giovedì, giugno 15, 2006

Ma allora prende per i fondelli!

"L'Eucaristia e' il pane dei poveri, un piccolo pezzo di pane che attraverso il sacrificio di Gesu' ci porta all'unificazione con il Creatore". Lo ha detto Benedetto XVI nell'omelia della messa del Corpus Domini celebrata sul sagrato della Basilica di San Giovanni in Laterano, prima della tradizionale processione fino alla Basilica di Santa Maria Maggiore.

Ah ecco perchè il "pane" vero se lo tengono per sè. I poveri hanno solo vogli di pane spirituale!

"La farina con la quale e' fatto il pane, il grano macinato - ha spiegato - suppone la morte del chicco.

Ora, so che la scienza è fallace, dice il falso ed è reazionaria... ma suggerisco a Herr papa di provare a fare un elettrocardiogramma a un chicco, prima che sia trasformato in farina (quando è teoricamente VIVO). Chissà, magari fa la scoperta del secolo


E il pane, con l'essere stato impastato e cotto ugualmente ci mostra che il morire ci porta a una vita nuova". Anche noi siamo chiamati a questa vita nuova, ha poi aggiunto Papa Ratzinger ricordando che attraverso l'Eucaristia il Signore trasforma la vita degli uomini.

Scusa un attimo eh.... ma la ricerca sugli embrioni? Ammesso (e non concesso) di considerare vita un embrione senza coscienza di sè, non sarebbe comunque una morte per portare a vita nuova (in questo caso sviluppata e coscenziente)? Che differenza fa tra QUEL "morire per dare nuova vita" e QUESTO?

Certo, se considera vivo un chicco di grano, grazie tante che considera un embrione come vita... ma allora contiamo anche la "vita in potenza": in tal caso ogni volta che chiavo compio un tentato genocidio.

30 commenti:

The Wolf ha detto...

Shhhhhhhhhhhhhhhhh, non dirlo ad alta voce, che poi ti ritrovi la NATO in casa!

tin6789 ha detto...

scusa e le seghe? genocidio certo.. migliaia di potenziali splendidi bambini morti!

The Wolf ha detto...

E le donne? buttano via una vita ogni 28 giorni senza averne colpa... Condannate per tutta la loro esistenza?!

Paloma ha detto...

in effetti le donne godono di un certo misoginismo cattolico...di fronte a queste cose un porco qua e porco la mi viene proprio dal cuore...

Teto_z ha detto...

Senza contare le volte che ti masturbi...

fabio ha detto...

vabbè allora allarghiamo il discorso: non ci pensate mai a quei poveri batteri che continuamente sono assediati dalle nostre enormi scarpe/chiappe, e che incessantemente vengono trucidati ad ogni passo o ogni volta che ci sediamo??????

defendemos los batterios!!!!!!! poracci...

Piccolo Buddha ha detto...

ehm cmq io non credo intendesse un ragionamento del tipo catena alimentare sai messia: la morte di un animale è la vita di un altro. Io credo che intendesse che la morte fisica precede ed è necessaria per la vita dell'anima che è eterna la NUOVA vita sarebbe quella dell'anima che è eterna e quindi non bisogna temere la morte (naturalmente solo se sei cattolico praticante, tutti glia ltri la devono temere perchè li inizieranno le pene dell'inferno etc etc)...pensate quando si muore la nostra anima raggiunge il luogo che si merita...ma quanto è affollato l'oltretomba se nessuno se ne va mai? io stimo un 40-50 miliardi di persone

Selene ha detto...

Però non ho ancora sentito il Papa lanciare anatemi sulla Monsanto Co.
;-)))

lorenzo masotti ha detto...

Mi sa che c'avete le idee un pò incasinate. rinuncio a dire la mia perchè mi fa fatica e tanto non vi frega niente di sentire chi la pensa in altro modo. mi limito a far notare
che embrione è una cosa e spermatozoi e ovuli tutt'altra. L'embrione è un'essere umano, il resto no. Mi sembra facile dato che tutti siamo cominciati così....o voi no? vi ha portato la cicogna a voi? quando mi dimostrerete che le persone non nascono così sono disposto a cambiare parere.saluti. Lorenzo Masotti

Il Messia ha detto...

"tanto non vi frega niente di sentire chi la pensa in altro modo."

se una cosa vale per te, mica detto che vale per tutti.


un embrione è poco meno di una piantina. Le caratteristiche che differenziano un uomo da una pianta (coscienza, un sistema nervoso, intelligenza... non proprio sempre ma vabbè) non sono certo presenti in un embrione. Ergo, è una forma di vita meno complessa di un vetegale.
Poi si sa che diventerà un essere umano... ma all'inizio dunque l'embrione è essere umano in potenza. Così come un ovulo e uno spermatozoo sono un embrione in potenza, del resto. Guardando ciò che un embrione è in un dato momento (e non nel futuro), emerge che se uccidiamo una pianta per mangiarla, dovrebbero esserci ancora meno remore nell'usare un embrione, che è meno vivo di una patata, per risolvere problemi medici di esseri umani compiuti.

easy as it seems


O almeno, io ricordo che quando ero un embrione non mi accorgevo di niente.

tin6789 ha detto...

massì messia perchè dio ha rimosso dalla tua memoria i ricordi per vedere se ti accontentavi della fede... è così ovvio!


------------------------
Se un misantropo si fosse proposto di fare l’infelicità del genere umano, che avrebbe potuto inventare di meglio che la credenza in un essere incomprensibile, sul quale gli uomini non avrebbero potuto mai mettersi d’accordo e al quale avrebbero attribuito maggior importanza che alla loro stessa vita? -Denis Diderot-

The Wolf ha detto...

@lorenzo masotti: mah, le idee incasinate ce le avete un po' voi, o sbaglio!
Allora perchè proibite l'uso del preservativo o ogni genere di anticoncezionali, se per voi lo spermatozoo o un ovulo sono una cosa "non viva" e un embrione è "vivo"?
Vi state contraddicendo, o almeno smontami questa mia dimostrazione. Siamo aperti al confronto, ma non all'inculcamento...

Scusa, ora devo dirti perchè per me un embrione non è una vita, o quasi. Per me è solo una fase evolutiva, finchè non cresce un cervello, che possa gestire autonomamente le fasi vitali dell'essere in questione e avere un minimo di coscienza, che penso si possa acquisire solo verso gli ultimi mesi di gravidanza...

Ora di la tua e non barricarti dietro a false accuse ;)

Consoman89 ha detto...

"l'embrione è un essere umano"

SCUSA?

la questione non è se mi ha portato la cicogna o se sono nato sotto i cavoli la questione è:siamo in grado di sapere con certezza cosa si puo definire vita e cosa no? la risposta è NO non possiamo e per questo ci sono varie opinioni tutte argomentate in modo piu o meno valido.
Quindi finche mi dici "ah io rinuncio a dire la mia" allora mi sta bene in fondo mica ti obbligo a scrivere io sul blog no? però se mi dici " un embrione è un essere umano" già sbagli perchè è una tua opinione per altro motivata con una argomentazione molto futile che il messia ha già prontamente smentito.

sinceramente a me piace sentire la vostra opinione in primis perchè in genere mi faccio due risate e poi perchè mi piace accorgermi di come ragionate

The_Dreamer ha detto...

Mettiamola così: io considerò l'embrione una vita perchè con la fecondazione esso ha già tutte le caratteristiche a livello di cromosomi dell'uomo in tutti i suoi stadi di vita senza ulteriori trasformazioni. Si faceva l'esempio dello spermatozoo e dell'ovulo quando ancora sono divisi ma questa è una cosa un po' diversa.

Il Messia ha detto...

posso concepire (pur ovviamente non capendo, ma qui sono più fatti miei) che si consideri la "vita" come un dono e che quindi non sia diritto dell'uomo disporne. Che poi la pena di morte sia stata abolita in Vaticano solo nel 2001... vabbè non divaghiamo.

Ma anche il più ottuso ammetterà che si tratta di una concezione derivata ESCLUSIVAMENTE dalla religione. Ergo, se esiste libertà religiosa, deve esistere la libertà di comportarsi di conseguenza.

Sei cattolico? Ok, non donare embrioni, e se tuo figlio in futuro avrà una malattia genetica, non curarlo (in ipotesi di coerenza s'intende).

ma CON QUALE DIRITTO impedire A ME, che non faccio distinzioni tra vita umana vita animale e vita vegetale o inferiore (sempre di vita si tratta, solo in forme diverse. per la sopravvivenza se ne dispone, anche se prendi degli antibiotici uccidi), di avere il mio stato che ricerca delle cure per delle malattie che, quelle sì, ci sono per tutti, credenti e non...?

Sulu ha detto...

A me m'ha portato la cicogna!

%D

Piccolo Buddha ha detto...

ehm potrei far notare che alcune persone che scrivono su questo blog potrebbero essere nate tramite inseminazione artificiale...quindi sono nate in modo differente e per questo però non sono meno degne di avere il mio rispetto e il tempo per ascoltare le loro opinioni. (qualcuno una volta ha dichiarato che i filgi avuti con un procedimento di laboratorio nascono senz'anima). gli uomini poi dovrebeero essere tutti uguali ne?

Lorenzo Masotti ha detto...

“se una cosa vale per te, mica detto che vale per tutti”, son qui a scrivere sul blog quindi vuol dire che mi interessa, piuttosto vediamo che reazioni avete. Ciò che differenzia uomo e pianta credo sia un po’ più che il sistema nervoso e intelligenza, sennò siam messi male…L’autocoscienza che tu invochi manca nel sonno, ergo si può uccidere, basta farlo di notte. Tanto: “io ricordo che quando ero un embrione non mi accorgevo di niente”, bravo ! dì che quando dormi ti possono fare quello che vogliono, di che ti accorgeresti?
“perchè proibite l'uso del preservativo…”. Che c’entra l’uso del preservativo con la vita umana?che c’entra la chiesa?quelle son regole per chi vuole liberamente essere cattolico, quando mai hanno chiesto la legge per vietare il preservativo? Ora si sta parlando di vita umana mica di sesso e religione.
“se per voi lo spermatozoo o un ovulo sono una cosa "non viva" e un embrione è "vivo"?...” Anche lo spermatozoo e ovulo sono vitali, non c’è dubbio, solo non sono esseri umani dato che per fare un uomo ci vogliono 46 cromosomi e quando l’embrione è formato inizia un processo continuo e organicamente finalizzato a diventare neonato, adolescente… Bambino, feto, ragazzo, uomo o vecchio sono nomi e tappe di sviluppo di uno stesso soggetto, nomi assegnati per convenzione. Non mi sembra che cambi la sostanza quando uno viene chiamato ragazzo o uomo.
“siamo in grado di sapere con certezza cosa si può definire vita e cosa no?”… Credo proprio di si. L’embrione è scientificamente vita umana, lo riconosce anche Capezzone,Veronesi etc, loro però sostengono che fino a che non nasce è essere umano ma non è persona etc. Io vorrei capire in base a cosa, quale fatto, avvenimento o decisione scientifica da un momento all’altro inizia a diventare persona, secondo loro e voi!!! Non capisco perché il solo fatto che cominci a respirare da solo è discriminate dell’essere persona o no. Soprattutto mi sembra estremamente pericoloso distinguere tra essere umano persona e essere umano non persona.
Voglio dire che si può decidere per convenzione le regole di comportamento ma non decidere per convenzione chi è persona e soprattutto chi non lo è. L’incontro tra ovulo e spermatozoo dà il via a un sacco di cambiamenti e in particolare a un processo evolutivo che si conclude solo con la morte dell’uomo per vecchiaia se qualche causa esterna non interviene a sopprimerlo prima.
“Ma anche il più ottuso ammetterà che si tratta di una concezione derivata ESCLUSIVAMENTE dalla religione”.. Questo è totalmente folle! la SCIENZA dice che la vita umana inizia dal concepimento, e, ribadisco, anche i radicali e company lo ammettono, la distinzione che fanno è essere umano e persona. Comunque basta aprire il libro di biologia…
“ma CON QUALE DIRITTO impedire A ME, che non faccio distinzioni tra vita umana vita animale e vita vegetale o inferiore…” Mi spiace ma lo stato ha proprio il compito di fare distinzione tra il sopprimere individui umani o animali-vegetali. Le leggi servono per questo, sennò basterebbe la legge del più forte.

Firewoman ha detto...

mamma mia quanta rabbia leggo nelle parole di lorenzo masotti, e delle "botte e risposte" non sempre coerenti, quasi che ci fossero delle interferenze sulla linea... posso cercare di fare un po' di chiarezza?
Nel primo intervento afferma:
"embrione è una cosa e spermatozoi e ovuli tutt'altra" al che the wolf replica: "Allora perchè proibite l'uso del preservativo o ogni genere di anticoncezionali?" e lorenzo si arrabbia perchè dice che non c'entra niente. PRIMO CHIARIMENTO: per la Chiesa il seme non va sprecato (da qui il divieto di far pompini, che però è già sbagliato di per sè perchè è un atto fisiologico naturale che è contro natura impedire) perchè è già vita potenziale. Quindi l'intervento di the wolf non era fuori tema, perchè il concetto è lo stesso, anche se è ovvio che un embrione è ancora più importante. Poi lorenzo si scaglia contro gli scienziati in genere dicendo:"Io vorrei capire in base a cosa, quale fatto, avvenimento o decisione scientifica da un momento all’altro inizia a diventare persona, secondo loro e voi!!!" Bene SECONDO CHIARIMENTO: le affermazioni di Veronesi et simila arrivano dalla legislazione, nè più nè meno. Lo Stato ha dovuto normare cosa si intende per "persona", è ovvio, sennò non si potrebbero combattere le violenze alla persona. Ora, siccome finchè è dentro alla pancia della mamma per tutelare il feto basta tutelare la mamma stessa, da un punto di vista legislativo è tutto a posto. Invece la Chiesa, da sempre misogina, vuole anteporre il feto alla donna. E poi ti stupisci che ci si incazza? io come donna sono molto incazzata. Perchè la mia vita dovrebbe essere secondaria a quella di una vita potenziale? Piccola digressione: anche la parola "matrimonio" è un insulto: protezione della madre. Ooooh come sembrano belle parole. Peccato che s'intende: se non procrei, non hai diritti. Ad esempio, se una donna ha accudito con amore per anni il marito, ma non gli ha dato figli, non ha diritto alla reversibilità in caso di morte di lui. Perchè la Chiesa vede le donne solo come delle fattrici? MA VAFFANCULO!!!
E anche per questa tematica dei feti, il discorso non cambia.
Infine, alla questione sulla possibilità di curare malattie non hai fatto cenno, che è invece la cosa più importante. Siete sempre pronti a parlare di carità, ma quando c'è qualcosa che può essere davvero caritatevole, come curare grazie alle scoperte derivate dall'intelligenza umana, che ti ricordo è un dono di Dio, preferite rannicchiarvi dietro le vecchie e polverose parole di un libro scritto da uomini vissuti in un'epoca lontana che non potevano immaginare cosa ci sarebbe stato in futuro... questo futuro che vi spaventa così tanto... e anche tu, lorenzo masotti, se ti ammalassi di cancro, non credo che rifiuteresti una cura che deriva dallo studio sulle staminali, proprio no, non ci credo...

Lorenzo Masotti ha detto...

Firewoman, non ero per niente arrabbiato. Certo se mandi a fanculo chi non la pensa come te, non c’è molto da discutere. Mi sa che hai frainteso molto di quello che ho detto, forse perché sei troppo arrabbiata. Intanto io non proibisco proprio niente, non capisco perché te la prendi con me, mah…!chissà per chi mi hai preso. Stiamo parlando di vita umana e te tiri fuori la Chiesa, boh..Poi quello che la chiesa chiede ai suoi fedeli come comportamento, non c’entra niente con questa discussione, stai mischiando un sacco di cose diversissime!Il comportamento personale dei cattolici riguarda solo loro, la Chiesa e Dio per chi ci crede. Per tutti gli altri ovviamente non contano i precetti della Chiesa e in fatti non ci sono leggi che obbligano ad andare a messa o a determinati comportamenti sessuali, ovviamente! Questi comportamenti riguardano solo l’ordinamento interno della comunità cattolica, mica lo Stato!!!
Dici:” da qui il divieto di far pompini”. Ma a te chi te lo ha mai impedito di fare tutti i pompini che vuoi e a chi vuoi, foss’anche il primo che incontri per strada?
Il problema dell’inizio della vita umana, al contrario, riguarda proprio lo Stato. Perché è lui che deve garantire che tutti gli esseri umani siano garantiti nei loro fondamentali diritti, tra parentesi esiste proprio per questo.
Poi, scusa, ma sostieni una tesi aberrante( oltre che sbagliata).Dici:” le affermazioni di Veronesi et simila arrivano dalla legislazione..”. Quindi secondo te è la legge che deve decidere per convenzione chi è persona e chi no?? Ma che stai a dire!! Secondo te sui libri di scienze c’è scritto: la vita umana inizia quando lo dice la legge!! Dai, parliamo seriamente!!
Ti sembra sbagliato considerare l’inizio dell’esistenza di ognuno il momento in cui compare un essere vivente cromosomicamente, logicamente e sostanzialmente alla base dello sviluppo che lo porterà ad essere bambino, uomo, vecchio..etc?Dalla fecondazione in poi è solo questione di quantità, non più di qualità, ti ricordo.
Ti ringrazio poi per l’augurio che mi fai:” se ti ammalassi di cancro, non credo che rifiuteresti una cura che deriva dallo studio sulle staminali, proprio no, non ci credo...” Vabbè se capita che mi ammalo ammetto che ricorrerò alle cure di staminali ADULTE!!! Anche perché sono le uniche che curano per ora !! Per informazioni scientificamente provate andare a guardare i risultati del prof. Vescovi e delle ultime sei terapie curate con successo grazie alle staminali ADULTE e non embrionali(mai servite a curare neanche i topi, che sono morti di cancro). Non essere così livorosa cmq, ho solo voluto esporre le mie idee che certamente sono opposte alle vostre, ma le ho motivate e poi non pretendo di convincere nessuno. Saluti Lorenzo masotti

Il Messia ha detto...

cos'altro ha un uomo più di una pianta, se non le funzioni di ogni altro animale e una corteccia più sviluppata? spero non si facciano discorsi su anima e roba varia...

se non ci si basa sulla legge allora la cosa diventa arbitraria. Dal momento che se è stato fatto un referendum vuol dire che il problema legale non sussisteva (se no non passava), è pacifico che è solo una questione di interpretazione.

Dunque, la legge dello Stato è condizionata da un'interpretazione cattolicheggiante, suppongo il concetto sia chiaro.

Lorenzo Masotti ha detto...

"se non ci si basa sulla legge allora la cosa diventa arbitraria":grazie, questo lo so, il problema è in base a cosa la legge decide? A me sembra che debba decidere che l'essere umano è persona da quando comincia a esistere.Se poi ci sono dubbi, dovrebbe valere il principio di precauzione, in base a cui se non si è sicuri di ciò che è comunque bisogna trattarlo da persona per non commettere errori

Firewoman ha detto...

"Il comportamento personale dei cattolici riguarda solo loro, la Chiesa e Dio per chi ci crede". E' proprio qui il punto. Che la Chiesa dovrebbe essere solo una guida spirituale, ma non si limita a questo. L'nfluenza della Chiesa in Italia è enorme, te lo posso garantire perchè ho vissuto parecchio all'estero in vari paesi europei dove non si sente affatto l'intromissione della Chiesa nelle scelte sociali. Vuoi degli esempi? In Italia non ci sono quasi per niente pubblicità sul preservativo nè si fa un'adeguata educazione sessuale nelle scuole, e così abbiamo ancora oggi, nel 2006, nell'era dell'informazione, ragazze che rimangono incinte e abbandonano i bimbi nella spazzatura troppo spaventate da cosa gli direbbero i loro cattolicissimi genitori. Di esempi ne ho finchè ne vuoi, quindi non mi dire che ciò che dice un vescovo o un cardinale rimane nell'ambito della sfera religiosa, va ben oltre, e Ruini lo sa benissimo quale potere ha anche su ambiti sociali ed economici.
"Secondo te sui libri di scienze c’è scritto: la vita umana inizia quando lo dice la legge!! " OVVIO CHE NO, ci sono varie definizioni, da quella biologica a quella etica, ma non si può pensare che la legge non dia una propria definizione di persona sennò come potrebbe fare tutte le altre leggi sui diritti e doveri di una persona se non la definisse? se poi tu mi parli di anima, ovvio che questo la legge non lo prende in considerazione.
Come ti ho detto ritengo sbagliato che il feto venga prima della madre, ed era questo concetto che mandavo 'affanculo, mica te. E su questo non mi hai dato una tua opinione.
Se davvero fosse una questione solo spirituale che un fedele deve scegliere in coscienza, perchè farne una legge che imponga A TUTTI di fare o non fare qualcosa? Vedi che qui il tuo ragionamento si smonta? Forse se mi spiego con un esempio è meglio: io come donna non abortirei mai, perchè in coscienza non me la sentirei. Ma se riproponessero di vietare l'aborto con una legge, mi opporrei con tutte le mie forze perchè le mie scelte morali, o quelle dei fedeli cristiani, non possono e non devono essere imposte A TUTTI. Innanzitutto perchè siamo una società multietnica e quindi non tutti sono cristiani. e poi perchè ci sono migliaia di donne violentate ogni anno che hanno già subito un'imposizione fisica, e direi che scegliere del proprio corpo sia il minimo che gli si possa garantire. Infine perchè sarebbe una mossa da struzzi, si sa che la gente continuerebbe ad abortire andando da "macellai" in condizioni igieniche nulle, rischiando la propria vita. Capisci cosa voglio dire? IMPORRE le proprie idee è sbagliato. Quando la Chiesa appoggia una proposta di legge che obbliga a fare o non fare qualcosa che dovrebbe essere solo una scelta morale, allora non è più solo una guida spirituale.
Infine, è ovvio che ho toccato più argomenti, perchè è proprio il casino combinato da quell'ultimo referendum: ha messo nel calderone tante cose che è inevitabile che ci siano più punti da contestare, e che vengano presi tutti insieme anche se non sono legati tra loro!

Firewoman ha detto...

"dovrebbe valere il principio di precauzione, in base a cui se non si è sicuri di ciò che è comunque bisogna trattarlo da persona per non commettere errori" perchè questo principio, su cui sono d'accordissimo, la Chiesa non lo applica alle antenne di Radio Maria, che con buona probabilità, ma non certezza, causano la leucemia? Cioè, anche ci fosse un 1% di probabilità che l'aumento dei tumori sia dovuto alle onde emesse dalle parabole, loro che inneggiano tanto alla sacralità di ogni vita, non dovrebbero smantellarle all'istante?

Lorenzo Masotti ha detto...

Certo, secondo me, Ruini ha diritto di parlare come tutti gli altri sulle questioni sociali. Chi vuole lo ascolta e non vuole no. Le leggi mica le fa Ruini. Le intromissioni e le opinioni nella vita sociale ci sono di continuo e da tutte le parti, e in tutti i paesi, che sia la Chiesa, organizzazioni, sindacati, movimenti culturali, o pensiero laicista. A me sembra giusto che tutti i soggetti si confrontino su queste questioni, basta che le spieghino. Ma, ribadisco, nessuno ha mai chiesto la legge per andare a messa o roba simile e ci mancherebbe! Perché quella è sfera solo religiosa.
Non credo mica che il feto venga prima della madre, solo che è un essere umano, e che una volta che esiste(senza averlo chiesto) ha quantomeno il diritto a vivere e a non venire manipolato come fosse una cosa. Se uno non vuole figli ci può pensare prima di averlo no?
“perchè farne una legge che imponga A TUTTI di fare o non fare qualcosa?”: riguardo alla vita umana, scusate, ma a voi sembra che queste questioni siano religiose? Mi sembra davvero assurdo. Lo Stato laico nasce per prestare la propria forza ai deboli che non si possono difendere e in primo luogo a tutelare la loro vita, quindi. Ci sono poche cose più laiche di così mi sembra. Uccidere o non uccidere è un problema cattolico per il solo fatto che è nei 10 comandamenti?E rubare allora? Mi spiace ma non riesco a seguirvi.
“? IMPORRE le proprie idee è sbagliato”: io sono anche d’accordo, ma non quando si tratta di esseri umani. Poi qualsiasi legge proibisce qualcosa o impone qualcosa, e dietro ogni legge c’è un’idea di fondo che l’ha ispirata.
Comunque non voglio far polemica, ho scritto solo perché certe motivazioni mi sembrano del tutto “fideistiche” invece che motivate razionalmente.Finisco qui i miei interventi dato che quello che volevo dire l’ho detto. Saluti
Lorenzo Masotti

Lorenzo Masotti ha detto...

ma la smetti di riversare su me la rabbia che hai verso la Chiesa? La Chiesa non c'entra, stiamo parlando di vita umana, esseri umani e Stato.Il principio di precauzione vale in ecologia ma non sulla vita umana...mi sembra del tutto incoerente

Firewoman ha detto...

boh, a me sembra di aver sempre usato il soggetto "la Chiesa" e mai "tu".

Lorenzo Masotti ha detto...

ma perchè tiri in ballo la Chiesa quando parli con me non capisco, stiamo parlando di altro no?

Firewoman ha detto...

Se stiamo parlando di proteggere una vita che si sta formando, siamo tutti d'accordo che è una cosa molto importante. E' però inevitabile che si tiri in ballo le parole dei vari rappresentanti della Chiesa, visto che hanno detto la loro opinione su questo argomento e questo è un blog che parla proprio di questo. Il problema è che dietro al discorso di salvare una vita, se ne sono appiccicati molti altri. C'è una macchina che permette di individuare gli spermatozoi recanti malattie gravissime come la sindrome di down, e in Italia se n'è vietato l'uso sempre sbandierando la frase "salviamo una vita", quando l'intento degli scienziati era solo quello di diminuire il verificarsi di una malattia, che comporta sofferenze non solo per l'individuo malato ma per tutta la sua famiglia. Si è arrivati a dire che il medico "sceglie" gli spermatozoi, quasi come se il genitore dicesse "bene, io lo voglio biondo e alto e intelligentissimo". Vedi come è facile confondere le idee? Un altro argomento che si è legato al discorso di salvare un feto, è quello delle staminali. Ci sono donne che si rifiutano di donare la placenta dopo aver partorito perchè al solo sentir parlare di staminali pensano di commettere un peccato. Ora, mi sembra che non ci sia niente di male a usare la placenta, visto che tanto viene buttata. E direi che c'è una bella differenza da quelle cellule lì a quelle di un embrione. Infine, le cellule embrionali che si possono usare (ma su questo non sono sicura, devo andare a verificare) sono quelle di embrioni che per varie ragioni non potrebbero essere impiantati e che quindi non diventerebbero mai esseri umani. Quello che voglio dire io è che la Chiesa, ma non solo, anche molti politici, mettono tutto nel calderone e confondono molto le idee, quindi ostacolano la ricerca anche laddove potrebbe portare molti benefici all'intera società, ed è per questo che mi arrabbio se interferiscono. Mi spiace che tu l'abbia presa come un attacco alla tua persona perchè non era questo il mio intento.

Lorenzo Masotti ha detto...

Non c’è solo la Chiesa che dice il suo parere, lo fanno quasi tutti. L’importante è basarsi su dati oggettivi. Comunque, senza voler fare polemica, ma non è affatto vero che qualcuno vieta la selezione dei gameti(spermatozoi o ovuli), anzi scienziati “cattolici” hanno più volte ricordato che c’è questa possibilità, così come hanno studiato e ricordato che si può congelare i gameti invece che l’embrione già formato senza incidere quindi su questioni etiche( dott.sa Porcu di Bologna, dott. Della Piccola di Roma..) Quanto alle donne che rifiutano di donare placenta è vero, rifiutano anche di donare il sangue del cordone ombelicale(utilissimo e ricco di staminali) ma perché nessuno le informa? In tempi di referendum l’ha dovuto ricordare il comitato scienza e vita, purtroppo, che in Italia ci sono ben 16 banche del sangue del cordone ombelicale mentre il comitato per il si, si è limitato a dire che son necessari gli embrioni per le staminali, senza citare, manco una volta, lo splendido lavoro che il prof. Vescovi (ateo dichiarato ma contro la manipolazione degli embrioni)ha fatto e sta facendo a milano e in Europa con le staminali adulte.Il prof. Vescovi ha chiesto più volte finanziamenti per la ricerca condotta da lui ma i soldi non sono arrivati se non dall’estero, mentre i suoi risultati sono evidenti e pubblicati su tutte le riviste scientifiche, e ora si vuole finanziare la ricerca sulle embrionali che portata avanti da 20 anni non ha ancora prodotto un solo risultato..a me sembra solo ideologia.