martedì, maggio 02, 2006

Trascorsi quaranta giorni, Noè aprì la finestra che aveva fatta nell’arca e fece uscire un corvo per vedere se le acque si fossero ritirate. Esso uscì andando e tornando finché si prosciugarono le acque sulla terra. Noè poi fece uscire una colomba, per vedere se le acque si fossero ritirate dal suolo; ma la colomba, non trovando dove posare la pianta del piede, tornò a lui nell’arca, perché c’era ancora l’acqua su tutta la terra. Egli stese la mano, la prese e la fece rientrare presso di sé nell’arca. Attese altri sette giorni e di nuovo fece uscire la colomba dall’arca e la colomba tornò a lui sul far della sera; ecco, essa aveva nel becco un ramoscello di ulivo.

A parte il fatto che da quel che ne so gli uccelli non sono soliti staccare pezzi di ramo dagli alberi.... ma in più di mezzo anno sott’acqua, un albero non muore? E se proprio vogliamo fare il miracolo e mettiamo della CO2 nell’acqua (insomma pioveva acqua Perrier) in modo da far sopravvivere l’ulivo, allora mi sarei aspettato un ramo di sequoia!

Noè comprese che le acque si erano ritirate dalla terra. Aspettò altri sette giorni, poi lasciò andare la colomba; essa non tornò più da lui.

dov’è andata? E di cosa si sarebbe cibata, visto che l’acqua non aveva lasciato niente di vivo? Insomma, la cara colomba è morta. Era una colomba stupida, però, quindi non ci siamo persi granchè.

L’anno seicentouno della vita di Noè, il primo mese, il primo giorno del mese, le acque si erano prosciugate sulla terra; Noè tolse la copertura dell’arca ed ecco la superficie del suolo era asciutta. Nel secondo mese, il ventisette del mese, tutta la terra fu asciutta.

copertura dell’arca? ora salta fuori che c’era pure la copertura impermeabile (se non lo fosse l’arca sarebbe affondata)! Dunque o era fatta di legno e pece e l’arca era insomma decappottabile con l’hard top, o era in fibra sintetica, o era fatta di vari strati di pelle. Tendiamo ad escludere la seconda ipotesi, in quanto sarebbe servito ancora qualche millennio per l’avvento della fibra sintetica. La terza ipotesi vorrebbe dire che per coprire l’arca Noè ha personalmente scuoiato più animali di quanti ne ha salvati. Dunque, l’arca era decappottabile.

Dio ordinò a Noè: «Esci dall’arca tu e tua moglie, i tuoi figli e le mogli dei tuoi figli con te. Tutti gli animali d’ogni specie che hai con te, uccelli, bestiame e tutti i rettili che strisciano sulla terra, falli uscire con te, perché possano diffondersi sulla terra, siano fecondi e si moltiplichino su di essa».
Noè uscì con i figli, la moglie e le mogli dei figli. Tutti i viventi e tutto il bestiame e tutti gli uccelli e tutti i rettili che strisciano sulla terra, secondo la loro specie, uscirono dall’arca. Allora Noè edificò un altare al Signore; prese ogni sorta di animali mondi e di uccelli mondi e offrì olocausti sull’altare.




Nel frattempo dio è lì che si sta rotolando dal ridere, non credendo a tanta imbecillità: Noè per festeggiare la salvezza degli animali.... li sgozza! Assistiamo qui a uno dei momenti più esilaranti dell’intera bibbia, in cui avviene l’estinzione di migliaia di specie animali ad opera di Noè. Si vocifera che ce ne fossero di molto interessanti.

Il Signore ne odorò la soave fragranza e pensò: «Non maledirò più il suolo a causa dell’uomo, perché l’istinto del cuore umano è incline al male fin dalla adolescenza; né colpirò più ogni essere vivente come ho fatto.


insomma, "non lo faccio più, giuro". Eh, c’è qualcosa che il sapore di uno stinco di maiale non può fare? far passare la luna storta a dio è solo una della molteplici proprietà di questa pietanza.

21 commenti:

Z3RØ ha detto...

Allora Noè edificò un altare al Signore; prese ogni sorta di animali mondi e di uccelli mondi e offrì olocausti sull’altare.

No...apsetta un attimo...tutta sta fatica dell'arca...PER SACRIFICARE GLI ANIMALI A DIO? Manco quelli non mondi, quelli mondi!?!?

Quest'ultimo pezzo l'hai aggiunto tu, vero? No perchè senò non si spiega...

Il Messia ha detto...

c'è, c'è...

eltarion ha detto...

Che figa l'arca decapottabile!! Mi pare che più avanti spiega che aveva pure il nos

tin6789 ha detto...

Beh mi pare k salvare gli animali x poi sacrificarli sia in linea con il resto del libro x ora... Fare le cose e poi disfarle è un topos...

Nickde ha detto...

l'arca decapottabile, stereo con dolby digital, air conditioned, abs, airbag, trazione integrale, insomma full optional. L'unico neo era il motore. Multijet fiat. infatti mi pare che sull'arca noè avesse portato anche un toro meccanico...

Piccolo Buddha ha detto...

Il Signore ne odorò la soave fragranza e pensò: «Non maledirò più il suolo a causa dell’uomo, perché l’istinto del cuore umano è incline al male fin dalla adolescenza; né colpirò più ogni essere vivente come ho fatto.

okok quindi dopo aver salvato un essere umano che come riconoscenza sgozza gli stessi animali che gli ha fatto salvare dio capisce che non c'è propio niente da fare, gli uomini gli son venuti male e basta, quindi che si arrangino guarda questo gli ho dato salva la vita gli ho dato un incarico relativamente semplice (in fondo doveva solo far stare vivi gli animali) e ha fallito, neanche durante le difficoltà ma propio quando tutto era finito bah sto dio non mi sembra molto sveglio (senza offesa eh XD)

The_Dreamer ha detto...

"D’ogni animale mondo prendine con te sette paia"

Questo l'ha scritto il messia il 26 di aprile... e di quest'anno per giunta.. O_O

Dio l'aveva studiata bene e olocausto significa bruciato interamente, non estinzione!

The Wolf ha detto...

Ha ragione dreamer. Quindi i 3 milioni di animali sono da ritoccare ;)

Anche se mi sembra controproducente bruciarne un settimo (degli mondi), visto quanti ne erano rimasti. Che sfiga quelli che sono bruciati, tutto quel viaggio sommersi nella loro medda (ricordiamo lo scarso personale a bordo) e poi carbonizzati, nemmeno per essere mangiati, così per sport, contro ogni legge della natura... era meglio morire affogati.

Per la questione dell'arca decapottabile, non la vedo molto fattibile, non nel senso di costruzione, ma non c'era ancora la momo che faceva i sedili, il copritimone in pelle ecc... stona un po'. No dai seriamente, una copertura ci può stare, poi con le tecnologie dell'epoca, ci mettevano poco a fare una struttura lunga 3km che potesse reggere il mare forza 8, bastava rovesciare la barca :D

Ultima domanda, durante le tempeste, l'arca era l'unico corpo che potesse avere qualcosa di appuntito sulla superficie terrestre, dovrebbe essere stata bersagliata dai fulmini?!?!? poi essendo di legno... uao, quante bracciole arrostite!

fabio ha detto...

ma olocausto non erano mica cento bestie sacrificate????


mah... sarò io che mi ricordo male le lezioni di latino/greco...

saludos

fabio ha detto...

ah e per cento s'intende cento di ogni tipo...

non facciamo i furbi neh!!!!

tin6789 ha detto...

veramente cento bestie era l'ecatombe da ecaton k in greco vuol dire appunto cento

fabio ha detto...

ah ecco... eheheh che bella figura...


cmq cos'ha il bue in mezzo alle gambe???

Kayurin ha detto...

Ad ogni modo dio ha i suoi problemi eh... Non so' con le bestie monde come funziona, ma la carne bruciata puzza... Altro che soave fragranza...

A meno che olocausto significhi "cotto a puntino"...

The Wolf ha detto...

Si infatti, olocausto da "olio cauto" altrimenti si frigge la carne, sai che schifo dopo.
Certo che oltre al sale non potevano mettere altro, le piantine aromatiche erano tutte annegate mesi prima... :(
Che gusti strani

Kayurin ha detto...

Ah, ecco perche la colomba ha portato il ramoscello d'ulivo...

domineddio l'ha messo come messaggio subliminale... "Guai a voi se vi azzardate a sacrificare friggendo in olio di semi"...

Selene ha detto...

Certo, sarebbe stato meglio se la colomba avesse portato un rametto di rosmarino... sai che grigliata!!!

Selene ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Il Messia ha detto...

certo, per ogni animale dovevano essercene 14 esemplari. ma per fare arrivare la fragranza fin da dio, sacrificarne uno era un po' poco...

fabio ha detto...

eh ma dio ha un olfatto divino...

ok ok non posterò più battute in pausa pranzo prometto!!!!!

The Wolf ha detto...

Dovresti andare alla gogna per cotesta battuta di basso rango. Ma siccome che io sono puono e ti penedico, pakerai solo con un'umile indulgenzia.

Firewoman ha detto...

ma non capisco come avrebbe fatto Noè ad accendere il fuoco con tutta la legna bagnata (anzi, putrescente dopo un anno sott'acqua)??? E non vale dire che ha usato il legno dell'arca primo perchè pare che da qualche parte quest'arca ci sia ancora, secondo perchè io non l'avrei bruciata subito appena scesi, metti che Dio ci ripensa e fa un altro annetto di pioggia, terzo perchè se l'ha incatramata ti voglio ad accendere i tronchi...