, non avevo capito che era una citazione e non un’offesa al popolo ebraico. Ho frainteso le tue parole…

Anch’io penso che ogni religione sia un fatto privato e che non può in alcun modo essere imposta. Il problema è proprio questo nella nostra società; ognuno vuole fare proselitismo, vuole imporre il proprio pensiero e magari vuol fare una gihad.

Un’opinione religiosa non dovrebbe avere peso politico, perché imporrebbe un pensiero con la giustizia umana.

Infatti Cristo non ha fondato una religione, ma ha predicato un cambiamento radicale della vita umana. L’ha offerto a chiunque, liberamente, vuole offrirGli la propria fiducia, la propria fede.

Chi ha imposto il cristianesimo ha offeso il nome di Cristo… a partire dall’imperatore Costantino che impose il cristianesimo come religione di stato. E così il cristianesimo ha perso i suoi valori iniziali di amore, verità e libertà per diventare una "religione."

Ho letto tutto ciò che mi hai trascritto sotto, riguardo alle leggi del Levitico e comprendo le osservazioni scritte nella lettera. Chi le ha scritte non ha alcuna nozione di ermeneutica. Come può pensare di applicare ai giorni nostri un testo legislativo, scritto per una condizione socio-culturale diversa dalla nostra??? Sarebbe assurdo.

Non mi sentirei mai di considerare le leggi mosaiche come leggi da applicare alla lettera nella mia vita.

Tuttavia in esse vi sono delle considerazioni morali che non furono dettate da Mosè, ma che vennero direttamente da Dio: esse hanno valore ancora oggi, ancora più se sono suffragate dall’insegnamento cristologico.

Riguardo all’omosessualità:

Nel Levitico Dio indica che un comportamento omosessuale non è secondo quanto Lui ha stabilito da principio: un uomo e una donna, uniti per la vita al fine di vivere l’amore e di creare una famiglia.

Nel Nuovo Testamento, l’apostolo Paolo ribadisce questo concetto con parole di fuoco:

"Per questo Dio li ha abbandonati all'impurità, secondo i desideri dei loro cuori, in modo da disonorare fra di loro i loro corpi; essi, che hanno mutato la verità di Dio in menzogna e hanno adorato e servito la creatura invece del Creatore, che è benedetto in eterno. Amen.

Perciò Dio li ha abbandonati a passioni infami: infatti le loro donne hanno cambiato l'uso naturale in quello che è contro natura; similmente anche gli uomini, lasciando il rapporto naturale con la donna, si sono infiammati nella loro libidine gli uni per gli altri commettendo uomini con uomini atti infami, ricevendo in loro stessi la meritata ricompensa del proprio traviamento." (Romani 1:24-27)

Nell’impero romano e nel mondo greco l’omosessualità era una pratica diffusa e accettata da tutti, ancor più di oggi. Eppure Paolo ha avuto un gran coraggio ad esprimere il pensiero di Dio!

Ma queste parole non avevano lo scopo di condannare, semmai di produrre un pentimento, un cambiamento, una vita nuova.

Il cristianesimo non condanna, ma ama e conduce a Dio.

Se sei un omosessuale, sappi che non ho nulla contro di te. Semmai desidero mostrarti tutto il mio affetto in Cristo, affinché tu possa conoscere l’amore di Dio.

Se prendi il capitolo 1 dei Romani (che ho appena citato) e continui nella lettura (almeno fino alla fine del capitolo 3) ti stupirai di come Paolo progredisce nell’esprimere il pensiero di Dio.

Se prima usa parole di fuoco per descrivere l’immoralità umana, poi non va per il sottile nel denunciare chi, credendosi religioso, commette gli stessi crimini con ipocrisia. Insomma ce n’è per tutti!!!

E conclude: " «Non c'è nessun giusto, neppure uno. Non c'è nessuno che capisca, non c'è nessuno che cerchi Dio. Tutti si sono sviati, tutti quanti si sono corrotti. Non c'è nessuno che pratichi la bontà, no, neppure uno»…

… tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio - ma sono giustificati gratuitamente per la sua grazia, mediante la redenzione che è in Cristo Gesù."

Ce n’è per me, per te, per tutti… tutti uguali davanti a Dio, anche quelli che si credono tanto buoni e tanto religiosi!!!!!!!!!!!!

Come vedi qui non è questione di religione, è questione di trovarsi individualmente davanti a un Dio che è ben al di sopra di tutte le umane e meschine religioni.

Ti lascio, dandoti un consiglio. Perché non ti scarichi la Bibbia e non metti nel tuo PC, per poterla leggere di tanto in tanto? La puoi scaricare gratuitamente al sito www.laparola.net

Parti dal vangelo di Giovanni e non fermarti al Levitico… ti prego!!!
----------------------------------
Anche voi due siete pronti al confronto e per questo comincio a stimarvi.

Quante persone mi hanno scritto, ma appena affrontato il dialogo, hanno preferito chiudere occhi e orecchie, per fatica mentale??? per prudenza???... non so!

Non ho letto Orwell (manca nelle mie letture giovanili) ma capisco ciò che intendete dire con "bi-pensiero"... una sorta di schizofrenia, sdoppiamento di personalità?

Non è così. Voi faticate a comprendere il mio pensiero, perché mi avete associato ad un certo cristianesimo, di cui si fa portavoce il Vaticano e che è vissuto dai cattolici "di buona volontà".

Il pensiero di Cristo, non ha nulla a che fare con il cattolicesimo e neppure con il protestantesimo o con molte altre sette che si servono astutamente del nome di Cristo per fare il lavaggio del cervello agli ingenui.

Ogni volta che l'uomo utilizza Cristo, crea gravi storture, di cui sarà reso responsabile.

In Cristo c’è libertà:

"Se perseverate nella mia parola, siete veramente miei discepoli; conoscerete la verità e la verità vi farà liberi." (Giovanni 8:32) "Se dunque il Figlio vi farà liberi, sarete veramente liberi." (Giovanni 8:36)

Mi dite che libertà c’è negli schemi di una religione?

Nelle pagine del sito non mi rivolgo ad un vasto pubblico, ma esclusivamente a chi vuole veramente vivere di Cristo. Queste donne hanno fatto la scelta d’amore di vivere per Colui che le ha amate… è logico che devono vivere in modo coerente con le parole di Cristo, che dà degli insegnamenti per il loro bene. "Se perseverate nella mia parola, siete veramente miei discepoli; conoscerete la verità e la verità vi farà liberi." Perseverare – discepoli – conoscere la verità – vivere nella libertà.

Che senso ha per una cristiana, vivere secondo dei principi non cristiani, visto che Cristo le dà molto di più? Si fregia del nome di Cristo e poi vive in modo incoerente con il Suo insegnamento. Questo è "bi-pensiero", schizofrenia… infatti l’ipocrisia, il vivere doppiamente è proprio schizofrenia.

Se ho scritto quelle pagine l’ho fatto per coerenza!

"Ma mettete in pratica la parola e non ascoltatela soltanto, illudendo voi stessi. Perché, se uno è ascoltatore della parola e non esecutore, è simile a un uomo che guarda la sua faccia naturale in uno specchio; e quando si è guardato se ne va, e subito dimentica com'era. Ma chi guarda attentamente nella legge perfetta, cioè nella legge della libertà, e in essa persevera, non sarà un ascoltatore smemorato ma uno che la mette in pratica; egli sarà felice nel suo operare." (Giacomo 1:22)

Quanti cristiani sono ascoltatori smemorati! È proprio per questo che il nostro mondo è sempre meno cristiano e sta andando a rotoli a una velocità sorprendente! Infatti l’uomo non è felice nel suo operare
-----------------------------------
la magia esiste… ma il suo inganno sta proprio nel far credere a chi si avvicina all’occulto, che essa non esista. Il modo migliore per poter agire indisturbato è far credere agli altri che non ci sei, che non esisti.

Io non so se il piattino si muoveva per effetto di uno spirito o per i movimenti involontari delle vostre dita, ma generalmente gli spiriti si divertono a dire molte cose, per legare al loro mondo gli esseri umani.

Sono felice che tu non abbia più ritentato questa esperienza! Comunque nella tua vita hai creato un "legame".

Ma i "legami” possono essere slegati, per grazia di Dio.

Dammi retta, l’occulto esiste, ma chi ha legami non riesce a "vedere".

Conosco il sistema tolemaico, perché ho studiato astronomia in V liceo. È un sistema che il cattolicesimo ha sostenuto per secoli arrogantemente, e a causa del quale hanno sofferto molti studiosi, compreso Galileo. Hai letto la sua storia?

Ma nella Bibbia questo ordine d’idee non viene assolutamente preso in considerazione. Mentre molti dei suoi versetti sostengono da migliaia di anni l’idea che la terra è un globo, molto prima che gli uomini ci arrivassero con i loro studi astronomici.

Più di venti secoli prima che Cristoforo Colombo, nel 1492, facesse vela per provare che la terra è una sfera, il profeta Isaia, che visse circa intorno all’anno 760 a.C., scrisse: "Egli è assiso sul globo della terra…" o "sulla volta della terra" (Isaia 40:22) Il termine in ebraico è "chuwg" e significa “sfera”, o cosa rotonda simile all’arancia. Isaia ci dice che Dio sta al di sopra della terra e che la guarda come una sfera. Isaia aveva scritto queste parole più di 22 secoli prima che Cristoforo Colombo partisse per l’America.

Davvero non mi conosci! Il fatto di conoscere la scienza e di crederci non esclude la fede!

Ti faccio un altro esempio:

La Bibbia parlò molti secoli fa del numero delle stelle. Il profeta Geremia scrisse: "Come non si può contare l'esercito del cielo né misurare la sabbia del mare…" (33:22) Geremia parla dell’esercito del cielo, per indicare le stelle; scrisse che le stelle erano così numerose che lo spirito umano non poteva contarle. È interessante notare che eminenti scienziati delle generazioni successive, come Tolomeo, Tyco Bray e Keplero tentarono di contare le stelle: Tolomeo arrivò al numero di 1.056, Tyco Bray arrivò a 777, Keplero a 1005.

Moltissimi scienziati, nelle loro ricerche arrivano alla conclusione che più studiano e più la loro fede aumenta. Ci sarà una ragione!

TI lascio un passo della Bibbia che mi ha aiutato molto, sperando che aiuti anche te in futuro:

"Figlio mio, se ricevi le mie parole e serbi con cura i miei comandamenti,

prestando orecchio alla saggezza e inclinando il cuore all'intelligenza;

sì, se chiami il discernimento e rivolgi la tua voce all'intelligenza,

se la cerchi come l'argento e ti dai a scavarla come un tesoro,

allora comprenderai il timore del Signore e troverai la scienza di Dio.

Il SIGNORE infatti dà la saggezza; dalla sua bocca provengono la scienza e l'intelligenza." (Proverbi 2:1 e seg.)
--------------------------------
il tuo discorso è perfettamente coerente. Non credo che tu abbia fumato.

Hai ragione… in parte. Il problema sta proprio in questi termini, perché è di ordine etico.

Chi allontana dalla propria mente il pensiero di Dio, pensando di essere saggio e di elevarsi al di sopra di una realtà troppo elementare, pian piano ha difficoltà a discernere il male e il bene. Gli vengono a mancare i parametri, i termini di paragone.

La Bibbia ha qualcosa da dire anche su questo argomento:

"Guai a quelli che chiamano bene il male, e male il bene,

che cambiano le tenebre in luce e la luce in tenebre,

che cambiano l'amaro in dolce e il dolce in amaro!

Guai a quelli che si ritengono saggi

e si credono intelligenti!" (Isaia 5:20)

Guarda che non ti sto lanciando una maledizione e non voglio accusarti… assolutamente. La mia analisi è serena e semmai è dettata da una profonda comprensione. Il mio intento è di amarti (in Cristo) e di riflettere su te la Sua luce.

Riguardo alla mia "condanna".

Ribadisco che ciò che ho scritto nel mio sito non è assolutamente rivolto ad un pubblico vasto, cristiano e non.

È rivolto esclusivamente a delle mamme che desiderano essere "cristiane" e che dovrebbero imparare a discutere con i propri figli delle loro letture, senza prendere pedestremente ogni cosa come "buona", perché è di moda. A mio figlio non proibisco nulla, ma parlo con lui… sabato è andato al cinema a vedere il "Codice da Vinci", dopo aver letto mesi fa il libro. Nessuna proibizione, ma dialogo! Abbiamo parlato insieme dello gnosticismo, non come di una cosa nuova, ma di pensieri filosofici che già esistevano nel II° secolo d.C. e che ritornano ciclicamente. Oggi servono a far soldi e a confondere ancor più le idee a quelli che si dicono "cristiani" ma non lo sono.

Meglio per te non aderire a nessuna confessione religiosa! Almeno non sei un ipocrita… e avrai maggiori possibilità di comprendere il pensiero di Cristo senza schemi e senza filtri religiosi, quanto mai dannosi!
---------------------------------

dr.spam86 ha detto...

ahh... i discorsi deliranti di una fanatica... adesso si ke sono annoiato

dr.spam86 ha detto...

quello ke mi domando è: xkè tentate di far RAGIONARE simili individui? x mia esperienza essi resteranno attacati alle loro convinzioni come delle cozze al loro scoglio. non ne ricaverete niente. al massimo un'ulcera...

tin6789 ha detto...

passatempo interessante, poi mica sappiamo già tutto della gente come te, parlarci è utile x comprendere il modo di pensare degli altri, per fortuna non tutti gli altri, alcuni degli altri...

fabio ha detto...

perchè, tu cambieresti mai il tuo modo di vedere le cose???


a mio parere pochi al mondo sono in grado di cambiare la loro visione delle cose se gli viene fatto notare che i loro ragionamenti sono sbagliati. e li rispetto perchè sanno veramente cos'è l'umiltè, come direbbe il buon vecchio arrig!!!

:D cheers

dr.spam86 ha detto...

non credo di saper tutto sulle persone. anzi... sto solo dicendo ke, a tentare di far cambiare una persona ke NON VUOLE cambiare, ci si perde la salute.

dr.spam86 ha detto...

sarò ignorante ma ki è arrig???

EvilCraft ha detto...

"quello ke mi domando è: xkè tentate di far RAGIONARE simili individui? x mia esperienza essi resteranno attacati alle loro convinzioni come delle cozze al loro scoglio. non ne ricaverete niente. al massimo un'ulcera..."

Buffo, quelli "dall'altra parte" potrebbero dire esattamente la stessa cosa. Al di la di chi abbia davvero ragione, vi state comportando nello stesso modo..

tin6789 ha detto...

IO però almeno nei miei discorsi uso argomentazioni un MINIMO legate alla realtà e non ragiono a spezzoni di libro scritto 2000 anni fa... I miei pensieri sono quindi soggetti all'influenza positiva o negative degli stimoli k mi arrivano, difficilmente un libro scritto 2000 anni fa potrà cambiare opinione o capire qualcosa.. In conclusione credo ci sia una sostanziale differenza, con me ragionare ha senso mentre cercare di far ragionare degli spezzoni di un libro ha meno senso, difficilmente un libro ragionerà (anche per questo i filosofi della grecia classica erano restii a mettere il loro pensiero sulla carta).

Il Messia ha detto...

Dite che uno nella vita non può cambiare idea?

Io in passato facevo il chirichetto, di mia iniziativa.

Piccolo Buddha ha detto...

in realtà è chiaro che il messia era un reazzionario e cercava di smantellare la chiesa dall'interno ecco perchè faceva il chierichetto^^
in fondo conoscere il propio nemico è il primo passo verso la vittoria ^^

albatros ha detto...

intanto complimenti per il blog.
E secondo non si possono paragonare gli Artic Monkeys ai Beatles.Non diciamo cavolate...Fra 20 anni forse se gli AM saranno ancora a fare musica, possiamo pensarci, ma ora come ora, no.
Ci esce mal ridotto persino Gesù da questo paragone...

albatros ha detto...

vabbè non so se avete notato, ma il sito sui messaggi occulti, non solo condanna TOPOLINO, ma adesso se la prende con gli ebrei....:-|

Il Messia ha detto...

beh che buona parte del made in disney sia dannoso per l'infanzia sarei anche d'accordo, mostra un mondo in cui o sei buono o sei cattivo, e in cui il diverso è cattivo.

che se la prendano con gli ebrei è normale. il gene dell'antisemitismo è sempre esistito nel cristianesimo, basti pensare all'essere imbelle di Pio #12, o agli ebrei bruciati in quanto tali negli anni (curioso un episodio ad Ancona in cui si stavano bruciando sistematicamente gli ebrei ed intervenne un sultano musulmano a salvarne qualche centinaio)

tin6789 ha detto...

ehi messia io nn ho detto che la gente non può cambiare idea, ho detto che chi ragiona usando pezzi di un libro al posto dei pensieri non può cambiare idea....

Il Messia ha detto...

eh, ma io essendo chirichetto ragionavo con pezzi di libri, nel senso che davo retta al prete

EvilCraft ha detto...

Il contenuto di un libro può essere accettato o rifiutato, a discrezione del lettore. Ma nulla vieta che tale contenuto venga accettato in seguito a delle riflessioni, e che non sia stato preso come oro colato senza riflettere.
In realtà, buona parte delle nostre conoscenze proviene dai libri, e mi sembra azzardato pretendere di formulare ragionamenti escludendo tali informazioni.
Il fatto che nella mail siano state riportate attraverso citazioni, piuttosto che attraverso un discorso più lineare, significa semplicemente che l'autore/autrice abbia deciso di non aggiungere nulla. Ma come sai che questa scelta sia dovuta al fatto che la mail sia stata scritta ripetendo a pappagallo (nel qual caso ti darei ragione, far cambiare idea a chi parla senza riflettere è senza dubbio molto difficile..), senza riflettere, piuttosto che alla decisione di farti conoscere le esatte parole del libro da cui sono state prese le informazioni?
Non conosco la situazione in cui sono state scritte quelle lettere e non conosco le tue risposte, quindi la mia opinione avrà un peso limitato, ma in quello che ho letto non vedo solo stupidaggini. Alcune parti mi sembrano un po' campate per aria (occulto?), ma ci sono anche cose più o meno sensate. Ma, soprattutto, c'è poco che possa farmi pensare che chi ha scritto la mail non stesse ragionando con la propria testa quando l'ha fatto.

albatros ha detto...

ma non è il ragionare come e su cosa...
è lasciare che gli altri siano liberi, sia di farsi prendere per il culo (come dice Guzzanti quando imita il predicatore americano" siate gonzi in dio") sia di ragionare col proprio cervello...

tin6789 ha detto...

in my humble onest opinion le parti migliori, quelle più passibili di essere salvate sono quelle in cui non si ragiona "a libri"... in ogni caso secondo me il libro può essere una fonte di informazioni e uno spunto di ragionamento autonomo, ma non dovrebbe, anche dopo un'accettazione ragionata, essere sostituito esso stesso ai pensieri. anzi questa è la cosa più grave, perchè se qualcosa viene accettato senza pensare, così per caso, forse come faceva il messia in passato facendo il chirichetto, è più facile poi staccarsene e tornare a un pensiero più autonomo, se invece qualcosa viene accettato, anche in seguito a delle riflessioni, incondizionatamente e in maniera così assoluta, poi è più difficile staccarsene, molto più difficile.

EvilCraft ha detto...

"[...] ma non dovrebbe, anche dopo un'accettazione ragionata, essere sostituito esso stesso ai pensieri."

Certo che no. Quello che intendevo è che non mi sembra sia questo il caso, in quanto non credo che citare qualcuno o qualcosa equivalga a pensare attraverso quel qualcuno o qualcosa.
Comunque, non sono d'accordo sull'ultima parte. Se non pensi, generalmente non pensi nemmeno a ciò che ti vien detto per dimostrarti di essere nel torto; quindi, o prendi la nuova teoria per buona senza motivo, o la rifiuti categoricamente, sempre senza motivo. Se invece ragioni, sarà quello che cerca di confutare il tuo pensiero a essere in difficoltà, perchè dovrà necessariamente trovare motivazioni "forti" per fartela abbandonare. Ma una volta trovati, il tuo "abbandono" dovrebbe essere quasi automatico, o tu stesso dimostreresti di non ragionare affatto.

tin6789 ha detto...

eh no io non ho parlato di pensare e non pensare in generale come modo di porsi di fronte alle idee. io dico k 1 idea (giusta o sbalgiata, buona o cattiva) accettata pensando è + difficile da abbandonare di 1 idea accettata senza pensare. cmq a me non sembra che il mittente delle mail k ho postato si limiti a "citare" le scritture, e ciò si evince anche dalla "schizofrenia" riscontrabile, ovvero dall'alternarsi di idee così totalmente condivisibili e comrpensibili e di quelle che per molti possono considerarsi deliranti follie. secondo me si vedono i punti in cui pensa la persona e in cui "pensa" il libro e stridono pure un po'... (evilcraft non rispondere, ti prego.. non oggi. oggi ho pensato abbastanza...)